Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaArcheologia › Serata algherese per i Giganti di Monte Prama
S.A. 24 settembre 2014
Venerdì 26 settembre in programma ad Alghero una conferenza con esperti sul tema dei giganti trovati a Cabras
Serata algherese per i Giganti di Monte Prama


ALGHERO - Venerdì 26 settembre alle 19 ad Alghero, nella sede del Dipartimento di Architettura nel Complesso Santa Chiara sui Bastioni Marco Polo, si terrà una serata dedicata ai Giganti di Monte Prama con la conferenza "I giganti di Pietra. Monte Prama, l'Heroon che cambia la storia della Sardegna e del Mediterraneo. Interverranno gli archeologi Paolo Bernardini e Raimondo Zucca (che cura l'attuale campagna di scavi nel sito di Monte Prama), lo storico Guido Clemente e Enrico Clementa (giornalista e direttore Editoriale della Casa editrice Fabula). Coordina il Prof. Giovanni Maciocco.

I “Giganti di Pietra”, le grandi sculture trovate a Monte Prama, vicino a Cabras, dopo il loro restauro nel Laboratorio di Li Punti, sono esposte nel Museo di Cabras e nel Museo Archeologico di Cagliari. Gli studiosi discutono animatamente sul loro significato, ma vi è ormai la consapevolezza che esse sono un documento di importanza straordinaria, che obbliga a ripensare la storia non solo della Sardegna, ma di tutto il Mediterraneo. L´isola appare al centro di una rete di rapporti internazionali, e la capacità di costruire un complesso monumentale, un santuario, con le grandi statue, testimonia di una società molto più vivace di quello che si poteva ritenere prima di questo ritrovamento.

La casa editrice Fabula ha pubblicato un libro, “Giganti di Pietra. Monte Prama, l´Heroon che cambia la storia della Sardegna e del Mediterraneo”, che per la prima volta presenta i dati di scavo delle campagne condotte tra il 1975 e il 1979, con saggi degli stessi archeologici che quegli scavi hanno condotto, Alessandro Bedini e Carlo Tronchetti, e di due studiosi di riconosciuta competenza, Giovanni Ugas e Raimondo Zucca. Quest´ultimo, che partecipò da giovane studente alle prime campagne, collabora ora con la Soprintendenza nella nuova campagna di scavi in corso. Si è così offerto un punto di partenza e di provvisoria sintesi per la conoscenza dei problemi, affascinanti e ancora non risolti, posti da questo complesso straordinario. La campagna in corso potrà offrire altri elementi di conoscenza, ma tutti hanno la convinzione che occorrerà molto tempo, e molto lavoro, per arrivare a misurare tutta l´importanza del ritrovamento. La discussione organizzata promossa dalla Libreria Cyrano e dalle Edizioni Fabula è un momento di questo percorso.
Commenti
23/5/2016
La nuova denuncia del deputato di Unidos Mauro Pili che ha annunciato un´interrogazione urgente alla Camera: Il sito archeologico più importante dell´Isola trasformato in un campo incolto dove la negligenza di Stato la fa da padrona
© 2000-2016 Mediatica sas