Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSportBasket › Marina Millanta, personaggio sportivo della settimana
Fabio Fogu 9 marzo 2005
Dalla tribuna al parquet: «Ho superato l’infortunio, è ora di parlare coi fatti». Marina Millanta racconta la vittoria contro Napoli, prima della classe, e presenta la partita di stasera contro Caserta
Marina Millanta, personaggio sportivo della settimana


ALGHERO - Nata a Ostia (Roma) 29 anni fa. Da quattro stagioni veste la casacca azzurra della Mercede e proprio nella squadra algherese spera di poter concludere la sua carriera. Il basket è il suo sport, il calcio una sua passione. Tifa per la Roma di Francesco Totti ma confessa di avere «una forte simpatia per il Cagliari».

Stasera la Mercede sarà di scena a Caserta per il turno infrasettimanale di campionato. Dopo la vittoria contro la capolista i tifosi si aspettano un’altra impresa.
«Abbiamo battuto le prime della classe ed effettivamente siamo un po’ esaltate. Ma penso e spero che stasera prevalga la concentrazione. Abbiamo voglia di giocare e di dimostrare che la vittoria di sabato non è stata un episodio. Se ognuna di noi gioca al 100 per cento possiamo farcela anche contro Caserta anche se loro sono reduci da una sconfitta e scenderanno in campo determinate a vincere».

Sabato contro Napoli hai fatto un’ottima prestazione, forse la più bella del campionato?
«Aspettavo da un anno una partita così. E poi è arrivata contro la capolista. Alla fine la perseveranza mi ha aiutato. Non è stato semplice riprendersi dall’infortunio. Ho trascorso l’estate qui ad Alghero ad allenarmi. Ho iniziato la stagione in tribuna, poi sono passata in panchina e adesso finalmente posso dire la mia in campo».

Quattro anni nella Mercede. Pensa di concludere la sua carriera con questa casacca?
«Spero proprio di sì. Anzi vorrei rimanere qui anche quando smetterò di giocare. Adoro la città, sto davvero bene e mi piace la gente del posto. Per adesso ho la residenza. Poi chissà magari se ci sarà un posto nella società rimarrò volentieri alla Mercede».

Nella sua permanenza ad Alghero ha conosciuto tre allenatori e molte giocatrici. Due nomi su tutti?
«Tra le giocatrici ho un buonissimo ricordo di Sabrina Pacilio, ora alla Virtus Cagliari. Riguardo gli allenatori posso confermare che sono diversissimi tra loro. Il rapporto più problematico è stato con Pietro Carlini. Non ci siamo capiti. Manrico Vaiani è uno duro ma puro. Ormai mi conosce e ha capito quali sono i miei pregi e i miei difetti».

Sarda d’adozione, appassionata di calcio e grande tifosa della Roma. Domenica al Sant’Elia c’è Cagliari-Roma. Chi vincerà?
«È davvero difficile scegliere. Però dato che le due squadre hanno poco per cui lottare mi auguro che nessuno si faccia male e finisca con un bel pareggio».

Nella foto: Marina Millanta
Commenti
12/2/2019
Questa mattina, nella Club House societaria di Via Nenni, di fronte ad una nutrita platea di giornalisti e tifosi, si è tenuta la conferenza di presentazione del nuovo coach del Banco di Sardegna Dinamo Sassari Gianmarco Pozzecco
© 2000-2019 Mediatica sas