Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroEconomiaEconomiaAdieu Sisa in arrivo Coop, apre Lidl
S.A. 2 settembre 2014
Rivoluzione ad Alghero nella grande distribuzione. I 15 punti Delta Coop (8 in città) a marchio Sisa diventeranno Sigma Coop. Quello di via XX Settembre ad ottobre passerà ad un discount per igiene e casalinghi. Entro pochi mesi, il nuovo supermercato discount di origine tedesca
Adieu Sisa in arrivo Coop, apre Lidl


ALGHERO - La Delta Coop Sisa cambia pelle e da metà ottobre diventerà Sigma Coop. Il cambiamento riguarderà tutti i negozi che in Sardegna appartenengono al marchio (per intenderci anche Cobec a Sassari), tra cui anche i 15 che fanno riferimento alla piazza algherese, di cui 8 in città e altri in paesi della provincia di Sassari, ma anche uno inaugurato a Porto Cervo lo scorso anno. «E' stata una scelta dettata da logiche di organizzazione ed economicità - spiega il patron della Delta Coop Giuseppe Sechi - Dopo 25 anni si è deciso di firmare un contratto con un altro nome della grande distribuzione». I vantaggi sono quelli di far parte di un grande gruppo, che nel 1987 ha partecipato alla fondazione del Cid, la prima supercentrale d'acquisto italiana, nel 2004 ha avviato la partnership con Coop Italia, che nel 2006 si è evoluta in Centrale Italiana, alleanza che comprende anche Despar e Il Gigante.

«Il passaggio si rifletterà sull'assortimento - annuncia Sechi - con un linea di prezzi discount, un'altra con prodotti di élite ed eccellenze regionali e una dedicata ai salutisti e alle intolleranze» (celiachia, lattosio ecc.). Non è l'unica novità per l'imprenditore algherese, 47 anni, che dal primo supermercato aperto nel 1990 oggi nella sua decina di punti vendita conta circa 250 posti lavoro (escluso la stagione turistica con i grandi alberghi, solo l'aeroporto e l'ospedale viaggiano su questi numeri). Fra circa due mesi nel negozio Delta di via XX Settembre aprirà un punto Mauris specializzato nel no-food discount: igiene persona e casa, casalinghi e giocattoli. Di più: sono in corso delle trattative per rilevare l'Ecom di via Vittorio Emanuele, ma sull'operazione ancora Sechi non si sbilancia, «stiamo valutando in che modo salvare i posti di lavoro». Una geografia complessa e variegata quella della grande distribuzione per Alghero «dove i supermercati sono di più delle civili abitazioni» ironizza Sechi, che non si lamenta troppo «per una stagione non andata male, più o meno in linea con le presenze del 2013, ma con un fatturato minore perche la crisi si ripercuote anche sui consumi».

Piuttosto, l'imprenditore si sfoga sulla situazione generale nella quale si opera: «le aziende stanno facendo fatica per mantenere la forza lavoro, la politica anche quella locale deve offrire più stimoli, iniziative importanti e strutturali per incentivare il turismo in un territorio come questo». Ma ha da dire qualcosa anche sulla "coscienza" del consumatore, a costo di sembrare di parte: «i sardi devono imparare a fare la spesa, sapere quali sono le aziende nate e cresciute nell'Isola, ma soprattutto con investimenti che si fermano qua, e non nelle altre parti del mondo». Quelle della galassia ex Sisa, tuttavia, non saranno le uniche sorprese dell'autunno algherese. Entro Natale aprirà il Lidl, una catena di discount europea, di origine tedesca. Il nuovo supermercato sorgerà in una struttura in fase di costruzione all'uscita di Alghero (fronte Cimitero).
Commenti
15:46
In investimento di oltre 1,5 milioni di euro, Oristano è tra le principali città italiane a poter vantare infrastrutture telefoniche di nuova generazione
28/3/2017
Il patron di Moby ha un debito con lo Stato di 180 milioni di euro per l’acquisizione di Tirrenia in amministrazione straordinaria e la prima rata del Prezzo Differito, scaduta quasi un anno fa, non è stata pagata. È tutto nero su bianco nella settima relazione della gestione commissariale di Tirrenia che si riferisce al periodo che va dal 1° gennaio al 30 giugno 2016
9:00
Cosi le banconote da 10 e 5 euro sono diventate introvabili soprattutto per le attività commerciali che faticano nel cambio resto con i loro clienti
28/3/2017
I lavoratori dell’indotto dell’Area industriale di Porto Torres (Area di crisi complessa) potranno contare su un progetto di riconversione da 3 milioni di euro fondato sulle politiche attive del lavoro, che dovrà favorire il loro reinserimento occupazionale.
28/3/2017
Sarà pronto entro due mesi e servirà a decidere la destinazione dei fondi di ingegneria finanziaria. Servirà a decidere la destinazione dei fondi di ingegneria finanziaria aperti presso la Sfirs, circa 300 milioni di euro, durante la precedente legislatura
28/3/2017
A proporre l’emendamento alla manovra finanziaria il capogruppo regionale di Forza Italia Pietro Pittalis, l’ex assessore al turismo Luigi Crisponi (Riformatori) e il capogruppo del Psd’Az Angelo Carta
28/3/2017
Nel corso della riunione verranno esaminati, in particolare, lo stato di avanzamento dell’iter di valutazione delle proposte presentate e i tempi per l’avvio dei progetti
© 2000-2017 Mediatica sas