Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Congresso spacca-Pd: 100 ribelli
A.B. 4 ottobre 2014
Il Congresso cittadino del Partito Democratico sarà ricordato come il giorno in cui si certifica ufficialmente la spaccatura definitiva dei Democratici algheresi. Oltre cento iscritti non parteciperanno
Congresso spacca-Pd: 100 ribelli


ALGHERO - Il Congresso cittadino del Partito Democratico [LEGGI] sarà ricordato come il giorno in cui si certifica ufficialmente la spaccatura definitiva dei Democratici algheresi. Un partito che ha sempre vissuto storicamente tra lotte intestine e "correnti". Ed anche in questo caso, oltre cento iscritti del Pd, la maggior parte dei quali hanno contribuito alla vittoria delle recenti elezioni amministrative nella coalizione di centrosinistra, non parteciperanno al congresso del Circolo cittadino di Alghero [LEGGI].

«Una decisione sofferta, ma convinta - spiegano - per segnalare l'ennesimo atto di protervia e violazione delle regole perpetrato da alcuni dirigenti locali che hanno illegittimamente depennato dall'anagrafe degli iscritti coloro che per rispettare il volere dei cittadini, ai quali è stato impedito di esprimersi alle primarie, sono stati costretti a presentarsi all'elettorato con una lista civica». Nella nota, viene spiegato come non siano serviti a niente i tentativi di ricomporre la frattura politica, mentre gli organismi di garanzia «non sono stati in grado di valutare la grave successione degli atti, più volte segnalati, palesemente in contrasto con le norme statutarie e con i Regolamenti in vigore».

«Oggi si celebra un congresso di parte nel quale verranno consolidati i motivi della frattura stessa. La nostra attività politica continuerà comunque, con ancora più forza e determinazione, nel Partito Democratico di cui condividiamo ideali e obiettivi e confidiamo che i gruppi dirigenti provinciali e regionali, che a breve verranno eletti, garantiscano finalmente il rispetto delle regole svolgendo un ruolo attivo e obiettivo di guida e indirizzo», concludono i cento "ribelli".

Nel frattempo, sarebbe già stato chiesto alle Commissioni di Garanzia regionale e provinciale, il commissariamento del Circolo cittadino, per alcune presunte gravi violazioni dello Statuto del partito e del Codice Etico, nonchè, per aver leso l'immagine e la dignita del Pd e dei suoi dirigenti. L'azione dei "ribelli" sarebbe riconducibile alla gestione del segretario cittadino Mario Salis, in riferimento alla gestione delle ultime elezioni cittadine, quando vennero cancellate le Primarie (nonostante la candidatura dell'attuale sindaco Mario Bruno), fino all'epurazione dall'anagafe del partito di tutti gli attuali consiglieri comunali.

Nella foto: un momento del congresso in corso di svolgimento ad Alghero
Commenti
11:15
L´ex sindaco Carlo Sechi parla di «fallimento della missione» per la Fondazione (e la Secal) e ne chiede pubblicamente la «liquidazione». Il gruppo consigliare di Forza Italia (che Meta e Secal le hanno create con Tedde sindaco) difendono le scelte del passato e attaccano
23/5/2016
L´ex sindaco, leader del movimento di sinistra Sardenya I Llibertat chiede al Primo cittadino lo scioglimento della Fondazione che si occupa della gestione degli eventi turistici e culturali ad Alghero. Parole durissime sui conti, l´amministrazione e i risultati
10:47
I sindaci della Rete metropolitana, che ben si sono guardati a febbraio dall’erigere barricate contro la presa in giro della Rete per consiglieri riottosi, litigano per percentuali di gestione del nulla e si comportano come quella guardia giurata della famosa barzelletta che faceva la guardia al “cassonetto della spazzatura”
23/5/2016
«Al di la delle dichiarazioni trionfalistiche circa l’approvazione del Bilancio di previsione 2016, la realtà dei fatti evidenzia tutta un’altra storia che racconta del pressapochismo e della inadeguatezza di questa Amministrazione comunale, che non manca occasione per darne ampia prova», attacca il consigliere forzista
16:05
Sabato 28 maggio, dalle ore 11 alle ore 18.40, e domenica 29, dalle ore 10.30 alle ore 18.50, sarà possibile conoscere gli interni di quella che fu una delle prime grandi fabbriche della Sardegna
23/5/2016
Nel corso della giornata, il Presidente e gli assessori saranno impegnati in una serie di incontri con i rappresentanti istituzionali e di categoria nel territorio. Firma dell´Iti
© 2000-2016 Mediatica sas