Alguer.it
Notizie    Video    Web    Forum    Shopping    Hotel    altro »
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter Alguer.cat
Alguer.itnotiziesardegnaSpettacoloManifestazioni › Festival di Carloforte: il programma
S.A. 23 agosto 2012
Teatro, musica, cinema, prelibatezze gastronomiche e passeggiate notturne a suon di fanfara caratterizzeranno anche quest’anno il fine agosto tabarkino
Festival di Carloforte: il programma


CARLOFORTE - Dal 28 agosto al 1 settembre ritorna, per il sedicesimo anno consecutivo a Carloforte, il festival internazionale Dall’Isola dell’Isola di una Penisola. Teatro, musica, cinema, prelibatezze gastronomiche e passeggiate notturne a suon di fanfara caratterizzeranno anche quest’anno il fine agosto tabarkino.

Una sedicesima edizione che si apre però all’insegna dei forti tagli che la manifestazione ha subito, rispetto ai fondi stanziati lo scorso anno, in sede di contribuzione regionale con una riduzione del 14% da parte dell’Assessorato dello Spettacolo sull’attività dell’Associazione Botti du Schoggiu che organizza l’evento, cui si aggiungono l’azzeramento del contributo proveniente dall’Assessorato regionale del Turismo e il taglio di ben il 65% operato dal Comune di Carloforte sui fondi destinati direttamente al festival. Comunicazioni dei tagli che in gran parte sono giunte a venti giorni dall’inizio della manifestazione e che hanno necessitato una serie di rinunce e riformulazioni del programma cucito, come sempre, dalla regista Susanna Mannelli.

L’edizione 2012 sarà aperta da una due giorni dedicata al cinema d’autore, e, come di consueto nelle ultime edizioni, con particolare attenzione al mondo della psichiatria. Lo spazio del Giardino di Note ospiterà due proiezioni: martedi 28 alle ore 22, di Nelo Risi (1968) Diario di una schizofrenica, mentre mercoledi 29, stesso orario, Family Life, di Ken Loach (1971). Sempre dal 28 nel Giardino Pomata si inaugura Appunti per la ricostruzione della bellezza, mostra del disegnatore e illustratore Riccardo Mannelli. Si entra nel vivo degli spettacoli giovedì 30 agosto. Saltata la consueta apertura con la parata teatrale, il programma sarà di fatto aperto, alle ore 21 negli spazi del Giardino Pomata, dallo spettacolo Tutto tranne Gramsci, studio teatrale prodotto dagli ogliastrini di Anfiteatro Sud e liberamente ispirato a Le donne di casa Gramsci, di Mimma Paulesu Quercioli. In scena, con la direzione di Susanna Mameli, Marta Proietti Orzella e Renata Manca.

Sono diventate fra i momenti di maggiore divertimento e coinvolgimento popolare le Passeggiate musicali. Con partenza da Piazza Repubblica alle ore 21.30 la Bandakadabra accompagnerà al suono festoso della fanfara il pubblico fra i carrugi di Carloforte, alla scoperta di angoli nascosti.
Il repertorio della banda comprende suggestioni musicali diverse, dagli sfrenati ritmi balcanici alle marcette popolari, senza disdegnare melodie latine e jazz. La prima giornata di spettacoli prosegue nel Giardino di Note (inizio ore 22.30) con il concerto della giovane cantautrice e chitarrista Joan Thiele. A seguire (inizio ore 23.45), sempre nel Giardino di Note concerto dei Contramilonga, gruppo fondato dal bandoneista Fabio Furia, gruppo specializzato nel repertorio tanguero con il quale si esibiscono il tutto il mondo. Con Furia sul palco: Simone Soro (violino), Massimo Battarino (contrabbasso) e Marcello Melis (pianoforte).

Il programma si apre nel Giardino Pomata inizio (ore 19) con il secondo appuntamento di Visioni. In scena Terra. Io sono dove tu mi hai dimenticato, scritto e interpretato da Federica Lenzi. A seguire, ma in Piazza Repubblica alle 20.30 uno spettacolo d’eccezione per i bambini. Da Barcellona arriva la Compagnia Teatro Tradicional de Marionetas Toni Zafra in Mondo nano, spettacolo di teatro tradizionale di marionette a filo in cui si presentano diversi numeri classici per solista che si riferiscono principalmente al mondo bohemièn del circo, al fantastico e al varietá. Cuore della serata sarà il nuovo spettacolo dei Camillocromo. La band, che da tanti anni è ospite fissa del festival carlofortino e che ha caratterizzato la sua presenza grazie a divertenti incursioni musicali, quest’anno presenterà Sul palco centrale di Porta Leone (inizio ore 22.30) Musica per ciarlatani, ballerine e tabarin spettacolo musicale. Sul palco: Renzo Cugis (voce e chitarra), Samuele Dessì (chitarre), Andrea Murru (chitarra e mandolino), Stefano Piras (chitarra e voce), Diego Deiana (violino e fisarmonica), Andrea Lai (contrabbasso), Mario Marino (percussioni).

Dopo gli aperitivi musicali delle 13 a cura dei Camillocromo, che dalle 21.30 saranno protagonisti anche delle passeggiate a suon di fanfara, gli spettacoli serali saranno aperti alle ore 19, nel Giardino Pomata, dal terzo e ultimo monologo della rassegna Visioni. Si tratta di Diario di fabbrica, spettacolo teatrale liberamente ispirato a La condizione operaia di Simone Weil, messo in scena, per la regia di Daniele Bernardi, da Ermelinda Bonifacio. Per i più piccoli l’appuntamento è in Piazza Repubblica alle 20.30 con i catalani della Compagnia Teatro Tradicional de Marionetas Toni Zafra che presentano Quantum, lo spettacolo prodotto nel 1999 con il quale la compagnia si è imposta all’attenzione internazionale.

Da piazza Repubblica al palco di Porta Leone dove alle 22.30, un’altra compagnia catalana, il Projecto Otradnoie, metterà in scena Otradnoie.1.
Gran finale con l’estro musicale di Gavino Murgia e Bebo Ferra al Giardino di Note a partire dalle 23.45. Oltre che i concerti del festival, il Giardino di Note ospiterà quest’anno un interessante e gustoso connubio fra musica e cibo con i menù offerti a prezzo simbolico dal ristorante Il Tonno di Corsa che con questa iniziativa sostiene quest’anno il festival. Ogni giorno piatti diversi ispirati agli spettacoli che si alterneranno sui tre palcoscenici allestiti a Carloforte.
Commenti
10:27
La manifestazione ritorna anche quest´anno: coinvolti siti archeologici e beni storico-artistici ma anche percorsi naturalistici e tematici, in tutto oltre 600 in 46 comuni, mentre saranno diecimila le guide, studenti e volontari
© 2000-2014 Mediatica sas