Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Pigliaru: «Fondi strutturali per cambiamenti strutturali»
A.B. 8 ottobre 2014
Questa mattina, il presidente della Regione Autonoma della Sardegna ha partecipato all’incontro Le autorità di Audit incontrano la Commissione europea e l´Igrue, ospitato dal Teatro Massimo di Cagliari
Pigliaru: «Fondi strutturali per cambiamenti strutturali»


CAGLIARI - Fondi strutturali per cambiamenti strutturali. Questo il concetto al centro dell'intervento del presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, mercoledì mattina al “Teatro Massimo” di Cagliari, nel corso dell'incontro “Le autorità di Audit incontrano la Commissione europea e l'Igrue”. Il presidente, di ritorno da Bruxelles, ha riferito di aver ottenuto, insieme all'assessore regionale della Programmazione Raffaele Paci, massima flessibilità dalla Commissione per destinare fondi non spesi della precedente programmazione per coprire le maggiori criticità della Sardegna. «Stiamo lavorando con Bruxelles perché quei soldi non vengano persi e possano essere utilizzati per il bene di tutti i sardi entro il 2015», ha dichiarato Francesco Pigliaru, che poi ha fatto riferimento all'esigenza di ridurre i divari esistenti attraverso lo strumento della nuova programmazione comunitaria 2014-2020.

Punto di partenza, per consentire le scelte politiche più opportune, una buona qualità istituzionale e l'utilizzo di adeguati strumenti di valutazione sugli effetti delle politiche e dei processi. Spendere non basta, bisogna migliorare la situazione economica, creare occupazione e benessere. La Regione sta pertanto facendo fronte ai problemi fin qui ereditati riformando in primo luogo la macchina amministrativa: «Abbiamo ereditato una struttura verticale che frammenta le responsabilità ed è un ostacolo nella gestione dei processi», ha sottolineato il presidente Pigliaru, spiegando come la riforma attuata da questa Giunta vada nella direzione di una struttura di tipo orizzontale.

«A differenza della precedente, la programmazione 2014-2020 è sotto la nostra responsabilità - ha concluso - Dobbiamo fare le cose giuste, non disperdere in mille rivoli, ma concentrare per integrare. Si può davvero crescere solo se si investe parallelamente sulle infrastrutture e sulle persone». Sugli stessi temi, in apertura dell'incontro, è intervenuto anche l'assessore Paci, specificando che: «senza il controllo della qualità dei processi diventa problematica l'efficienza e, in prospettiva, l'efficacia dei fondi. Per questo portiamo avanti una visione unitaria tra i diversi fondi europei e nazionali, irrobustiamo la responsabilità dei dirigenti e inseriamo, nel piano di rafforzamento amministrativo, elementi di coordinamento».

Nella foto: il presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru
Commenti
19:15
Si scontrano quotidianamente con la necessità di spostarsi e con la difficoltà di trovare un volo piuttosto che una nave che con prezzi ragionevoli consenta loro di attraversare il mare. Questo mare così bello e cristallino che fa della mia terra d´origine la prima in Italia nella classifica delle più belle spiagge della penisola, ha rappresentato da sempre un grande limite in termini di pari opportunità per i Sardi
18:54
Se vogliamo nuove infrastrutture e nuova qualità anche nella vitale materia dei Trasporti, dobbiamo cogliere ogni opportunità perché le ragioni della Sardegna siano ben presenti alle Istituzioni nazionali ed internazionali
19:00
Il G7 è un evento planetario, che sia stato organizzato a Cagliari è già di per sé un risultato che offre alla città una risonanza internazionale. Ma l’ottimo lavoro di Pigliaru permette alla Sardegna, nell’intesa costruita insieme a Corsica e Baleari, di porre sul tavolo il tema dello svantaggio dell’insularità e pone le premesse per ridefinire tutta la conseguente politica europea sui trasporti
21/6/2017
Il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru ha firmato il decreto di nomina del nuovo assessore dei Lavori pubblici. L´attuale direttore generale dell´Assessorato sostituisce il dimissionario Paolo Maninchedda
17:31
Ieri mattina, è stata approvata in Consiglio regionale la mozione delle opposizioni (primo firmatario Luigi Crisponi dei Riformatori sardi) sul paventato accorpamento delle Camere di commercio
21/6/2017
«La Sardegna chiede ulteriori soluzioni migliorative. La Conferenza delle Regioni non concede l´intesa al Codice», ha dichiarato ieri l´assessore regionale degli Affari speciali, che ha rappresentato la Giunta nella riunione della Conferenza delle Regioni a Roma
20/6/2017
Nel campo dell´energia, la Sardegna sarà la “regione pilota” in Italia: l’Isola si presenta al mondo con progetti innovativi nel settore della mobilità elettrica
© 2000-2017 Mediatica sas