Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaEnogastronomia › "Vini di Coros", intervista al prof Farris
A.B. 26 giugno 2014 video
L’evento dedicato al vino ed alle eccellenze del territorio è in programma sabato 5 e domenica 6 luglio ad Usini. La presentazione presso la sala dell'aeroporto di Alghero
"Vini di Coros", intervista al prof Farris


ALGHERO – Oggi, giovedì 26 giugno, nell’“Area Check In” dell’aeroporto internazionale “Riviera del Corallo” di Alghero, è stata presentata la diciassettesima edizione di “Vini Coros”, la rassegna dedicata al vino e ai prodotti tipici del territorio di Usini, Uri, Ittiri, Tissi ed Ossi, in programma ad Usini sabato 5 e domenica 6 luglio. Alla conferenza stampa sono intervenuti il presidente della “Sogeaal” Carlo Luzzati, il docente del Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari Giovanni Antonio Farris, gli assessori comunali di Usini Michele Virdis e Pinuccio Fadda ed il presidente dell’associazione culturale enogastronomica “Cibus Loci” Filippo Sussarello.

Torna la rassegna dedicata alle migliori produzioni vinicole del territorio. Saranno due giorni all’insegna del vino di un’area che negli anni ha saputo ritagliarsi un ruolo di prima grandezza nel panorama enologico isolano e nazionale. Tra convegni, visite guidate, degustazioni, intrattenimento e scoperta dei migliori sapori della filiera agroalimentare, la manifestazione rappresenta una vetrina fondamentale per i prodotti del distretto vitivinicolo e gastronomico del Coros. Sabato 5 e domenica 6 luglio, l’appuntamento con il Coros e le sue eccellenze è ad Usini, nelle suggestive location dello spazio “Ex Mà”, del “Parco del Lavatoio” e dell’Auditorium comunale. Assieme alla manifestazione, tornano la seconda rassegna del Cagnulari con il premio “Billia Cherchi” e la seconda edizione di “Coros”, la mostra-mercato agroalimentare.

Organizzata dal Comune di Usini con l’Università di Sassari e con l’Agenzia regionale “Laore”, Vini di Coros punta apertamente a promuovere il territorio attraverso la valorizzazione delle sue eccellenze, ad iniziare da un comparto in ascesa ormai da tanti anni, quello vitivinicolo. Nelle intenzioni dell’Amministrazione Comunale usinese, che questa manifestazione ha ideato e portato avanti in tutto questo periodo, la rassegna deve servire a favorire la commercializzazione dei prodotti d’eccellenza che il territorio di Usini, Uri, Ittiri, Tissi ed Ossi è in grado di offrire, sia in ambito enologico che alimentare ed enogastronomico. Ma l’evento vuole rappresentare più complessivamente una vetrina per il territorio, per facilitare l’idea di un’offerta turistica integrata territoriale, basata sulle migliori qualità di cui il Coros dispone. «La rassegna dei vini di Coros è diventata un evento di rilievo regionale e nazionale, come dimostra l’attenzione della stampa specializzata e degli addetti ai lavori rispetto alle ultime edizioni - spiega il sindaco di Usini, Giuseppe Achenza - Proprio per questo motivo abbiamo deciso di replicare la formula delle scorse edizioni, con l’augurio di replicare l’alto numero di presenze registrate grazie alla mostra-mercato agroalimentare e alle degustazioni di prodotti tipici».

L’apertura ufficiale di “Vini di Coros 2014” è fissata per le ore 10 di sabato, nello spazio Ex Mà, che ospiterà la degustazione a porte chiuse dei vini in rassegna da parte dei sommelier. Alle 17, nel Parco del lavatoio, aprirà i battenti la mostra-mercato agroalimentare dedicata ai prodotti del territorio di Coros. Dalle ore 17.15 alle 20.30, a distanza di un’ora una dall’altra, prenderanno il via le visite guidate e le degustazioni dedicate alle cantine “Galavera”, “Fiori Francesco”, “Tanarighe” e “Pisoni”. Si tratta di eventi a numero chiuso, ai quali potranno partecipare solo coloro che avranno prenotato per tempo, telefonando ai numeri 345/1795771, 393/0529452 e 342/0385153. Chiusura all’insegna dell’intrattenimento, con la musica dei Mister Wine, originale cover band che inizierà a suonare intorno alle 22. La mostra-mercato agroalimentare andrà avanti anche domenica. Alle ore 10.30 ed alle 12 sarà la volta delle visite guidate e alle degustazioni delle cantine “Cherchi G.Maria” e “Giovanna Chessa”, sempre su prenotazione, così come il pranzo con degustazione guidata ai vini di Usini ed ai prodotti del territorio, previsto per le 13 al “Ristorante Baldinu” (prenotazione ai numeri 079/380540 e 331/1803657). Alle ore 17.30, Vini di Coros si sposterà all’Auditorium comunale per il convegno “Alcune linee guida ed economiche per la lavorazione del vino” e per la premiazione dei vini in rassegna. Alle 20.30, ancora al Parco del lavatoio, il gran finale dell’evento prevede la degustazione dei vini in rassegna e una serata dedicata al folklore, tra canti e balli sardi.

