Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaSicurezza › Protezione Civile: Centro funzionale per la Regione
A.B. 3 ottobre 2014
Ieri è arrivato da Roma il nulla osta atteso da oltre dieci anni: la Sardegna ha il suo Centro funzionale decentrato
Protezione Civile: Centro funzionale per la Regione


CAGLIARI - Era atteso da oltre dieci anni, e finalmente il traguardo è raggiunto. Con il nulla osta arrivato giovedì da Roma, firmato dal capo del Dipartimento della Protezione Civile nazionale Franco Gabrielli, la Sardegna ha il suo Centro Funzionale Decentrato.

«L'avevamo promesso ai sardi – dichiara l'assessore regionale dell'Ambiente Donatella Spano – e abbiamo rispettato tutti i tempi. Massima soddisfazione dunque, perché non solo questa autorizzazione arriva a riconoscimento del lavoro svolto, ma soprattutto perché d'ora in poi saremo all'interno della rete dei Centri Funzionali regionali e ciò permetterà di assicurare alla nostra regione maggiore sicurezza». Soddisfatto anche il direttore della Protezione Civile regionale Graziano Nudda: «Il Centro Decentrato ci permetterà, tramite il Centro di competenze meteorologiche allocato presso la sede Arpas di Sassari e il Centro degli esperti idrologici di Cagliari, di elaborare previsioni più precise e dettagliate sui luoghi e sui tempi delle precipitazioni e di comunicarle direttamente ai Comuni, a cui garantiremo massima assistenza anche attraverso il front office previsto nel Piano delle procedure».

Il Centro, obbligatorio per legge dal 2004, viene avviato in fase sperimentale fino al 31 dicembre, data a partire dalla quale agirà invece in piena autonomia dal Centro nazionale. Suo compito principale è la produzione di avvisi meteo e di rischio idrologico. A tal fine, gestisce ed elabora tutte le informazioni di natura fisica, meteorologica e territoriale fornendo poi i dati alla Protezione civile. Al suo funzionamento concorrono una pluralità di soggetti, tra cui “Arpas”, Direzione generale dell'“Adis”, Ente Acque, Corpo Forestale, Ente Foreste, associazioni di volontariato, ordini professionali e l'Assessorato dei Lavori pubblici con i geni civili.

Nella foto: Franco Gabrielli
Commenti
13:00
Nella notte tra venerdì e sabato, circa 130 algerini sono sbarcati tra Capo Teulada, Porto Pino e Sant´Antioco
1/12/2016
«Per la prima volta, voce istituzionale ai volontari», dichiara l'assessore regionale della Difesa dell´Ambiente Donatella Spano
© 2000-2016 Mediatica sas