Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaRegione › «Parco, aeroporto, sanità: basta perdere tempo»
S.O. 2 ottobre 2014
L´associazione Mondonuovo: «La speranza è che i Consiglieri Regionali Tedde, Peru, Ganau e Lotto diano un sostegno importante all’amministrazione comunale per affrontare queste ed altre questioni prioritarie. Senza perdere tempo»
«Parco, aeroporto, sanità: basta perdere tempo»


ALGHERO - Negli scorsi giorni il sindaco di Alghero Mario Bruno ha incontrato i consiglieri regionali del territorio. Gianfranco Ganau, Antonello Peru, Luigi Lotto e Marco Tedde si sono recati a Sant’Anna per ascoltare dal Primo Cittadino quello che sono alcune tra le emergenze del territorio. In particolare l’incontro è stato incentrato su tre temi: sanità, aeroporto e parco. «Questioni molto importanti per il benessere e lo sviluppo non solo di Alghero, ma del Nord-Ovest Sardegna» socondo il presidente dell'associazione algherese Mondonuovo, Christian Mulas.

«Per questo bene ha fatto il Sindaco Bruno a coinvolgere coloro che, eletti in questa parte dell’Isola, siedono in Consiglio Regionale. In particolare, a nostro avviso, l’ex-sindaco Tedde, non potrà che dare un positivo contributo in seno alla massima assise regionale vista la sua profonda conoscenza delle dinamiche locali e soprattutto dei problemi relativi alle questioni affrontate. Entrando nel merito - precisa Mulas - come sosteniamo tra l’altro da diversi anni, Alghero merita una nuova struttura ospedaliera che vada ad affiancare quelle già esistenti. Che si chiami nuovo ospedale o nuova ala, poco cambia. Alghero ha urgente bisogno di un progetto che, come detto da Bruno, ricalchi l’iter seguito per San Gavino. 60 milioni di euro ci sono e devono essere utilizzati».

Christian Mulas punta poi gli occhi sull’aeroporto «che - sottolinea - nonostante i numeri sempre positivi di arrivi e partenze, ciò che allarma è la situazione dei conti. Un bilancio sempre in rosso che non può non trovare responsabilità nel management che continua a crescere a discapito dei lavoratori che invece hanno sempre meno garanzie, la privatizzazione a questo punto è indispensabile. Tra le criticità non va neanche sottovalutato l’impatto negativo che negli anni ha avuto una parte della politica facendo assunzioni senza considerare le vere necessità dello scalo. Non si può più perdere tempo, la prima industria del territorio ha urgente bisogno che la Regione sblocchi i fondi dovuti ed avvii contestualmente l’ingresso di privati seri e pronti ad investire con anche con l’assegnazione di project financing utili a realizzare servizi, anche strutture ricettive, nei terreni adiacenti l’aeroporto».

E ancora i problemi del Parco: «secondo noi - precisa ancora Mulas - si è perso anche troppo tempo. Un realtà che potrebbe veramente rappresentare una colonna portante dello sviluppo del territorio che invece si trova ingessata e ferma solo ad alcuni progetti, incontri tra accademici e saltuarie esposizioni e manifestazioni. Tutto questo quando una certa politica continua a chiedere sforzi ai lavoratori e ai componenti dell’assemblea e del cda, mentre (come risulta dal bilancio consuntivo) il direttore percepisce 109.000 euro all’anno. Dunque oltre un quinto dei finanziamenti ricevuti è destinato allo stipendio del Direttore. Non ci sembra molto in linea con il taglio a emolumenti e gettoni di presenza richiesto alla figura del presidente e ai consiglieri/membri dell’assemblea. Il Parco di Porto Conte ha bisogno di un rilancio della sua immagine attraverso azioni di marketing e comunicazione ed un serio programma di iniziative utile a produrre lavoro e ricadute positive, in termini di immagine e presenze, in tutto il territorio che fa capo ad Alghero» conclude il presidente di Mondonuovo.

Nella foto i consiglieri regionali a Sant'Anna
Commenti
22:43
Ecco il nuovo appello del presidente di Confcommercio Sardegna Alberto Bertolotti, dopo quello lanciato ad ottobre
21:16
«Ci opporremo in tutte le sedi allo schema di Dpcm che esclude le Province sarde e la Città Metropolitana di Cagliari dalla ripartizione delle risorse del fondo nazionale destinato agli enti locali, in quanto porrebbe in una posizione di evidente disequilibrio tutti gli enti intermedi sardi e renderebbe impossibile garantire le funzioni fondamentali provinciali», dichiara l´assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu
20:38
«Un milione per i privati, oltre ai due per gli Enti Locali. Nel Psr, altre risorse per il mondo agricolo», annuncia l´assessore regionale della Difesa dell´Ambiente Donatella Spano, a proposito del ristoro danni
22:03
Prosegue l´intervento della Regione Autonoma della Sardegna: 2milioni di euro per mitigare il rischio idrogeologico in tre Comuni che, presentando la documentazione su situazione attuale e possibili rischi, nei mesi scorsi hanno chiesto finanziamenti per poter intervenire
21/1/2017
L’assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu ha inviato una richiesta di incontro urgente al sindaco della Città Metropolitana di Cagliari Massimo Zedda, al presidente del Consiglio delle Autonomie locali Andrea Soddu ed al presidente dell’Anci Sardegna Pier Sandro Scano
21/1/2017
«Decisioni immediate per le zone colpite. Grazie a tutti gli amministratori per il grande impegno». Così, la Presidenza del Consiglio regionale ha risposto al sindaco Giuseppe Ciccolini
© 2000-2017 Mediatica sas