Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Salis e Daga rilanciano il nuovo Pd. Ecco i nomi della direzione
S.I. 6 ottobre 2014
I nomi (ufficiosi) della nuova direzione del Partito Democratico algherese dopo il congresso dello scorso sabato che ha confermato Mario Salis alla segreteria
Salis e Daga rilanciano il nuovo Pd
Ecco i nomi della direzione


ALGHERO – Come anticipato sabato sera da Alguer.it Mario Salis è stato eletto segretario cittadino del Partito Democratico [LEGGI]. Un voto piuttosto annunciato quello degli iscritti democratici che ha decretato la conferma di Salis alla guida del Pd catalano. Oltre l’elezione del
segretario le primarie del 4 ottobre sono servite anche per indicare i
nomi di coloro che andranno a formare la direzione locale oltre che la
rappresentanza algherese in provincia.

In attesa dell’ufficializzazione dei risultati, che passa attraverso
il controllo degli organi preposti facenti capo a Sassari, questi sono
alcuni dei nomi che dovrebbero far parte della direzione locale. Un
mix di giovani e esperti che, secondo le indicazioni di chi oggi tiene
le redini del partiti (in particolare l’assessore provinciale e
consigliere comunale Enrico Daga), dovrebbe dare nuovo slancio al
partito. Faranno parte della direzione Tonina Desogos, ideatrice e guida del Comitato della Rinascita delle borgate, Andrea Oliva, imprenditore e agente di viaggio, Gianni Contu, già consigliere comunale, Franco Santoro, presidente dell’associazione non vedenti, Gavino Scala, storico consigliere della sinistra, Carmelo Trova, geometra e imprenditore edile, Mariano Melis, già consigliere durante l’ultima esperienza Lubrano, Maria Masala, pensionata di Fertilia e poi Sabrina Torturu operatrice della comunicazione, Gianluigi Sechi, matematico consulente del Crs4, Fabrizio Madeddu, imprenditore nautico.

Da non dimenticare che, come raccontato in questi giorni, sul voto di
sabato pesa l’assenza di una porzione di iscritti al Pd che hanno
deciso di non partecipare alle primarie in rotta con l’attuale
dirigenza per la “cacciata” dovuta alla candidatura alle elezioni di
giugno nella lista civica “Per Alghero” a sostegno dell’attuale
sindaco Mario Bruno [LEGGI]. Ma dopo la tempesta, come spesso accade in questi casi, non è detto che giunga il sereno. Una volta eletto anche il
segretario regionale con le primarie del 26 ottobre (Renato Soru è il
favorito) possibile che si risolva, difficile dire una volta per
tutte, il “caso Alghero” con una ritrovata convergenza tra le varie
anime democratiche.

Nella foto: Mario Salis ed Enrico Daga
Commenti
30/11/2016
E´ cortocircuito in Sinistra Civica, Alghero in Comune: il consigliere comunale Giampietro Moro smentisce di aver partecipato al direttivo che ha firmato il documento odierno contro l´Udc
30/11/2016
Nominati quattro nuovi rappresentanti territoriali: tre sono donne. È forte l’azione politica del partito per sensibilizzare i cittadini a votare No al referendum costituzionale di domenica 4 dicembre
30/11/2016
All’annuncio del risultato, 453 i voti favorevoli, un gruppo di vecchi garibaldini dalle balconate del pubblico intonò l’inno nazionale costringendo l’intera assemblea costituente a levarsi dagli scranni facendo seguire applausi scroscianti ai versi di Fratelli d’Italia. Eppure quella stessa Costituzione, fin dal giorno in cui era stata votata, fu subito contestata. E duramente criticata non solo dalla destra monarchica e fascista che era rimasta fuori dal patto costituzionale, ma anche dagli stessi protagonisti che ne avevano determinato sia lo spirito che la forma. Il 4 dicembre, con il referendum confermativo si giocherà l’ultima partita di questa lunga storia.
© 2000-2016 Mediatica sas