Alguer.it
Notizie    Video    Web    Forum    Shopping    Hotel    altro »
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter Alguer.cat
Alguer.itnotiziesardegnaSpettacoloManifestazioni › Dromos Festival fa tappa a Olmedo
S.A. 3 agosto 2012
Nel suo percorso itinerante Olmedo arricchisce l’offerta oristanese con un trittico di concerti il 17, 18 e 19 agosto
Dromos Festival fa tappa a Olmedo


OLMEDO - Per la prima volta il nord Sardegna rientra all’interno del prestigioso festival internazionale musicale Dromos e lo fa scegliendo Olmedo e la sua antica muraglia. Storica costruzione difensiva Baranta diverrà dal 17 al 19 agosto luogo di accoglienza e conclusione ufficiale delle armonie di Santa Hispanidad! che quest’anno sono il tema scelto dagli organizzatori delle sonorità oristanesi.

A dimostrazione della contaminazione delle culture la musica del festival verrà integrata dall’esposizione delle ricchezze olmedesi: mostra del pane e anteprima del presepe 2012, tessuti e prodotti artigianali che verranno esposti nelle piazze principali all’interno del percorso itinerante di Olmedo Produce XI edizione. «Il filo conduttore del Baranta Festival è lo scambio, sa mesturada – spiega Leonardo Isoni, consigliere delegato alla Cultura - la contaminazione intesa come confronto di più stili in campo musicale, ma anche di arti e mestieri antichi che si incontrano e si presentano ad un pubblico più vasto». Olmedo ospiterà i tre giorni di festival che faranno calare il sipario sulla quattordicesima edizione di Dromos che, con il suo viaggio nelle geografie culturali, ha scelto la forte dominazione spagnola come tema 2012.

Nel suo percorso itinerante Olmedo arricchisce l’offerta oristanese con un trittico di concerti (il 17, 18 e 19 agosto) di musica dialogica, quella che unisce e non disprezza di contaminarsi. L’apertura del Baranta Festival avrà i ritmi leggeri e rilassati di Corey Harris & The Rasta Blues Experience che mescoleranno il jazz di New Orleans alle armonie caraibiche frutto di attenti viaggi e delle curiosità musico-antropologiche di Harris. Il 18 agosto sarà la serata di Saba Anglana che insieme alla sua band presenterà Life changanyisha: frutto di un progetto speciale per l’Amref (African Medical and Research Foundation), che ha visto la cantautrice impegnata in Kenya e nelle comunità africane supportate dall’organizzazione sanitaria. Chiuderanno i tre giorni di musica il gruppo sardo Tzoku (ex Kenze Neke) che saliranno sul palco insieme al tenore Luisu Ozzanu di Siniscola. La fierezza dell’identità sarda verrà cantata dagli Tzoku con la consueta attenzione alle problematiche sociali che da sempre ispirano il loro lavoro artistico.

I grandi nomi del Baranta Festival si esibiranno in piazza Giovanni XXIII dalle ore 22. Dalle 23.30 in località Funtana di Talia l’attenzione sarà riservata al dopo festival durante il quale i gruppi emergenti – Sun Sweet Blues Revenge e Primo Chef del Cosmo - contribuiranno a portare avanti quella contaminazione di stili e note che arricchisce la cultura locale; le manifestazioni musicali si concluderanno poi con la V^ Rassegna Folkloristica Olmedese, a cura dell’Associazione Culturale Folk Nostra Signora di Talia, con l’esibizione dei gruppi folk provenienti da tutte le parti dell’isola.

Nella foto: Saba Anglana
Commenti
© 2000-2014 Mediatica sas