Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteAeroporto › La richiesta: Catalano di Alghero in pista
Red 7 agosto 2012
I presidenti di Obra Cultural e Omnium Cultural si rivolgono direttamente al Presidente e al direttore generale della società di gestione aeroportuale con una specifica richiesta: l'utilizzo della lingua algherese nello scalo
La richiesta: Catalano di Alghero in pista


ALGHERO - «Con un precedente documento abbiamo messo in evidenza la necessità di dare maggiore visibilità, all’interno ed all’esterno dell’Aeroporto di Alghero, alle peculiarità identitarie della nostra città e del nostro territorio attraverso un progetto complessivo con specifiche iniziative da concordare con la Società e con l’Amministrazione Comunale di Alghero. Fra le proposte citate vi è quella di prevedere gli annunci dei voli utilizzando, oltre all’italiano e all’inglese, anche il catalano di Alghero, infatti, a distanza di circa 40 anni da quando il nostro concittadino Rafael Caria aveva denunciato in maniera clamorosa e coraggiosa l’esigenza di dare dignità alla nostra cultura identitaria, oggi ci sono tutte le condizioni per realizzare questa iniziativa».

Inizia così la lettera a firma Obra Cultural de l'Alguer e Omnium Cultural de l'Alguer e indirizzata al presidente, Carlo Luzzatti, e direttore della Sogeaal, Mario Peralda, la società di gestione dell'aeroporto Riviera del Corallo di Alghero. «Come è noto - scrivono i presidenti Pino Tilloca e Stefano Campus - è fortemente presente nella comunità algherese ma soprattutto nelle istituzioni locali, la consapevolezza che l’uso sociale del catalano di Alghero, o algherese, rappresenti un patrimonio culturale inestimabile, così come quello ambientale, che deve essere valorizzato utilizzando tutti i mezzi di promozione e diffusione possibili». (C'è anche il sostegno della normativa Nazionale (Legge n° 482/99 “Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche”) e Regionale (L.R. n° 26/97 “promozione e valorizzazione della cultura e della lingua della Sardegna” e relativo “ Piano triennale degli interventi 2011-2013”).

La citata normativa, in particolare quella Regionale, che sostiene anche con mezzi finanziari la valorizzazione della cultura e della lingua catalana di Alghero, permette sin d’ora di realizzare questa e le altre iniziative attraverso un progetto possibilmente condiviso con l’Amministrazione Comunale. «Siamo convinti che con l’iniziativa da noi proposta Codesta Società, oltre a qualificare ulteriormente il proprio servizio, potrà avere positive ripercussioni in termini promozionali e di immagine, per cui - concludono le due associazioni che da anni si battono per la valorizzazione del patrimonio linguistico e identitario della città di Alghero - in caso di un favorevole accoglimento della nostra istanza, le due associazioni sono pronte ad offrire la massima collaborazione».
Commenti

23/6/2016
Delrio | Deiana | Con l'hub Ryanair congelato per la winter 2017 servono risposte da Governo, Regione e Sogeaal. «Ogni giorno che passa è un danno incalcolabile - dice Mario Bruno - non ci accontentiamo più di parole. Apprezzo la ferma volontà del Ministro ma chiedo l'assoluta velocità nel presentare ed approvare l'emendamento al decreto sugli Enti Locali»
24/6/2016
Il dado è tratto, e ufficialmente con l’abbandono di Ryanair, Alghero non ha più alcun collegamento internazionale con la compagnia low cost
24/6/2016
Anche maggio conferma il precipizio Sogeaal a dieci anni fa: solo 110.368 i passeggeri sull´aeroporto di Alghero, come nel 2007. Dimezzati i transiti internazionali
25/6/2016
Lo dichiara il segretario nazionale dell’Ugl Trasporto aereo Francesco Alfonsi, spiegando che «gli effetti dell’attuazione del nuovo progetto, sia a livello normativo che economico, sarebbero ancora più nefasti della precedente proposta aziendale»
24/6/2016
Il nuovo volo Easyjet verrà operato due volte a settimana, il mercoledì e la domenica, con aeromobili Airbus 319 da 156 posti e 320 da 180 posti
24/6/2016
La rotta con le Marche si va ad aggiungere ai voli, già operativi, alla volta di Catania, Genova, Torino, Venezia, Verona e Napoli, portando a sette il numero delle destinazioni collegate dal vettore
24/6/2016
La rotta con le Marche si va ad aggiungere ai voli per Catania, Genova, Torino, Venezia, Verona e Napoli, portando a sette il numero dei collegamenti operati dal vettore tra il capoluogo regionale e la Penisola
© 2000-2016 Mediatica sas