Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaCronacaInformazione › Il Forte dei Marmi per la satira ad Alessia Massidda
S.A. 13 settembre 2014
Alessia Massidda di Serri, settecento anime in provincia di Cagliari, è stata premiata, per la sezione «Tesi di Laurea, con uno studio sulle caricature di Gabriele D’annunzio, dalla giuria del Premio per la satira politica di Forte dei Marmi arrivato alla 42esima edizione… Insieme a Massidda, per il giornalimo e il disegno, il web e la tivù, anche Carlo Freccero e Virginia Raffaele, Marco Damilano, Maccio Capatonda e Andrea Zalone
Il Forte dei Marmi per la satira ad Alessia Massidda


CAGLIARI - Con la sua ricerca sulle caricature di Gabriele D’Annunzio, Alessia Massidda di Serri, comune di 700 abitanti, vicino a Barumini, ha vinto il Premio forte dei Marmi per la satira politica per la sezione «Tesi di laurea». Le caricature di D’Annunzio, poeta e soldato, vate e politico, romanziere e condottiero, per tutta la prima parte del Novecento hanno rappresentato un genere su cui si sono misurati i più grandi artisti della satira del suo tempo.

La prima fu firmata da un grande direttore, Luigi Arnaldo Vassallo ancora famoso nella storia della satira politica con il suo pseudonimo: «Il primo fu Gandolin, nel 1886» ha scritto la giuria di Forte dei Marmi nella motivazione, «e da allora le caricature di D'Annunzio, fino alla prima parte del Novecento, sono state innumerevoli. Di ciascuna dà conto Alessia Massidda, laureatasi a Cagliari con la tesi "Gabriele D'Annunzio in caricatura" che ripercorre in filigrana l'attività di uno dei personaggi più in vista di quel periodo, arricchendo il suo esemplare lavoro con una puntuale analisi della caricatura come forma d'arte».

Alessia Massidda è stata premiata nella serata presentata da Serena Dandini, nella mitica Capannina di Franceschi, insieme ad Andrea Zalone, autore dei teasti della trasmissione satirica, Crozza della Meraviglie, sulla Sette, a Nadia Khiari celebre disegnatirce tunisina, a Marco Da Milano, giornalista dell’Espresso, a Maccio Capotonda per la satira virale sul Web, a Carlo Freccero per il suo libro «Televisione», a Virginia Raffaele per le sue beffarde imitazioni come l’insuperabile presa in giro della Minetti. È la seconda volta che uno dei premi di Forte viene assegnato alla Sardegna. Prima di Massidda era toccato a Marco Vukic disegnatore delle testate di IsolaMedia.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas