Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › Fumata nera al Parco: «Orrenda pagina»
Red 14 settembre 2012
La maggioranza parla di profonda riflessione sul miglior modo per condurre il percorso di riforma. L'opposizione di orrenda pagina della storia del massimo consesso democratico
Fumata nera al Parco: «Orrenda pagina»


ALGHERO - «Pensiamo che il parlare franco sia un valore che vada praticato anche nei momenti difficili. Vogliamo quindi dire francamente ai cittadini di Alghero perché non abbiamo partecipato all’Assemblea del Parco: il Parco è una risorsa strategica per Alghero, e vogliamo assumere le nostre decisioni con grande responsabilità e attenzione. Abbiamo avviato una profonda riflessione sul miglior modo per condurre il percorso di riforma degli organi e di rinnovamento del progetto del Parco. All’interno di questa riflessione, il tema dell’elezione del suo presidente è solo un elemento, certo importante, ma non l’unico. Tra noi ci sono posizioni diverse, che vogliamo confrontare e valutare con attenzione».

Così i consiglieri del Centro-sinistra giustificano l'assenza da Tramariglio in occasione della convocazione dell'assemblea per l'elezione del nuovo presidente, con un comunicato stampa maldestro. «L’attuale Statuto che vorremmo superare, prevede che il Presidente del Parco sia eletto tra i membri dell’Assemblea, la quale coincide con il Consiglio Comunale. E’ in discussione anche la scelta se - in attesa del superamento dell’attuale Statuto - affidare la presidenza di garanzia al Sindaco, oppure ad un consigliere comunale espressione di una forza politica della coalizione di maggioranza. Siamo consapevoli che i cittadini di Alghero ci guardano e vogliono risposte da noi. Capiamo queste giuste esigenze; e chiediamo di comprendere che abbiamo bisogno di concludere il confronto. Ci impegniamo a farlo entro qualche giorno».

Durissima l'Opposizione, presente a Tramariglio. «Orrenda pagina della storia del massimo consesso democratico algherese, quella scritta dal Sindaco Lubrano e dalla maggioranza di sinistra. Stiamo assistendo ad una guerra senza quartiere per accaparrarsi la poltrona di Presidente del Parco che paralizza l'Amministrazione. Violentando il Regolamento consiliare in prima battuta la sinistra ha tentato di interrompere la seduta del Consiglio Comunale, per poi proseguirla oggi pomeriggio al fine di avere la giustificazione per non partecipare alla concomitante Assemblea del Parco. Ciò al fine di non fare emergere le gravi contrapposizioni sulla scelta del fortunato che dovrà occupare la poltrona». «Questo "segreto di Pulcinella" è stato peraltro confessato dal Consigliere Daga che in spregio a qualsiasi senso del pudore ha sostenuto la singolare tesi che la sinistra ha "bisogno dei suoi tempi" [VIDEO]. Una gestazione lunga e tormentata, che se non fosse per la palude nella quale ha fiondato l'Amministrazione Lubrano verrebbe da guardarla con "tenerezza"».

«Le robuste barricate dialettiche erette dai consiglieri di centrodestra hanno fatto fallire la miseranda iniziativa - sostengono Tedde, Marinaro, Zanetti, Pais, Ballarini, Polo, Giorico, Bamonti e Martinelli - non paghi, il Sindaco e la maggioranza hanno svillaneggiato il capogruppo del PdL Marco Tedde che aveva proposto di accelerare i tempi per poter così votare prima della mezzanotte, al fine di evitare di mettere a carico dei cittadini algheresi la "doppia seduta" e risparmiare importanti risorse pubbliche». Dopo aver sottolineato come il bilancio porti un «evidente Dna di Centro-destra, con tutte le opere pubbliche riconducibili alla passa giunta», i consiglieri di opposizione puntano il dito contro quello che definiscono «la "Caporetto" dell'Amministrazione Lubrano» (l'assemblea deserta ndr). «In questo quadro poco edificante - conclude la minoranza - fa meraviglia l'atteggiamento supino del gruppo C'è un Alghero Migliore, che ha basato la sua azione politica su promesse, evidentemente vane, di particolare attenzione verso la meritocrazia, la competenza ed il rinnovamento della politica. Invece, niente di nuovo».
Commenti
20:00
Per la società di Ravenna presente in forza in Sardegna, quello in Riviera del corallo sarà un vero e proprio banco di prova fondamentale. Alghero è infatti la città più grande che sarà gestita dalla cooperativa. In attesa degli investimenti - possibili dopo maggio - già programmati i primi rinforzi per la partenza del 100° Giro d'Italia
23/2/2017
Firmata oggi dal dirigente competente Giovanni Spanedda, la consegna anticipata in via d'urgenza dell'appalto di nettezza urbana alla Ciclat Trasporti Soc.Coop., dando contestuale mandato alla Centrale Unica di Committenza per la stipula del contratto
22/2/2017
Approvato col voto favorevole della Maggioranza e del Partito democratico in Commissione Urbanistica il Piano di Valorizzazione della Bonifica di Alghero. Occhi puntati sul Consiglio: c'è la possibilità di rompere col passato ed inaugurare una nuova stagione pianificatoria che la città e gli imprenditori attendono ormai da un ventennio. Il monito dei 5 Stelle: «No ai furbi e alla speculazione, Si all’impresa agricola e al lavoro»
22/2/2017
Il Consiglio di Stato si è espresso respingendo il ricorso proposto da Ambiente 2.0. Di conseguenza, grazie alla sentenza del T.A.R. Sardegna del giugno 2016, l’appalto per la Nettezza Urbana del Comune di Alghero va affidato alla Ciclat, l’impresa arrivata seconda in base alla valutazione della stazione appaltante
22/2/2017
Presentate questa mattina, le fasi del progetto che coinvolgeranno tutte le scuole di ogni ordine e grado del capoluogo turritano
30/1/2017
L’incarico del presidente del Parco dell’Asinara sarebbe «incompatibile con altri incarichi pubblici»La proposta di delibera del Consiglio comunale convocato per domani mattina (martedì) sull’isola dell’Asinara non lascia spazio a dubbi sul ruolo del futuro presidente del parco dell’Asinara
© 2000-2017 Mediatica sas