Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaArresti › Distrugge telecamere, algherese arrestato in carcere
S.A. 25 settembre 2014
È finito in manette con l´accusa di danneggiamento aggravato, ma non ha dovuto fare molta strada perché si trovava già in carcere. Non si tratta di uno scherzo, il protagonista della vicenda è un algherese di 38 anni
Distrugge telecamere, algherese arrestato in carcere


ALGHERO - È finito in manette con l'accusa di danneggiamento aggravato, ma non ha dovuto fare molta strada perché si trovava già in carcere. Non si tratta di uno scherzo, il protagonista della vicenda è un algherese di 38 anni.

L'uomo ha iniziato a dare in escandescenze e ha distrutto alcune telecamere del sistema di videosorveglianza interno di Bancali, dove si trova da diversi mesi. Autorizzati dal pm di turno, gli agenti di polizia penitenziaria hanno proceduto al suo arresto.

Portato davanti al giudice, quest'ultimo ha convalidato il provvedimento. Tuttavia, considerato che l'uomo era già recluso è stata accolta la richiesta del suo difensore, l'avvocato Danilo Mattana, e non è stata disposta nessun'altra misura cautelare nei suoi confronti.
Commenti
21/7/2016
Quattro nuove ordinanze di custodia cautelare in carcere per la rapina del bancomat perpetrata presso l’aeroporto di Alghero lo scorso 19 settembre 2015. Tutti i dettagli in una conferenza stampa svoltasi stamane
16:02
Altri due arresti messi a segno dai Carabinieri della Compagnia di Carbonia, che hanno così concluso l´operazione Arruga
21/7/2016
Un funzionario in servizio all´Ufficio Tutela del Paesaggio di Sassari-Olbia è stato arrestato per concussione dagli agenti del Nucleo investigativo del Corpo forestale della Sardegna
21/7/2016
Un 37enne di Olbia e un ungherese di 36 anni sono ritenuti i responsabili dell’organizzazione di un vasto giro di prostituzione, realizzato reclutando in Ungheria giovani e ignare ragazze che, una volta giunte in Italia, sono state ridotte in schiavitù, anche mediante violenza, e costrette a prostituirsi
© 2000-2016 Mediatica sas