Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteAmbiente › Puliamo il mondo, tappa a Santa Maria La Palma
Red 27 settembre 2014
Gli alunni della scuola media di Santa Maria La Palma che fanno parte dell’Istituto Comprensivo n°3 di Alghero parteciperanno all’evento promosso da Legambiente, a cui tutti gli anni aderisce l’associazione Impegno Rurale
Puliamo il mondo, tappa a Santa Maria La Palma


ALGHERO - La manifestazione “Puliamo il mondo” ha come obiettivo la sensibilizzazione dei cittadini di tutte le età al rispetto dell’ambiente. Questa mattina (sabato) gli alunni della scuola media di Santa Maria La Palma che fanno parte dell’Istituto Comprensivo n°3 di Alghero parteciperanno all’evento promosso da Legambiente, a cui tutti gli anni aderisce l’associazione Impegno Rurale.

Il coinvolgimento delle giovani generazioni nelle attività a sostegno della sensibilizzazione dei cittadini al rispetto dell’ambiente e del Bene Comune è fondamentale nella formazione di una “cittadinanza attiva”.
Si comincerà con la pulizia degli spazi intorno all’edificio scolastico e alla palestra, per poi dedicare l’attività al viale d’ingresso e agli spazi interni alla borgata.

Successivamente in collaborazione con i volontari dell’associazione Impegno Rurale e i giovani impegnati nei due progetti regionali “Il Verde nel Mosaico“ e “Il Verde come agopuntura“, si bonificherà lo spazio esterno dove sono ubicati i cassonetti dei rifiuti. Un’area molto degradata sulla quale si è fatto un intervento accurato alcuni mesi fa, ma che la maleducazione, il malcostume di pochi, e spesso il disservizio nella gestione dei rifiuti rende quell’aria degna di un paese incivile, triste biglietto da visita per il turista che soggiorna nei numerosi Agriturismi e nei bed and breakfast del territorio.
Commenti
13:53
Lo scambio di accuse, recriminazioni, ed infine insulti manifestatisi in questi ultimi giorni tra alcuni esponenti politici di Alghero, a proposito del servizio di nettezza urbana, ha un che di surreale
17:44
Maria Gianni, 86 anni, trapiantata da una vita a Porto Torres, è sopravvissuta al crollo dell’hotel “Roma” di Amatrice ed è stata trovata viva da un alpino in un angolo della sua camera da letto appena crollata.
15:58
Il terremoto dell´Appennino è ancora nel nostro cuore. Le responsabilità, almeno quelle generali sono note. La Natura, che noi amiamo, è, alle volte, leopardianamente matrigna. L´uomo ci ha messo molto del suo, costruendo con furbizia e incoscienza. La macchina della solidarietà è partita. Tanti volontari, compresi i nostri amici di Legambiente, sono già al lavoro nei paesi colpiti
22:38
Un legame che si rafforza e che oggi diventa anche istituzionale nel nome del Santo patrono turritano, il martire Gavino, venerato nei due centri. Porto Torres e Camposano ufficializzano il gemellaggio con un´intesa condivisa dal sindaco Sean Wheeler, presente in questi giorni nel paese campano in occasione della festa patronale, e dal primo cittadino di Camposano, Franco Barbato
26/8/2016
«No allo sfruttamento di terreni agricoli per la produzione di energia. Le imprese private non possono continuare a sottrarre pezzi importanti di territorio agli agricoltori sardi in nome di chissà quale interesse pubblico». Lo sostiene il consigliere regionale dei Rossomori Emilio Usula, che preannuncia un’iniziativa in Consiglio
9:39
Positiva la risposta scritta pervenuta dall´Ufficio ambiente a firma dell´assessore all´ambiente Cristina Biancu e del dirigente del settore Claudio Vinci, all’interrogazione presentata dal consigliere comunale sardista Davide Tellini in merito alla decisione autonoma dell’azienda Ambiente 2.0 sulla distribuzione dei cestelli sulla raccolta rifiuti all’interno degli appartamenti condominiali
25/8/2016
Dopo la denuncia pubblica del sindaco di Fonni Daniela Falconi, è stata chiesta dal Partito Democratico una verifica delle procedure
25/8/2016
«La Regione sostenga il consorzio e le imprese», chiede con urgenza il Consorzio Bonifica Gallura
26/8/2016
Stupisce ancora di più l’atteggiamento superficiale che continua a regnare in quel di viale Trento. Anziché ammettere gli sbagli e adottare i correttivi del caso, si preferisce trincerarsi dietro cifre parziali, utilizzate strumentalmente nel tentativo di dimostrare che, tutto sommato, le cose non stanno andando poi così tanto male
© 2000-2016 Mediatica sas