Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › FI sbotta: «sciacallaggio politico»
S.O. 24 settembre 2014
Non va proprio giù ai consiglieri azzurri algheresi Michele Pais, Maurizio Pirisi e Nunzio Camerada il finale del Consiglio comunale di martedì
FI sbotta: «sciacallaggio politico»


ALGHERO - Non va proprio giù a Michele Pais, Maurizio Pirisi e Nunzio Camerada il finale del Consiglio comunale di martedì, con la maggioranza compatta che fa propria la mozione presentata inizialmente proprio da Forza Italia impegnandosi, in attesa di indicazioni normate dal Parlamento (come in realtà già dispone la legge) a prevedere lo spacchettamento degli appalti quando rispondenti a precisi criteri di economicità e funzionalità. Gli esponenti forzisti parlano così di «ignobile atteggiamento».

Nella loro ricostruzione degli eventi [GUARDA LE IMMAGINI DEL CONSIGLIO] sottolineano come nonostante il ritiro della mozione medesima da parte del gruppo proponente di Forza Italia, «ritiro resosi necessario a seguito della decisione della maggioranza di eliminare dal testo proposto una delle parti più qualificanti, relativo alla suddivisione in più lotti funzionali dell’appalto di igiene urbana così come, peraltro, previsto dalla legge» la maggioranza abbia ugualmente proseguito.

«Un atto di vero e proprio sciacallaggio politico - attaccano Pais e compagni - che evidenzia, al di la degli appelli alla collaborazione, la chiusura ad ogni proposta che proviene dall’opposizione e che certifica la penuria di idee concrete della maggioranza». «Tuttavia - continuano - al di là dello squalificante aspetto politico dell’azione posta in essere dalla maggioranza, quel che più conta è che a seguito di ciò, nessuna delle imprese algheresi potrà partecipare all’appalto più importante del Comune di Alghero, relativo all’igiene urbana, dell’importo di 70 milioni di euro».

«Una scelta che favorirà i grossi gruppi imprenditoriali del continente, incapaci di svolgere un buon servizio ma capacissimi a portar fuori dal nostro territorio l’enorme quantità di danaro pagata dalle tasse degli algheresi, impoverendo ulteriormente la nostra città. L’approvazione della mozione nella sua formulazione originaria avrebbe consentito, invece, una ricaduta immediata sul tessuto economico cittadino, fatto di medie e piccole imprese, che bene potrebbero gestire la parte relativa alla raccolta del materiale oggetto di riuso, come vetro, cartone, plastica, indumenti, ecc, favorendo la creazione di una filiera virtuosa legata al riciclo capace di produrre importanti ricadute economiche e di creare nuovi posti di lavoro per i nostri concittadini» concludono Pais, Camerada e Pirisi.
Commenti
19:37
Il gruppo consiliare del Pd di Alghero, in sintonia e sinergia con la Segreteria cittadina, esprime soddisfazione per la presa d´atto del Consiglio comunale del Piano di Assetto Idrogeologico, ma la mancata partecipazione dei consiglieri di minoranza non è passata inosservata ai Dem
19:48 video
La presa d´atto del potenziale rischio idrogeologico del territorio comunale, come facilmente comprensibile, è alla base di tutta la pianificazione urbanistica territoriale. Lunedì il Consiglio comunale di Alghero ha adottato il Piano di Assetto Idrogeologico colmando una grave carenza del passato. Sul Quotidiano di Alghero le immagini esclusive della seduta consiliare (per problemi tecnici manca il finale di seduta)
8:28
Inutile sottolineare l´importanza dell´approvazione del Piano di Assetto idrogeologico, atteso ad Alghero da molti anni. Grande soddisfazione per i Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea, Sa Segada - Tanca Farrà. Nelle prossime ore il video integrale del consiglio comunale
9:00
La presa d´atto del Piano di Assetto Idrogeologico, oltre che essere un atto dovuto al fine di programmare e progettare tutte le eventuali opere di mitigazione realizzabili, fotografa la reale situazione idraulica del territorio. Ma non mancano le voci contrarie, come quella dell´ex consigliere Pietro Bernardi
10/12/2017
Sono 1740 le famiglie che riceveranno il sussidio: 1400 per i mesi di novembre e dicembre, mentre a 340 saranno pagate insieme 4 mensilità (le due precedenti, oltre a novembre e dicembre)
© 2000-2017 Mediatica sas