Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Lubrano-Di Nolfo: patto per Caula
Red 14 luglio 2012
Lubrano presenta alla città una giunta composta da quattro donne (è la prima volta che succede). Tutti i retroscena dell´ultima notte frenetica
Lubrano-Di Nolfo: patto per Caula


ALGHERO - La fumata bianca a Sant'Anna arriva intorno all'una di notte, dopo appena venti giorni dall'elezione trionfale a sindaco di Alghero di Stefano Lubrano. E come spesso accade le scelte e gli accordi politici tra partiti nascondono insidie e difficoltà. Come quelle incontrate tra Lubrano e AlgueRosa, l'unica lista rimasta con l'amaro in bocca dopo la presentazione dei sei assessori.

Fino alle ultime ore, infatti, era accreditata di due scelte, e puntava molto sull'assistente sociale Rosa Accardo (nonostante il veto dello stesso sindaco nel nominare consiglieri).

Non è mistero così, che la delegazione abbia abbandonato il tavolo delle trattative a tarda notte, fino a ritirare la rosa di nomi sul tavolo del sindaco, e che il ripescaggio dell'avvocato 37enne - Romina Caula - oggi assessore alla Comunità e all'identità, sia arrivato solo con un patto di ferro tra lo stesso Lubrano e il consigliere comunale Valdo Di Nolfo (probabilmente con la mediazione dello stesso Mario Bruno). Un fatto questo, che non mancherà un vero chiarimento tra le varie anime di Sel, Alghero Viva, Pdci e Cantiere Sociale.

Nella foto: Romina Caula
Commenti

22/11/2014
Dopo la pubblicazione del suo post a commento di un’intervista al Corriere della Sera dell’eurodeputata Pd Alessandra Moretti, il docente di sociologia dell’Università di Cagliari Marco Zurru è stato accusato di essere volgare e sessista. Dalla redazione di Sardegna Blogger si parla invece di censura
16:35
Si tratta di comportamenti e atteggiamenti che si collocano fuori da qualsivoglia contesto civile e democratico, frutto del clima di odio e violenza prodotto dalla crisi economica e dalla sub cultura xenofoba e razzista che circola in un Paese sempre più degradato sul piano culturale, sociale e politico
23/11/2014
Intanto per essere chiari e per non prendere per i fondelli nessuno, bisogna dire ai cittadini di Alghero che, attualmente e aldilà delle rassicurazioni del politico di turno, nessun fondo per la realizzazione di nuove strutture ospedaliere verrà erogato in assenza di un piano di riorganizzazione della rete regionale dell’assistenza ospedaliera
14:45
«Il Pd cittadino - spiega Fabio Pinna - lavorerà con i propri rappresentanti nell’Amministrazione Comunale perché siano avviati percorsi che facilitino la formazione ed il funzionamento in città di più comitati di quartiere i quali dovranno conservare la loro natura volontaria, spontanea e apartitica.»
21/11/2014
Dopo le dichiarazioni rilasciate giovedì dal rappresentante della Giunta Bruno, arriva la risposta della Segreteria cittadina del Partito Democratico
12:05
Domani nuova seduta del Consiglio Comunale di Cagliari. La scorsa settimana è mancato il numero legale. Segnale negativo per la maggioranza di centrosinistra alla guida della città.
23/11/2014
Sulla scuola di polizia penitenziaria interviene Cossa dei Riformatori: difenderemo la struttura di Monastir a ogni costo. Preoccupazione per i lavori a rilento per il carcere di Uta
22/11/2014
«Una comunità digitale che faccia ripartire la politica dalla piazza: da quella vera e da quella reale». Così Ugo Cappellacci ha lanciato a Terralba, durante la presentazione del manifesto L´Ora delle Idee
21/11/2014
Domani pomeriggio, il Movimento Sardegna Zona Franca ha programmato il primo congresso provinciale, nella sala riunioni del Blu Marine
21/11/2014
«La storia di Buoncammino come struttura detentiva sta per concludersi, ora questo spazio deve essere restituito alla città». Lo ha dichiarato il consigliere regionale di Forza Italia Ugo Cappellacci che invita la Giunta regionale a farsi parte attiva con il Comune. Domenica il trasferimento di tutti i carcerati presso la struttura di Uta
22/11/2014
Sette intervistati su dieci dicono che quegli assessori non dovevano essere neppure nominati in quanto non quartesi. È questo il risultato del "sondaggio" promosso dai Riformatori
© 2000-2014 Mediatica sas