Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Lubrano-Di Nolfo: patto per Caula
Red 14 luglio 2012
Lubrano presenta alla città una giunta composta da quattro donne (è la prima volta che succede). Tutti i retroscena dell´ultima notte frenetica
Lubrano-Di Nolfo: patto per Caula


ALGHERO - La fumata bianca a Sant'Anna arriva intorno all'una di notte, dopo appena venti giorni dall'elezione trionfale a sindaco di Alghero di Stefano Lubrano. E come spesso accade le scelte e gli accordi politici tra partiti nascondono insidie e difficoltà. Come quelle incontrate tra Lubrano e AlgueRosa, l'unica lista rimasta con l'amaro in bocca dopo la presentazione dei sei assessori.

Fino alle ultime ore, infatti, era accreditata di due scelte, e puntava molto sull'assistente sociale Rosa Accardo (nonostante il veto dello stesso sindaco nel nominare consiglieri).

Non è mistero così, che la delegazione abbia abbandonato il tavolo delle trattative a tarda notte, fino a ritirare la rosa di nomi sul tavolo del sindaco, e che il ripescaggio dell'avvocato 37enne - Romina Caula - oggi assessore alla Comunità e all'identità, sia arrivato solo con un patto di ferro tra lo stesso Lubrano e il consigliere comunale Valdo Di Nolfo (probabilmente con la mediazione dello stesso Mario Bruno). Un fatto questo, che non mancherà un vero chiarimento tra le varie anime di Sel, Alghero Viva, Pdci e Cantiere Sociale.

Nella foto: Romina Caula
Commenti

15:00
L'emendamento di Forza Italia, primo firmatario il consigliere regionale algherese Tedde, che stanziava 150mila euro nel triennio per la predisposizione del progetto di riqualificazione dell'area agricola è stata bocciato in aula durante la votazione della finanziaria regionale
9:10
Il presidente uscente della Commissione Bilancio in Regione attacca l´ex collega concittadino e oggi sindaco. «Stai in silenzio davanti a Pigliaru» dice Fois a Bruno. La replica: «ben svegliato»
8:50
Nel senso del porcetto: la politica sarda si contorce per il divieto di portare il maialetto da latte alla Expo di Milano. Colpa della «peste suina» che la Sardegna non riesce a debellare da 40 anni. E se la prende invece con lo Zimbawe, a cui è consentito far gustare ai visitatori carne di serpente. Si grida perciò al vulnus della identità sarda ferita. Senza capire, ahinoi, che lo Zimbawe è in condizioni di dare garanzie sanitarie superiori alla Sardegna. E dire che il lardo di Villagrande sarebbe più buono di quello di Colonnata e di Arnad, ma in Italia arriva di contrabbando, come ha scritto qualche mese fa Gianni Mura sulla Repubblica…
14:10
Nella manovra non compare nessuna scelta strategica per rilanciare lo sviluppo: non si è scelta la scuola, non si sono scelte le imprese, non si è scelto il turismo, non si è scelta la cultura
28/2/2015
La Commissione Provinciale di garanzia, presieduta da Lorenzo Macis, ha accolto il ricorso presentato da Gianni Angioi, Antonello Delogu, Salvatore Fenu e Giovanni Mura. Nessuna riunione prevista per oggi
27/2/2015
Gianni Cuperlo sabato 28 mattina a Cagliari. Alle 10 l’incontro con i giornalisti. A seguire il Convegno “Un nuovo orizzonte per l’Europa”
© 2000-2015 Mediatica sas