Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaCronaca › Bastioni, inciampa e si spacca la testa
Red 4 agosto 2012
Immediata la chiamata al 118. L´anziano signore è stato trasportato, cosciente, al pronto soccorso dell´ospedale Civile. E´ inciampato nel gradone che fiancheggia la Torre di Sulis ad Alghero
Bastioni, inciampa e si spacca la testa


ALGHERO - Brutta caduta questa mattina (sabato), intorno alle ore 10 in Piazza Sulis ad Alghero, per un anziano signore che passeggiava sui Bastioni. E' inciampato nel gradone che fiancheggia l'omonima Torre sbattendo violentemente la testa sulla pavimentazione.

Nella caduta il malcapitato ha riportato una ferita sulla testa, perdendo molto sangue. Immediata la chiamata d'emergenza al 118 e l'intervento dei sanitari, dopo un primo soccorso di alcuni passanti. L'uomo è stato trasportato, cosciente, al pronto soccorso dell'ospedale Civile di Alghero. Sul posto anche i carabinieri della compagnia.

Nella foto: l'intervento dei soccorsi in Piazza Sulis
Commenti
17/4/2015
Un 50enne si è chiuso dentro la propria abitazione minacciando di fare esplodere l’immobile utilizzando delle bombole del gas custodite all’interno
10:47
Nella notte, un uomo si è suicidato lanciandosi dalla finestra del proprio appartamento, sito al quarto piano
16/4/2015
I professionisti, secondo le Fiamme Gialle, avrebbero falsificato le "carte" per evitare il crac del gruppo imprenditoriale. Interdetti un avvocato, un notaio e cinque commercialisti, mentre un imprenditore è sottoposto all´obbligo di dimora
17/4/2015
Indiziate la ginecologa e l´ostetrica di turno martedì 14 aprile. «Atto dovuto», dichiarano dalla Procura della Repubblica di Tempio Pausania
17/4/2015
Decoro urbano e senso civico. Queste due tematiche sono state toccate durante l´ultimo consiglio. Nello spazio dedicato alle brevi segnalazioni, in apertura di seduta, è stata la consigliera comunale Carla Fundoni a puntare i riflettori su due problematiche
17/4/2015
I tre giovanissimi, interrogati dalla Polizia alla presenza dei genitori, alla fine hanno ammesso le loro responsabilità e hanno raccontato di averlo fatto perché spinti dalla noia e senza riflettere sulla gravità del gesto
© 2000-2015 Mediatica sas