Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Confermati gli uomini di Tedde
Red 12 settembre 2012
Riconferme politiche pesanti a Sant'Anna. Si sa, quando si tratta di fare scelte decise, anche fra alleati politici il conflitto se non è gestito politicamente può scatenare imprevedibili reazioni a catena
Confermati gli uomini di Tedde


ALGHERO - Sebbene non abbia ancora trovato la visibilità necessaria per diventare un problema politico, i malumori per le scelte di Stefano Lubrano, sono già qualcosa di più che un semplice mal di pancia. Si sa, quando si tratta di fare scelte decise, anche fra alleati politici il conflitto se non è gestito politicamente può scatenare imprevedibili reazioni a catena. E niente è più devastante di una nomina incauta, di una decisione tecnica improvvisata, di una imposizione. Sono in molti a pensare che la risposta perentoria e graffiante alla autocandidatura di Elisa Vacca per risolvere con una scelta indubbiamente brillante, molto politica e poco partitica, un problema cruciale. Al massimo, visto il ruolo nazionale di Vacca, si può dire che l’esponente comunista abbia peccato di generosità. Il rischio di conflitto è latente. Ma altrettanto incombente.

Fra le pieghe del proclama del sindaco, infatti, quasi en passant, si confermano le scelte fatte ai primi di luglio, confermando in alcuni ruoli cruciali, dall’ufficio stampa alla segreteria del sindaco, le stesse persone che erano state chiamate in quel ruolo dal sindaco precedente. Che non si tratti di ruoli tecnici è evidente. E nemmeno di personale già nei ruoli comunali (come aveva fatto Soru in Regione). Si tratta invece di uomini di fiducia che Marco Tedde legittimamente aveva scelto e nominato con contratti ad personam. Si tratta di riconferme pesanti che preoccupano la sinistra algherese che si considera decisiva per la legittimazione di un candidato che veniva dalla destra.

Basta scambiare due parole con la stragrande maggioranza dei consiglieri dei partiti di maggioranza, oltre ai politici di riferimento, per capire come sembrasse a tutti naturale un ricambio fisiologico, senza bisogno nemmeno di invocare lo spoil system all’americana. Se si aggiunge a questi elementi di frizione la differente veduta che fa capo all'area Democratica di Enrico Daga su tanti argomenti (in ultimo il Parco), e si somma la precedente nomina di Paola Scanu, già presente nella lista che doveva presentare Marco Tedde, come assessore al bilancio, con un colpo di mano notturno in cui Mario Bruno aveva coinvolto Valdo Di Nolfo, proprio a dispetto di Carlo Sechi ed Elias Vacca, si può immaginare lo stato di tensione politica che sta incubando sulla via di Sant’Anna.

Nella foto: Consiglio comunale ad Alghero
Commenti
29/8/2016
Nessuna norma regionale o nazionale vieta ai comuni di essere proprietario di un RSA, anzi, ci sono esempi sia in Sardegna che in Continente di Comuni che danno in gestione le proprie RSA ai Privati in accordo stretto con le Asl proprio per garantire meglio i propri pazienti e i propri anziani
28/8/2016
Il colpo di scure è arrivato con la recente seduta del Consiglio dei Ministri che decreta la chiusura e l’accorpamento di quarantacinque enti camerali su 105 esistenti oggi sul territorio nazionale
29/8/2016
Disoccupazione alle stelle in Sardegna. Pigliaru crei nuovi posti di lavoro anziché prendere in giro i sardi
28/8/2016
E´ curioso come l´assessore del Movimento dei puri e onesti, quello per intenderci che indica come mafiosi e corrotti tutti gli altri schieramenti politici e inclini al clientelismo le loro amministrazioni, per quasi un ventennio abbia lucrato proprio da Giunte multipartitiche prima di candidarsi alla guida dell´assessorato ai Lavori Pubblici, Edilizia Privata e Urbanistica dell´Amministrazione pentastellata cittadina
29/8/2016
Possibile uno slittamento a venerdì 16 settembre. Nel frattempo, si cerca l´unità d´intenti
29/8/2016
L´incontro con i cittadini sassaresi, ad ingresso libero, è in programma il primo settembre, alle ore 18.30, nella sala della Camera di Commercio, in Via Roma 74
29/8/2016
In linea di massima penso che sia utile che questo appuntamento segni ancora di più la nostra idea di governo del territorio fondata sugli interessi delle comunità e non sulle singole, pure legittime, ambizioni di persone o partiti. In sintesi: disposto a sostenere un progetto di governo dell’associazione che veda il protagonismo delle Unioni dei Comuni, montani e non, con sindaci che rappresentino i rispettivi territori in seno all’Anci
© 2000-2016 Mediatica sas