Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniViabilità Ad Alghero solo bicicriti-città
Carmelo Spada 16 settembre 2014
L'opinione di Carmelo Spada
Ad Alghero solo bicicriti-città


La Settimana Europea della Mobilità Sostenibile mira a rivalutare il nostro modo di vedere lo spazio urbano esaminando il rapporto tra uso del territorio e qualità della vita e incoraggiare i cittadini di tutta Europa a declinare il tipo di città in cui desiderano vivere, da qui lo slogan “Le nostre strade, la nostra scelta”. I cittadini hanno il potere di plasmare l’uso dello spazio urbano; ma nei fatti le città sono state plasmate da urbanisti che avevano in mente un solo modo di spostarsi: i veicoli a motore. Un mezzo di trasporto che richiede una grande quantità di terra, è costoso e produce CO2. Le aree urbane di tutta Europa sono state, infatti, concepite per facilitare le auto, spesso a scapito di altre forme di trasporto. La prevalenza di veicoli privati ha portato i centri abitati a essere sempre più congestionati, inquinati e rumorosi; e allo stesso tempo sempre meno sani e poco piacevoli, con pochissimo spazio a disposizione per la ricreazione e il tempo libero.

Senza contare il degrado ambientale e la perdita di produttività economica. Inoltre, anche le esigenze dei ciclisti e dei pedoni sono state spesso messe da parte. I primi sono spesso spinti ai lati, ed è loro offerta solo una piccola striscia dipinta sull’asfalto, mentre i pedoni devono accontentarsi di stretti marciapiedi senza alberi. Il trasporto pubblico, poi, è insidiato dal predominio dell’automobile privata. Si dovrebbe, invece, puntare a un cambiamento nelle priorità di mobilità, in modo che coloro che utilizzano mezzi di trasporto a basso impatto possano occupare il centro delle scelte delle Amministrazioni locali. E ad Alghero che cosa è fatto? E soprattutto che cosa si dovrà fare per una reale mobilità sostenibile? Moltissimo.

Il Comune di Alghero sin dal 2011, ha aderito all’iniziativa Patto dei Sindaci dell’Unione Europea con l’obiettivo di ridurre entro il 2020 oltre il 20% delle emissioni di CO2 attraverso una serie di azioni con la realizzazione delle piste ciclabili, l’introduzione della metropolitana di superficie da Alghero verso l’Aeroporto e Sassari, integrate alla promozione della mobilità alternativa, della ciclabilità, della mobilità elettrica, del bike e del car sharing e dell’uso di tecnologie low carbon con l’adeguamento dei mezzi di trasporto urbano. Inoltre nel 2013 il Comune di Alghero e la Provincia di Sassari hanno congiuntamente redatto il Paes (Piano di Azione per l'Energia Sostenibile) attraverso il quale si possono analizzare i dati e formulare una valutazione in merito alla mobilità sostenibile ad Alghero. La differenza tra quanto programmato e realizzato sono numeri e fatti inequivocabili. Un dato emblematico: dei 35 km di piste ciclabili previste solo 12,5 km ne sono state realizzate. E queste presentavano tutta una serie di criticità anzi, con un gioco di parole, si può parlare di bicicriti-città. In particolare si evidenzia che manca una rete ciclabile all’interno del tessuto urbano che possa far muovere in sicurezza il ciclista. C’è da augurarsi che la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile sia occasione di progetti concreti ed esecutivi piuttosto che la solita sfilata con i vari assessori di turno in bicicletta.

*Presidente della sezione algherese di Wwf
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas