Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › «Maggioranza algherese senza pudore»
A.B. 25 settembre 2014
«Non ha limiti di pudore la Maggioranza del sindaco, dopo lo sciacallaggio delle proposte di Forza Italia, la beffa della paternità delle idee», dichiara il gruppo forzista in Consiglio Comunale ad Alghero
«Maggioranza algherese senza pudore»


ALGHERO – Non si attenuano le polemiche tra Maggioranza e Forza Italia, dopo il botta [LEGGI] e risposta [LEGGI] con il gruppo consiliare Per Alghero di mercoledì. Dopo le ultime dichiarazioni, infatti, torna alla carica il gruppo consiliare forzista, che spiega come «la mozione discussa nell’ultima riunione di Consiglio Comunale – spiega Forza Italia - voleva essere solo un contributo rivolto all’Amministrazione affinché venissero applicati anche ad Alghero gli indirizzi che una recente normativa sugli appalti pubblici finalizzata a sostenere le piccole e medie imprese che in questi anni attraversano una pesante crisi economica, considerato che non avevano la possibilità di partecipare alla maggior parte delle gare d’appalto bandite dal comune e dalle sue controllate. La mozione, interpretando i contenuti del decreto legge 69/13, proponeva “nel rispetto della disciplina comunitaria in materia di appalti pubblici, al fine di favorire l’accesso delle piccole e medie imprese, le stazioni appaltanti devono ove è possibile ed economicamente conveniente, suddividere gli appalti in lotti funzionali».

Secondo i consiglieri forzisti, a toccare i nervi scoperti della Maggioranza sarebbe stato l’invito ad una riflessione per verificare la possibilità di applicazione dei nuovi indirizzi normativi oltre che sui prossimi bandi relativi alla realizzazione della circonvallazione, delle rotatorie, della pista ciclabile e ad altre opere pubbliche, anche sull’imminente appalto per la raccolta dei rifiuti urbani. «Questo – sottolineano - in coerenza con quanto sostenuto durante la campagna elettorale dal sindaco nel corso degli incontri con le associazioni di categoria. La proposta di Forza Italia non costituiva un obbligo, ma solo un invito a verificare se potesse esercitata la possibilità, in conformità a quanto prescritto dalla norma, di coinvolgere le piccole e medie imprese del territorio su un bando di oltre 80milioni di euro. Nel corso della discussione – attaccano gli azzurri - la superbia della Maggioranza è emersa in tutta la sua protervia, sottolineando l’improrogabilità del bando sulla nettezza urbana e negando in maniera assoluta la volontà di voler considerare la possibilità di seguire percorsi innovativi che potessero migliorare in termini di qualità il servizio alla città e favorire nel contempo l’economia locale». A tal proposito, i consiglieri comunali forzisti sottolineano come la mozione giacesse nell’ufficio del Presidente dal 18 giugno.

«Nel corso dei lavori del Consiglio, la Maggioranza guidata da Mario Bruno, come un abile prestigiatore, ha prima cercato di appropriarsi della paternità di rilevanti opere pubbliche ereditate dall’Amministrazione Tedde, ha poi emendato la mozione cassando l’invito a valutare la considerazione di spacchettamento del bando sull’igiene urbana e per concludere ha approvato la mozione così come dalla stessa modificata. L’abilità di questi prestigiatori con le chiacchiere – sottolineano i rappresentanti di Forza Italia in Consiglio Comunale - è palesemente testimoniato da quanto apparso nei media locali, dove la squadra del sindaco afferma che l’Amministrazione ha già provveduto nel frattempo allo spacchettamento di alcune opere pubbliche [LEGGI], peccato che ad una pronta verifica presso gli uffici di competenza sia emerso che ad oggi nessuno provvedimento nel merito sia stato mai adottato. La lettura che deriva da quanto accaduto è da una parte la mancanza di idee propositive da parte di tutta la Maggioranza e dall’altra la volontà e l’impegno dei consiglieri del gruppo di Forza Italia e delle opposizioni a confrontarsi in maniera seria, costruttiva e leale nel rispetto delle regole, della norma e del bene comune. Riguardo i gettoni di presenza – concludono - non è il caso di spendere parole, invitiamo gli autori dell’articolo a riflettere sulla seduta record del 18 settembre».
Commenti
19:28
La massima assise cittadina è stata convocata per giovedì 6 ottobre, alle ore 18, in sessione ordinaria pubblica. Trentadue i punti all´Ordine del giorno
21:34
«Ferma condanna, solidarietà per amministratori e cittadini», ha dichiarato il presidente della Regione Autonoma della Sardegna, dopo l´attentato incendiario compiuto ai danni del sindaco di Segariu
28/9/2016
Il consigliere si difende dagli attacchi di alcuni colleghi candidati nella stessa lista di “Proposizione” che ritengono debba lasciare l’incarico «per non aver rispettato la fiducia dei propri elettori»
16:05
Così il presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau sull´ennesimo atto intimidatorio nei confronti di un amministratore locale
13:27
Il sindaco Nicola Sanna ha indetto le elezioni e fissato la data per la presentazione delle candidature. A Sassari risiedono oltre 4mila stranieri, la comunità senegalese è la più numerosa
8:28
Mozione dei consiglieri dell´opposizione per conoscere gli esiti dell´incontro del Sindaco Wheeler con Pigliaru sul caso Autorità portuale
11:16
Poco prima delle ore 2 di questa notte, la Renault Clio del primo cittadino Andrea Fenu è andata a fuoco in Via Grazia Deledda, a Guasila. La pista dolosa non è accertata, ma è una pista seguita dalle Forze dell´ordine
11:02
Con diciassette voti a favore e quattro contrari, la massima assise cittadina ha preso atto della surroga della consigliera dimissionaria Giannella Urru con Mariano Musu della lista Insieme
28/9/2016
Convocata per venerdì pomeriggio la massima assise cittadina. Dodici i punti che compongono l´Ordine del giorno
27/9/2016
Nominati i commissari ad acta nei Comuni di Oristano e Monastir e delle Unioni di Comuni Metalla e il Mare, Alta Marmilla e Guilcier, che non hanno garantito la salvaguardia degli equilibri entro il 31 luglio scorso
© 2000-2016 Mediatica sas