Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter Alguer.cat
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › Spot Sogeaal: Tedde bacchetta Lubrano
Red 4 agosto 2012
Il capogruppo del Popolo della Libertà in consiglio comunale chiede al sindaco di Alghero di mantenere gli impegni assunti in campagna elettorale quando annunciava la possibilità di acquisizione di quote della Sogeaal
Spot Sogeaal: Tedde bacchetta Lubrano


ALGHERO - “Il Comune deve rientrare nella società di gestione dell’aeroporto perché il territorio deve partecipare in maniera diretta ai processi decisionali che riguardano le strategie turistiche”. Era uno degli slogan più suggestivi e martellanti della campagna elettorale del Sindaco Lubrano. Proposito scomparso dagli impegni per i “Primi cento giorni” assunti nella fase di ballottaggio. Ma introvabile anche nelle “Dichiarazioni programmatiche” di recente proposte al Consiglio Comunale: Irrompe così, nella querelle sulla sponsorizzazione del terminal algherese da parte della San Benedetto, l'ex sindaco Marco Tedde, oggi capogruppo Pdl in consiglio comunale, rivolgendosi direttamente a Stefano Lubrano, dopo le dichiarazioni indirizzate al management Sogeaal.

Le sponsorizzazioni - secondo Tedde - sono cose che accadono normalmente anche in altri scali internazionali sui cui Terminal campeggiano pubblicità di grandi brand. Nuove risorse che in un momento di grave e risaputa crisi finanziaria che affligge la Sogeaal costituiscono linfa vitale. «La reazione del Sindaco è, quindi, inspiegabile - attacca - posto che l’Amministrazione comunale oltre che essere a conoscenza dell’iniziativa l’ha anche approvata». Marco Tedee plaude anche il positivo intervento dell’Omnium Cultural e dell’Obra Cultural che fanno la condivisibile proposta di “indicare nella facciata esterna la denominazione dell’Aeroporto in forma bilingue, così come la cartellonistica e le indicazioni di tutti i servizi esterni ed interni alla struttura o utilizzando anche il catalano di Alghero negli annunci di tutti voli nazionali ed internazionali”.

Stefano Lubrano mantenga le promesse. «È incomprensibile il motivo per cui il Sindaco non avanza in concreto la proposta di ingresso dell’Amministrazione comunale nel capitale azionario della Sogeaal. Se l’acquisizione di quote della Sogeaal da parte dell’Amministrazione fosse possibile in termini finanziari e, soprattutto, normativi, il Sindaco Lubrano dovrebbe immediatamente fare la relativa proposta in modo da “…….rientrare nella società di gestione dell’aeroporto perché il territorio deve partecipare in maniera diretta ai processi decisionali che riguardano le strategie turistiche” come più volte affermato in campagna elettorale. E, quindi, avere la possibilità di contribuire alle decisioni del Consiglio di Amministrazione anche in tema di vendita degli spazi pubblicitari aeroportuali. O meglio, il Sindaco Lubrano dovrebbe pretendere di rientrare nella Sogeaal. Si eviterebbero polemiche a distanza - conclude Marco Tedde - che non giovano all’esistenza già difficile della nostra debole struttura aeroportuale che costituisce il principale volano dell’economia del nord ovest della Sardegna».

Nella foto: Marco Tedde e Stefano Lubrano
Commenti
18:22
Agosto si porta via il primo stagionale targato Ryanair. Probabile che anche nelle intenzioni di Alitalia ci sia lo stop al volo da Torino da ottobre
14:16
Durante il mese più caldo, sono transitati sullo scalo 230640 passeggeri, 4491 in più rispetto allo scorso anno (+2,7%). Da Gennaio a fine Agosto è stato registrato un traffico passeggeri pari a 1125297 unità, +15606 rispetto ai primi otto mesi del 2013: «è la migliore performance di sempre per l’aeroporto»
21:02
La sigla sindacale vede «nuove nuvole sul Riviera del Corallo» e si domanda «quando il presidente Pigliaru e l’assessore Deiana affronteranno come per Abbanoa il problema Sogeaal, togliendo da mani inopportune la sorte di un’azienda che costituisce ancora un importante volano per la sopravvivenza economica di un nord ovest lacerato, che non può permettersi di perdere posti di lavoro»
© 2000-2014 Mediatica sas