Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaAmbienteRegione › Acquisti pubblici ecologici: Sardegna eccellenza da imitare
A.B. 3 ottobre 2014
I risultati ottenuti col Piano regionale degli acquisti pubblici ecologici e i programmi che la giunta regionale prevede per consolidare e rilanciare ulteriormente le politiche di sostenibilità ambientale sono stati menzionati quali buone pratiche da tenere ad esempio nel corso del Forum Compraverde, importante appuntamento nazionale tenutosi a Roma
Acquisti pubblici ecologici: Sardegna eccellenza da imitare


CAGLIARI - Regione Sardegna modello di riferimento in tema di acquisti ecocompatibili. I risultati ottenuti col Piano regionale degli acquisti pubblici ecologici ed i programmi che la Giunta Regionale prevede per consolidare e rilanciare ulteriormente le politiche di sostenibilità ambientale sono stati menzionati quali buone pratiche da tenere ad esempio nel corso del “Forum Compraverde”, importante appuntamento nazionale tenutosi a Roma mercoledì e giovedì.

«Questo riscontro, conseguito grazie al coinvolgimento e all’impegno fattivo di tutte le Amministrazioni Provinciali, degli enti parco e di oltre la metà dei comuni della Sardegna, ci sprona a creare sempre più nuove occasioni di sistema per una qualificazione ambientale dei prodotti e dei servizi, puntando sull'innovazione e su una sostenibilità ambientale, economica e sociale che porti alla creazione di nuovi posti di lavoro “green”. Teniamo ben presente che la nuova programmazione comunitaria 2014-2020 prevede la promozione di azioni specifiche finalizzate all’innovazione delle imprese verso prodotti sostenibili ambientalmente», afferma l'assessore regionale della Difesa dell’Ambiente Donatella Spano.

Gli acquisti pubblici ecologici sono un efficace strumento di politica ambientale ed economica: attraverso gli appalti di beni e servizi a ridotto impatto ambientale, infatti si contribuisce a modificare il modo di consumare e dunque di produrre, determinando un minore consumo di risorse ambientali e orientando le scelte a favore di prodotti green. L'Amministrazione Regionale, grazie alla forte collaborazione tra l'Assessorato della Difesa dell'ambiente (servizio “Savi”) e l'Assessorato degli Enti locali (servizio “Provveditorato”) ha dato il buon esempio acquistando beni a basso impatto ambientale quali strumentazioni informatiche, carta e cancelleria, veicoli oltre ai servizi di fornitura dell’energia e delle pulizie.

Il lavoro di accompagnamento tecnico realizzato a vantaggio delle stazioni appaltanti di comuni, province, enti regionali ed enti parco insieme alla forte determinazione di portare avanti una strategia regionale unitaria, hanno fatto sì che la Sardegna si sia distinta per le buone pratiche attuate. Ottimi i risultati conseguiti dai comuni nell'ambito del premio nazionale “Compraverde”: Ardauli è stato premiato per la “miglior politica di acquisti verdi”; Uta ha ricevuto una menzione speciale per il "miglior bando verde"; Sassari ed Uta hanno ricevuto una menzione speciale per la mensa sostenibile. Infine, il Comune di Berchidda ha ricevuto per il secondo anno consecutivo il Premio “miglior evento sostenibile” per la manifestazione “Time in Jazz”.
Commenti
26/7/2016
La Asl unica incorporerà, subentrando nei rapporti attivi e passivi, tutte le altre aziende sanitarie dell´Isola. Bocciato emendamento di Roberto Desini che ha proposto Sassari come sede regionale
25/7/2016
Stiamo assistendo ormai da diversi anni a dei veri e propri agguati umanitari nell’assoluta debolezza del Governo Regionale, che in questo modo costringe i territori a delle politiche di accoglienza del tutto emergenziali
27/7/2016
Riguardo alle recenti polemiche in merito alle liste di attesa per interventi oncologici, l´Assessorato della Sanità e la Direzione dell´Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari confermano «il proprio impegno, mai venuto meno nei mesi dall’insediamento del Commissario ad oggi, perché i problemi vengano affrontati e risolti»
26/7/2016
L’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu ha illustrato ieri la prima proposta del Piano di riordino territoriale ai sindaci di alcune aree della Sardegna per le quali era necessario sentire gli amministratori locali per capire quale, tra le possibili soluzioni prospettate, sia la più idonea
© 2000-2016 Mediatica sas