Skin ADV
Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaArchitettura › Architettura ad Alghero: progettarla per viverla meglio
A.B. 25 giugno 2014
In programma da sabato 28 giugno a giovedì 3 luglio, nel Complesso di Santa Chiara, la manifestazione che proporrà 44 progetti per la Città
Architettura ad Alghero: progettarla per viverla meglio


ALGHERO – “Gli studenti di urbanistica del Dadu per la città di Alghero”. Da sabato 28 giugno a giovedì 3 luglio, è in programma la mostra dei progetti degli studenti del secondo anno del corso di studio di Urbanistica elaborati negli ultimi quattro anni. Durante il corso di “Pianificazione territoriale” (con i professori Indovina ed Oriol Nel-lo ed i tutor Simula e Mastinu), gli studenti hanno lavorato per rispondere ad un bando simulato del Comune di Alghero per la progettazione degli spazi pubblici della città. I temi che dovevano affrontare, secondo il bando, erano tre: degrado e isolamento sociale, rarefazione culturale, degrado delle opere pubbliche. Anche se si trattava di una simulazione il bando presentava tutte le caratteristiche tradizionali di questo strumento (oggetto, finalità, materiali richiesti, scadenze, ecc.). I lavori degli studenti oltre ad una valutazione accademica, sono stati sottoposti alla valutazione di una Commissione di concorso esterna (formata da professionisti, presidenti degli ordini, funzionari, professori) che individuava i migliori progetti premiati con un buono-libri. Nei quattro anni, sono stati elaborati 43 progetti, riguardanti diverse parti della città: la Petraia, via don Minzoni, Maria Pia, Sant Agostino, Caval Marî, via XX Settembre, il Centro storico. Tra i principali temi si segnalano: aree parco, attività culturali, riqualificazione di aree ed edifici abbandonati, percorsi di sicurezza, attività sportive, aree marine.

In occasione della chiusura del corso del presente anno ed in corrispondenza della riunione della Commissione di esperti che valuterà i lavori, si è pensato di offrire alla città l’opportunità di vedere o rivedere (ogni anno i lavori sono stati esposti) l’intera produzione di progetti di questi quattro anni. Il livello di progettazione risulta ambizioso nei suoi obiettivi e di buon livello, nonostante la poca esperienza degli studenti e del loro ancora incompleto percorso didattico. Va segnalato, inoltre, l’alto apprezzamento espresso dalle Commissioni esterne di valutazione in ciascuno degli anni. La mostra sarà l’occasione di presentare alla città questi lavori, ma anche per riflettere su meccanismi didattici molto impegnativi, ma che ottengono ottimi risultati e sul contributo che la Scuola può fornire al miglioramento della città. La città di Alghero merita ed ha bisogno di innovazione e qualità, il Dadu può contribuire a realizzare questo obiettivo. La visita alla mostra è anche l’occasione per visitare il complesso di Santa Chiara.

L’inaugurazione della mostra è in programma sabato, alle ore 19, alla presenza del rettore dell’Università di Sassari, del sindaco di Alghero e del direttore del Dadu. La mostra è prevista dal 28 giugno a mercoledì 2 luglio. Sempre mercoledì, alle 18, spazio al seminario su “Dipartimento e città: l’apporto degli studenti”, con il presidente del Corso di studi in Urbanistica Paola Pittaluga, l’ex rettore dell’Università Iuav di Venezia Marino Folin, l’assessore comunale all’Università Gabriella Esposito ed i docenti del laboratorio del secondo anno Francesco Indovina e Oriol Nel-lo. Giovedì 3 luglio, alle ore 14.30, sono in programma l’esposizione dei progetti dell'anno accademico 2013/14 e la riunione della commissione di esperti per la valutazione dei progetti del presente anno, che comprende il presidente Folin, Esposito, Pittaluga, Tiziana Costa, Alfredo Curcuruto (Comune di Alghero) e Maria Mininni (Università di Taranto). Si chiude sempre giovedì, ma alle 19, con la premiazione dei progetti vincitori, alla presenza del direttore del Dadu Arnaldo Cecchini ed il sindaco di Alghero Mario Bruno.
Commenti
© 2000-2019 Mediatica sas