Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › Fumata nera al Parco: «Orrenda pagina»
Red 14 settembre 2012
La maggioranza parla di profonda riflessione sul miglior modo per condurre il percorso di riforma. L'opposizione di orrenda pagina della storia del massimo consesso democratico
Fumata nera al Parco: «Orrenda pagina»


ALGHERO - «Pensiamo che il parlare franco sia un valore che vada praticato anche nei momenti difficili. Vogliamo quindi dire francamente ai cittadini di Alghero perché non abbiamo partecipato all’Assemblea del Parco: il Parco è una risorsa strategica per Alghero, e vogliamo assumere le nostre decisioni con grande responsabilità e attenzione. Abbiamo avviato una profonda riflessione sul miglior modo per condurre il percorso di riforma degli organi e di rinnovamento del progetto del Parco. All’interno di questa riflessione, il tema dell’elezione del suo presidente è solo un elemento, certo importante, ma non l’unico. Tra noi ci sono posizioni diverse, che vogliamo confrontare e valutare con attenzione».

Così i consiglieri del Centro-sinistra giustificano l'assenza da Tramariglio in occasione della convocazione dell'assemblea per l'elezione del nuovo presidente, con un comunicato stampa maldestro. «L’attuale Statuto che vorremmo superare, prevede che il Presidente del Parco sia eletto tra i membri dell’Assemblea, la quale coincide con il Consiglio Comunale. E’ in discussione anche la scelta se - in attesa del superamento dell’attuale Statuto - affidare la presidenza di garanzia al Sindaco, oppure ad un consigliere comunale espressione di una forza politica della coalizione di maggioranza. Siamo consapevoli che i cittadini di Alghero ci guardano e vogliono risposte da noi. Capiamo queste giuste esigenze; e chiediamo di comprendere che abbiamo bisogno di concludere il confronto. Ci impegniamo a farlo entro qualche giorno».

Durissima l'Opposizione, presente a Tramariglio. «Orrenda pagina della storia del massimo consesso democratico algherese, quella scritta dal Sindaco Lubrano e dalla maggioranza di sinistra. Stiamo assistendo ad una guerra senza quartiere per accaparrarsi la poltrona di Presidente del Parco che paralizza l'Amministrazione. Violentando il Regolamento consiliare in prima battuta la sinistra ha tentato di interrompere la seduta del Consiglio Comunale, per poi proseguirla oggi pomeriggio al fine di avere la giustificazione per non partecipare alla concomitante Assemblea del Parco. Ciò al fine di non fare emergere le gravi contrapposizioni sulla scelta del fortunato che dovrà occupare la poltrona». «Questo "segreto di Pulcinella" è stato peraltro confessato dal Consigliere Daga che in spregio a qualsiasi senso del pudore ha sostenuto la singolare tesi che la sinistra ha "bisogno dei suoi tempi" [VIDEO]. Una gestazione lunga e tormentata, che se non fosse per la palude nella quale ha fiondato l'Amministrazione Lubrano verrebbe da guardarla con "tenerezza"».

«Le robuste barricate dialettiche erette dai consiglieri di centrodestra hanno fatto fallire la miseranda iniziativa - sostengono Tedde, Marinaro, Zanetti, Pais, Ballarini, Polo, Giorico, Bamonti e Martinelli - non paghi, il Sindaco e la maggioranza hanno svillaneggiato il capogruppo del PdL Marco Tedde che aveva proposto di accelerare i tempi per poter così votare prima della mezzanotte, al fine di evitare di mettere a carico dei cittadini algheresi la "doppia seduta" e risparmiare importanti risorse pubbliche». Dopo aver sottolineato come il bilancio porti un «evidente Dna di Centro-destra, con tutte le opere pubbliche riconducibili alla passa giunta», i consiglieri di opposizione puntano il dito contro quello che definiscono «la "Caporetto" dell'Amministrazione Lubrano» (l'assemblea deserta ndr). «In questo quadro poco edificante - conclude la minoranza - fa meraviglia l'atteggiamento supino del gruppo C'è un Alghero Migliore, che ha basato la sua azione politica su promesse, evidentemente vane, di particolare attenzione verso la meritocrazia, la competenza ed il rinnovamento della politica. Invece, niente di nuovo».
Commenti
22/1/2015
Dal 1° febbraio inizieranno i trasferimenti del personale nei settori che compongono la microstruttura del Comune di Alghero. Cambiamento e malumori, ma si tratta di una prassi che sarebbe dovuta essere regola anche in passato. La mappa delle risorse umane nei vari uffici
7:00
I nubifragi di questi giorni nel Comune di Porto Torres rendono bene l’idea delle difficoltà che stanno per rovesciarsi sul sindaco Beniamino Scarpa. Iniziato il conteggio per far cadere il primo cittadino
18:30
«Per San Sebastiano impegnati a ottenere il finanziamento». Il sindaco Nicola Sanna a Cagliari per l´inaugurazione dell´anno giudiziario
23/1/2015
I consiglieri olbiesi si riuniranno venerdì 30 (alle ore 12.30) e sabato 31 gennaio (alle 9), nella sala delle adunanze a Poltu Quadu
24/1/2015
Le sorti della società di gestione aeroportuale sono state discusse nella massima assise provinciale. Marcello Serra, il consigliere delegato alla vertenza, ha presentato le sue dimissioni irrevocabili
24/1/2015
Una nuova crepa si apre all’interno del governo cittadino guidato dal sindaco Beniamino Scarpa. Sono ufficiali le dimissioni dalla maggioranza del consigliere Massimo Piras
23/1/2015
Il consigliere comunale Massimo Piras passa nei banchi dell´opposizione: si è dimesso dalla maggioranza che sostiene il sindaco Scarpa e dalla commissione bilancio
23/1/2015
Anche a Cagliari tra breve sarà operativo il divorzio a basso costo: con soli 16 euro sarà possibile far finire definitivamente un matrimonio. Mercoledì è stata depositata l’interrogazione da parte dei consiglieri Sel per renderlo operativo e se ne discuterà in consiglio la settimana prossima
22/1/2015
Il sindaco Nicola Sanna esprime solidarietà al collega di Bonorva, Gianmario Senes, che nei giorni scorsi ha ricevuto una lettera minatoria, con minacce di morte rivolte a lui e ai componenti della giunta comunale
22/1/2015
Martedì 27 gennaio e in seconda eventuale seduta il 3 febbraio le nuove sedute. L´ordine del giorno
© 2000-2015 Mediatica sas