Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaManifestazioni › 11 Ottobre: Alghero ricorda con Ozieri
Red 10 ottobre 2014
9 febbraio 1949: perirono, sotto lo scoppio d´una bomba, residuo della seconda guerra mondiale (una mina anticarro Breda) 5 bambini, intenti a giocare poco prima del suono della campanella della vicina scuola
11 Ottobre: Alghero ricorda con Ozieri


OZIERI - Nel lontano 9 febbraio 1949 perirono, sotto lo scoppio d'una bomba, residuo della seconda guerra mondiale (una mina anticarro Breda) 5 bambini, intenti a giocare poco prima del suono della campanella della vicina scuola. Erano 5 piccoli innocenti, che dal gioco innocente sono passati al sonno perenne. Ozieri non ha una targa in loro onore, una lapide, nulla che faccia riportare alla memoria quel tragico evento, forse si è sempre rinviato.

«Occoreva far qualcosa» afferma Piera Farina, l'ideatrice ed organizzatrice dell'evento, che assieme all'associazione ToTtumpare e col patrocinio del comune, Lyons e Rotary, è riuscita a creare un evento particolare. «Non era possobile che ad Ozieri non ci fosse nulla a loro dedicato. Mi sono appassionata a questa storia "particolare", aggiunge Piera Farina, perchè sin da piccola la sentivo raccontare da mia madre, la quale piccolissima vide una scena che non ha mai dimenticato: una madre che correva con il figlio tra le braccia, e questi aveva il corpo martoriato».

«Un scena che ha segnato mia madre per tutta la vita, e di conseguenza anche me». La giornata dell'11 ottobre sarà una giornata particolare all'insegna del "ricordo". Dapprima alle ore 9.00 si scoprirà la lapide in onore dei piccoli martiri, nei pressi della scuole Kennedy nell'omonima via. Poi si passerà ai vicini giardini, dove Daniele Monachella, narratore leggerà un racconto della stessa Piera farina, mentre le attrici della Compagnia delle Donne faranno da coreografia. Il tenore Antonio Porcu, canterà due brani datati.

Seguirà il cantante Alessio Porcu, con il brano ptzinnos in sa gherra. Il professore Antonello Colledanchise, poeta-cantautore col suo cuatro, eseguirà due brani in lingua catalana, Que teniu vos, un canto catalano del XIII' secolo; Un dia, adattamento in algherese di "One day" del poeta americano Jack Hirschman, accompagnato dal violino di Anna Vilardi e dalle percussioni di Tiziana Meloni. Le unità cinofile dell'arma dei Carabinieri faranno una piccola dimostrazione di come si si possono scovare le bombe.

Infine Andrea Fratellini con il suo Show, che fara divertire grandi e piccini con giochi di prestigio e col simpaticissimo Zio Tore. L'intento è di ricordare questi poveri bambini con un pizzico di sana allegria, dopotutto erano dei piccoli bimbi che quel giorno, come tanti altri,sono andati a giocare, ignari di quel che il destino aveva loro preservato.
Commenti
8/12/2016
Venerdì il convegno “La maschera sarda, identità di un popolo” e sabato la terza edizione di Dialogando quest´anno incentrato su “Le sfide comuni, dallo scontro delle civiltà alla radicalizzazione religiosa”. Gli incontri in programma al Mut. Venerdì l´inaugurazione del presepe a grandezza naturale
7/12/2016
L´amministrazione per l´interno mese di appuntamenti, capodanno compreso, ha investito circa 150mila euro. In cartellone musica, arte, teatro ed enogastronomia
28/11/2016
Entra nel vivo la prima edizione della manifestazione che unisce Lettura, Emozione ed Intelligenza. In cartellone, una fitta serie di incontri con scrittori, filosofi e giornalisti di grande richiamo. Appuntamenti a Cagliari, Sassari, Nuoro ed Olbia
© 2000-2016 Mediatica sas