Al centro dei lavori di quest’anno, oltre ovviamente alle degustazioni, alle visite guidate e alla mostra-mercato, sarà il convegno dedicato alla produzione, alla valorizzazione e alla commercializzazione del vino. Si tratta di un appuntamento di grande prestigio, ad iniziare dalla qualità dei relatori invitati a portare il loro contributo al dibattito pubblico. I lavori saranno moderati da Giovanni Antonio Farris. del Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari. Dopo la registrazione dei partecipanti, fissata per le 17.30, ed il saluto dei rappresentanti del territorio, sarà lui, alle ore 18.15, ad illustrare più nel dettaglio gli obiettivi del convegno. Alle 18.30, è prevista la relazione di Massimo Vincenzini (Università di Firenze), che sarà dedicata a “Lieviti e qualità dei vini, una testimonianza dalla Toscana”. A seguire, l’intervento di Giuseppe Melis (Università di Cagliari), che parlerà di “Vino e marketing, l’esperienza della Sardegna”. Dalle parole dei due relatori scaturirà il dibattito pubblico, la cui chiusura è fissata per le ore 20, così da dare spazio alla cerimonia di premiazione dei vini in rassegna.

Anche quest’anno, gli organizzatori hanno deciso di abbinare alla rassegna un concorso riservato ai vini dell’area. Il comitato promotore è presieduto dal professor Farris. «L’iniziativa punta a mettere in evidenza la migliore produzione enologica del territorio, per farla conoscere ai consumatori e agli addetti ai lavori - spiegano gli organizzatori - Ma il concorso serve anche per stimolare gli imprenditori vitivinicoli al continuo miglioramento qualitativo e organizzativo delle proprie aziende, in funzione delle esigenze di un mercato sempre più competitivo e degli scenari delineati a livello internazionale dalle politiche comunitarie». I vinificatori ammessi al concorso si distinguono in tre categorie: “produttori”, “amatori” e “produttori/amatori” del Cagnulari, il vitigno che per eccellenza rappresenta quest’area nell’immaginario collettivo. Non è ammesso chi ottiene vini da uve che non provengono dal Coros. I vini ammessi al concorso sono i vini bianchi comuni secchi del 2013, i vini rossi comuni secchi del 2013 ed il Cagnulari del 2013. La seconda rassegna del Cagnulari è dedicata al pioniere Billia Cherchi, che con la sua attività ha fatto conoscere il vino a livello internazionale. Questo dimostra l’attenzione che il Comune di Usini riserva a un prodotto che appartiene al patrimonio culturale e identitario del territorio ed è diventato il segno di riconoscimento della produzione vinicola usinese e da alcuni anni viene coltivato anche nella Nurra.

Vini di Coros è organizzato dal Comune di Usini con il Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari e l’Agenzia regionale Laore. La rassegna gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale, della Provincia di Sassari, dell’associazione delle “Città del Vino” e dell’associazione delle “Città dell’olio”. L’organizzazione è stata possibile anche grazie al contributo di “Camera di Commercio di Sassari”, “Banco di Sardegna”, “Fondazione Banco di Sardegna”, “Econord”, “Sarda Ponteggi srl” di Usini ed “Unipol”. L’organizzazione si avvale della preziosa collaborazione della “Consulta giovanile” di Usini e della “Pro Loco” di Usini.
Commenti

23:33
Lunedì 25 luglio, presso la sala conferenze dell´azienda Sella & Mosca, si terrá la presentazione della proposta di legge del senatore Dario Stefáno su "Istituzione del l´insegnamento di storia e civiltà del vino"
23/7/2016
Lunedì, per iniziativa del gruppo misto al Senato, la sala conferenze dell´azienda Sella & Mosca ospiterà la presentazione della proposta di legge del senatore Dario Stefano sull´istituzione dell´insegnamento di storia e civiltà del vino nelle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado
22/7/2016
Oltre 40 piccole imprese, tanti dipendenti, un prodotto artigiano di elevata qualità e notevole varietà, grande entusiasmo e la necessità di una legge regionale che possa tutelarli
© 2000-2016 Mediatica sas