Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › «Da Forza Italia solo demagogia»
A.B. 24 settembre 2014
I consiglieri della lista che fa parte della maggioranza cittadina, hanno risposto alle esternazioni dei forzisti sullo spacchettamento degli appalti: «Pais e compagni in cerca della popolarità perduta. Forza Italia svesta i panni della propaganda elettorale»
«Da Forza Italia solo demagogia»


ALGHERO - «Al di là degli interessanti esercizi di retorica a cui ormai siamo purtroppo abituati, le proposte dei consiglieri comunali di Forza Italia si caratterizzano per l'elevata dose di demagogia e la totale approssimazione. Dopo aver per un intero decennio sparso per appalti milioni di euro per tutta Italia, lasciando le briciole alle imprese algheresi, Pais e compagni almeno per senso del pudore dovrebbe aver un minimo di ritegno nell’affrontare certi argomenti». Questo l’incipit dell’intervento dei consiglieri della lista Per Alghero, che hanno voluto rispondere così alle esternazioni dei forzisti presenti nel Consiglio Comunale algherese, sullo spacchettamento degli appalti [LEGGI].

«Se i forzisti algheresi avessero approfondito un minimo le norme prima di lamentarsi pubblicamente – proseguono - si sarebbero resi conto che in regime di libera concorrenza tutti gli operatori economici locali, regionali, nazionali ed europei, possono partecipare agli appalti con le stesse possibilità di aggiudicazione quindi, per legge, non è assicurabile l’affidamento a specifiche imprese locali. Inoltre per svolgere il servizio di trasporto e gestione dei rifiuti solidi urbani le imprese devono essere iscritte all’albo nazionale dei gestori ambientali e devono soddisfare specifici requisiti di idoneità tecnica e di capacità finanziaria che purtroppo le imprese locali attualmente non possiedono per poter gestire direttamente un servizio, a prescindere dalla suddivisione in lotti funzionali».

I consiglieri di una delle liste che compongono la maggioranza cittadina, aprono comunque uno spiraglio alle realtà locali. «Niente e nessuno vieta che le stesse imprese ragionino sulla possibilità di partecipare ad una gara sotto forma di raggruppamento, verificando i requisiti e l’interesse: è una possibilità prevista dalla legge e dal bando che quindi non esclude a priori che le imprese algheresi possano partecipare ad appalti riferibili a servizi per i quali sono richiesti requisiti specifici. In merito all’auspicio della creazione di filiere legate al riciclo poi, si rimandano i forzisti allo studio più approfondito del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n.152 (Testo Unico Ambientale) che prevede la possibilità di istituire rapporti con Consorzi di filiera locale per le raccolta di specifiche tipologie di rifiuti (vetro, carta, cartone, plastica, ecc.), ma che ciò presuppone un importante sforzo congiunto tra classe imprenditoriale ed istituzioni ad ogni livello, per favorire la nascita e quindi crescita di imprese locali in grado di poter non solo raccogliere, ma anche effettivamente recuperare i citati rifiuti».

In conclusione, i consiglieri comunali della lista Per Alghero auspicano che, per il prossimo futuro, «al di là degli isterismi, il gruppo di Forza Italia voglia anche fare proposte che abbiano ricadute concrete per la nostra comunità. Questa maggioranza lo sta già facendo, e in maniera seria e responsabile. Il prossimo appalto per la realizzazione delle rotatorie sarà suddiviso in due lotti funzionali per consentire maggiori possibilità alle imprese artigiane locali [LEGGI]. Se invece Pais e compagni preferiscono rincorrere l'ormai perduta popolarità, potrebbero incominciare col rimborsare tutti i consiglieri del gettone di presenza sprecato nella seduta di ieri. Le loro proposte, infatti, sono superate e inutili perché già previste dalla legge e bene ha fatto la maggioranza (e non solo) a sottolinearlo pubblicamente. Lo spacchettamento degli appalti, se rispondenti a precisi criteri di economicità e funzionalità, è pratica già prevista dalla vigente normativa, come peraltro il Comune di Alghero si appresta a fare per la realizzazione delle rotatorie (anche qui andando realmente incontro agli algheresi, con un sensibile risparmio rispetto a quanto preventivato da Pais e compagni) e per la circonvallazione», concludono i rappresentanti della Maggioranza.
Commenti
7/12/2016
Nella mattinata odierna Mario Bruno ha firmato il provvedimento di revoca alla nomina di Assessore (avvenuta nel 2014). Positivi i suoi due anni e mezzo di amministrazione, numerosi i progetti avviati. In pole position per ricoprire l´incarico Ornella Piras
23:00 video
Via libera al regolamento per la video-sorveglianza pubblica in previsione dell´installazione delle telecamere in alcuni punti strategici della città. Approvazione unanime per valorizzare Saint Exupery e il suo legame con la città. Su Alguer.it le immagini integrali del consiglio comunale di Alghero
18:41
Lunedì 12 dicembre, a causa di intervento tecnico, non sarà disponibile la rete telematica del Comune di Porto Torres con i relativi servizi, a partire dalle ore 9
17:19
Non piace proprio a una parte dell´opposizione la scelta dell´amministrazione comunale e del Consiglio comunale di Alghero d´istituire un periodico di informazione istituzionale. Movimenti e gruppi politici promuovo una raccolta firme
7/12/2016
Praticamente certo il ritiro delle deleghe allo Sviluppo economico del comune di Alghero, Attività produttive, Politiche del lavoro, Suap e commercio, Rapporti con i quartieri del Lido, Pietraia e Maria Pia fino ad oggi in capo a Natacha Lampis
11:30
Le motivazioni che hanno portato i Segretari Generali Cisl Trasporti e Fiadel ad attivare le procedure di Legge di cui alla L.146/90 sono «tutte le inadempienze che ormai si trascinano fin dal primo aprile scorso – dichiara il segretario generale Fit Cisl, Giuliano Deliperi - ovvero dalla data di inizio di questo appalto
7/12/2016
Sono in totale ventitre gli alberi posizionati in questi giorni, allestiti con luci, addobbi e rivestiti alla base con ciclamini: dal centro alle borgate
8/12/2016
Così i bambini di due classi seconde della scuola elementare “Borgona nel loro primo consiglio comunale presieduto da Loredana De Marco hanno avanzato le loro proposte al sindaco e alla giunta
© 2000-2016 Mediatica sas