Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaLingue › Alghero "lancia" i giovani come speranza della catalanità europea
Marcello Simula 10 novembre 2005
Si è tenuta ieri sera presso il cinema Miramare la conferenza che segna l´avvio ai lavori della diciannovesima edizione delle giornate di interscambi studenteschi dei paesi di lingua catalana
Alghero "lancia" i giovani come speranza della catalanità europea


ALGHERO - I giovani come speranza della catalanità europea: attorno questo argomento portante si è tenuta ieri sera presso il cinema Miramare la conferenza che segna l´avvio ai lavori della diciannovesima edizione delle giornate di interscambi studenteschi dei paesi di lingua catalana. L´evento, che si tiene ogni anno in un paese catalano diverso, è arrivato quest´anno ad Alghero, dove da due charter sono sbarcati circa duecentosettanta studenti provenienti da vari paesi di lingua catalana. A fare gli onori di casa l´assessore alla cultura Antonello Muroni e il presidente dell´Obra Cultural Carlo Sechi, mentre Joan Amoris per i catalani ha tenuto una relazione sul destino dei paesi di lingua catalana all´interno di una futura suddivisione Europea in regioni culturali. «Tra le lingue europee - ha spiegato il relatore - il catalano è con oltre dieci milioni di parlanti tra le più diffuse». Dati questi che devono far riflettere se si vogliono recuperare identità personali e collettive della cultura catalana. «Adesso è arrivato il momento di occupare gli spazi sociali, linguistici e istituzionali che ci appartengono da anni», con queste parole Joan Amoris ha concluso il suo intervento, ricordando come la globalizzazione e l´evoluzione del mondo contemporaneo permettano oggi un´unificazione della cultura in altri tempi impossibile da realizzare. Da segnalare, infine, l´intervento di Carlo Sechi, che ha riportato l’attenzione sul caso algherese: la Riviera del Corallo, pur essendo il più piccolo tra gli insediamenti catalani in Europa, ha dimostrato negli anni di essere valida ambasciatrice della catalanità nel mondo, anche grazie ad algheresi illustri come l’attrice Rina de Liguoro, il campione della box Tore Burruni, il calciatore ex azzurro Antonello Cuccureddu e lo stilista Antonio Marras. A seguire, lo studioso Natxo Sorolla ha stimolato la riflessione sulla situazione attuale della lingua catalana. Lo stuolo di ragazzi catalani giunti in città saranno impegnati insieme a studenti algheresi in conferenze, proiezioni e laboratori fino a domani, giornata di chiusura dei lavori, mentre stasera alle ventuno e trenta, sempre presso il cinema Miramare, verrà messo in scena dagli studenti del liceo classico il Pigmalione, rappresentato in lingua catalana.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas