Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaOpinioniAgricolturaUna nuova Agricoltura è possibile
Luigi Lotto 20 agosto 2014
L'opinione di Luigi Lotto
Una nuova Agricoltura è possibile


Sono trascorsi i primi 5 mesi di attività del nuovo Consiglio Regionale e il bilancio presentato dal Presidente Pigliaru ha evidenziato un impegno della maggioranza di centro sinistra su più fronti per rimettere in marcia un’isola ancor più in crisi del resto dell’Italia. Sul fronte delle attività produttive, la commissione quinta, a conferma di una sensibilità particolare, ha dedicato gran parte del proprio tempo al settore agricoltura e pesca, portando alla approvazione del Consiglio Regionale la legge sugli indennizzi per i danni da lingua blu, la proroga delle concessioni demaniali e le nuove norme su agro biodiversità, marchio regionale di qualità e distretti. Credo si possa parlare di un risultato lusinghiero che crea le condizioni perché i pastori affrontino con maggiore fiducia le difficoltà che le emergenze sanitarie stanno provocando, nonché per superare lo sconcerto, che ha assalito anche tutti noi, dopo le notizie relative alle azioni delinquenziali che hanno accompagnato, negli anni passati, la gestione dei vaccini per la febbre catarrale.

Anche la proroga al 2020 delle concessioni demaniali per la pesca rappresenta una boccata di ossigeno per gli operatori del settore. Peraltro sarà utile che anche su questo fronte la Regione marchi una presenza più puntuale di quanto non sia stata finora, al fine di realizzare un vero e proprio rilancio di un settore per troppo tempo trascurato ma che ritengo ricco di potenzialità fino a oggi inespresse.

Le nuove norme in materia di agricoltura rappresentano però il risultato più significativo di questo inizio di attività del Consiglio Regionale. L’aver affrontato, come meglio specificato nella relazione presentata al Consiglio (v. allegato), il tema della tutela e valorizzazione della agro biodiversità, l’istituzione di un marchio di qualità dei prodotti agro alimentari garantito dalla Regione Sardegna e l’aver normato la costituzione dei distretti, rappresenta infatti un indubbio passo in avanti verso la creazione di un quadro legislativo regionale più adeguato ai tempi. Certo, fare e approvare le leggi è importante, ma ancor di più importante sarà applicarle e farle applicare affinché producano i risultati auspicati dal legislatore. Qui entrano in gioco tutti i protagonisti, l’Assessorato e le Agenzie Regionali, gli enti locali e, in particolare le imprese agricole e agro alimentari. Sono certo che, se sapremo gestire con intelligenza e impegno la fase nuova che si apre per il nostro sistema economico, i risultati non tarderanno ad arrivare.

*consigliere regionale
Commenti
18:19
Centinaia di pagamenti legati al bando sui riproduttori bovini sono ancora congelati nelle casse dell’Argea dall’estate del 2013 e su tutto il territorio gallurese cresce il malcontento tra gli allevatori
15:18
Nei mercati gialli, via alla Festa della frutta: produttori ed esperti sono a disposizione dei consumatori per dare i consigli e le informazioni del caso
16:32
«Grazie alla Legge forestale abbiamo adesso uno strumento per valorizzare la produzione», dichiara l´assessore regionale Donatella Spano
23/6/2016
«In arrivo l´accordo tra Abi e Argea per le anticipazioni del Psr», annuncia l´assessore regionale dell´Agricoltura Elisabetta Falchi
24/6/2016
Il volume di acqua presente all’interno della Diga del Liscia risulta pari a poco meno di 50milioni di metri cubi. «Rispettare le turnazioni», chiede il Consorzio di Bonifica della Gallura
24/6/2016
L’infestazione sta causando il blocco dell’estrazione del sughero. Per combattere il fenomeno, servono più risorse e una programmazione a lungo termine. «Dalla Regione servono più risorse», dichiarano i rappresentanti della Coldiretti Sassari e Gallura
© 2000-2016 Mediatica sas