Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Falchi: «sosteniamo il Consiglio Regionale»
A.B. 1 ottobre 2014
L’assessore risponde così alla decisione del Consiglio dei ministri di impugnare la legge 16 approvata dalla Regione lo scorso agosto che prevede norme in materia di agricoltura e sviluppo rurale, agrobiodiversità, marchio collettivo e distretti
Falchi: «sosteniamo il Consiglio Regionale»


CAGLIARI - «Forniremo, come abbiamo fatto fino a oggi, il massimo sostegno al Consiglio Regionale per organizzare la replica al Governo». Così ha risposto l’assessore regionale Elisabetta Falchi alla decisione del Consiglio dei Ministri di impugnare la legge n.16 approvata dal Consiglio Regionale lo scorso agosto, che prevede norme in materia di agricoltura e sviluppo rurale, agrobiodiversità, marchio collettivo e distretti.

La parte che il Governo ha deciso di portare all'attenzione della Corte Costituzionale per presunta illegittimità è proprio quella che riguarda l'istituzione di un marchio collettivo di qualità agroalimentare regionale. «Ho sostenuto, insieme alla Giunta, l’iniziativa del Consiglio - prosegue l’assessore Falchi – perché ritengo che si tratti di una legge importante per rilanciare l’agroindustria sarda».

«Se si tratterà di piccole modifiche formali credo che si possano apportare. Se invece il Governo vuole intervenire sul diritto della Sardegna a legiferare in questo campo – conclude il membro dell’Esecutivo Pigliaru - dovremo dare battaglia».
Commenti
19:03
Ormai è chiaro che il Centrosinistra è distratto (per usare un eufemismo) sulle esigenze della provincia di Sassari. A partire dalla solenne bocciatura dell’emendamento di Forza Italia che prevedeva 1,5milioni di euro per la Rete Metropolitana di Sassari che ancora attende che Pigliaru mantenga gli impegni
14:28
Quest´anno, la manifestazione sarà dedicata ad uno dei primi e più convinti sostenitori dell’autonomia sarda, Giorgio Asproni
9:00
La decisione della Giunta nasce dall’esigenza di far fronte alle carenze d’organico: nel biennio 2017-2018 andranno in pensione 27 dirigenti nella sola amministrazione centrale
27/3/2017
«Oggi a Roma incontro proficuo. Prima di Pasqua, a Palazzo Chigi per gli accantonamenti», dichiara il vicepresidente della Regione autonoma della Sardegna
© 2000-2017 Mediatica sas