Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmbiente › Quattro orti urbani per Alghero. Bando per i contadini di città
Sara Alivesi 22 settembre 2014
Le aree che saranno destinate alla coltivazione saranno via Venti Settembre con via Mazzini; via Costa con via degli Orti; il Carmine; via Corsica. Si potranno dividere in lotti la cui assegnazione avverrà tramite un bando con durata triennale
Quattro orti urbani per Alghero
Bando per i contadini di città


ALGHERO - In tempi di crisi si ritorna alla terra. Chi ricomincia a coltivare un terreno di famiglia trascurato da tempo, chi si mette a farlo in città, negli orti urbani che nelle città italiane stanno spopolando. E' una tendenza nata in Europa ma che sta prendendo piede anche in Italia dove sono circa 21 milioni secondo la Coldiretti i contadini di città e 1,1 milioni i metri quadri di terreno di proprietà comunale divisi in piccoli appezzamenti e adibiti alla coltivazione ad uso domestico, all’impianto di orti e al giardinaggio ricreativo.

C’è un orto urbano nel 44 per cento dei comuni italiani capoluoghi di provincia con una netta prevalenza al Nord Ovest del paese dove sono il 72 per cento quelli che hanno previsto un orto condiviso. A Bologna gli orti urbani si sono addirittura trasformati in cooperativa di coltivatori e consumatori, con un centinaio di soci fruitori e qualche dipendente a tempo pieno.

Alghero si sta preparando a questa rivoluzione culturale. Un processo già iniziato nella precedente legislatura e che in questa nuova si sta concretizzando tanto che il regolamento sarà sottoposto al vaglio della Giunta già dal prossimo mercoledì. Un precedente in città c'era stato negli anni scorsi con alcune scuole che avevano realizzato un progetto in collaborazione con l'associazione Corallo Verde. Ora la politica locale si porta avanti con una delibera che ha come obiettivo la promozione di pratiche di orticultura innovativa e rivitalizzazione degli spazi verdi in disuso o abbandonati. Ma anche forme di auto-organizzazione dei cittadini attraverso dei modelli di fruizione collettiva degli spazi pubblici, di socializzazione e di miglioramento del paesaggio urbano. Le aree che saranno destinate alla coltivazione saranno quattro: via Venti Settembre con via Mazzini; via Costa con via degli Orti; il Carmine; via Corsica. Ciascuna area sarà divisa in lotti da destinare ad anziani, scuole ed università, associazioni e ordinari. L'assegnazione avverrà tramite un bando e avrà una durata triennale.
Commenti
22:44
Entro luglio le singole regioni dovranno recepire la legge che introduce i LEPTA, ossia il livello minimo omogeneo in tutto il territorio nazionale per lo svolgimento delle attività che il Sistema nazionale è tenuto a garantire
20:10
Raccolta rifiuti e spazzamento a rischio il 28 gennaio. L’accordo sulla società consortile tra le aziende che gestiscono il servizio raccolta rifiuti urbani non c’è stato e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Fiadel hanno deciso di proclamare lo sciopero probabilmente alla fine del mese di gennaio
8:24
Richiesta del consigliere sardista Davide Tellini di inserimento all´ordine del giorno del consiglio comunale la discussione sul servizio raccolta Rifiuti solidi urbani
16/1/2017
Il 2016 si chiude con il dato peggiore degli ultimi cinque anni: al 31 dicembre 2016 la diga del Liscia conteneva 33,7 milioni di metri cubi d´acqua, pari al 32% della capienza totale
© 2000-2017 Mediatica sas