Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteEnogastronomia › Alghero e Trento: gemellaggio in cucina
A.B. 16 ottobre 2014
Nei giorni scorsi, la Riviera del Corallo ha ospitato il gemellaggio enogastronomico tra le due città, ospitato dalle sale dell’Hotel Carlos V
Alghero e Trento: gemellaggio in cucina


ALGHERO - Il gemellaggio enogastronomico tra Alghero e Trento, realizzato nei giorni scorsi nella bella cittadina del nord ovest della Sardegna, ha raggiunto gli obbiettivi che si era posto: promuovere lo scambio di esperienze professionali tra gli chef chiamati a collaborare, approfondire la conoscenza dei prodotti tipici e della tradizione enogastronomica delle due regioni, porre l’attenzione della stampa quotidiana e di settore sul ruolo dell’enogastronomia regionale nell’offerta turistica nazionale; finalità che da sempre animano l’attività dell’associazione “Ristoranti Regionali-Cucina Doc”, che ha promosso l’iniziativa, realizzata con il contributo della “Fondazione Meta” di Alghero. Splendida cornice dell’evento, l’“Hotel Carlos V”, affacciato sulla Riviera del Corallo che, in autunno, regala giornate dal clima estivo e tramonti mozzafiato.

Applausi per lo chef executive Giuseppe Prencipe, del ristorante “Da Pino” di San Michele all’Adige, ma gli ospiti del convivio hanno ugualmente apprezzato le proposte dello chef executive del ristorante “Emperador” del Carlos V Mauricio Marra. La cena di gemellaggio si è aperta con la degustazione di “Trentingrana”, del “Casolet della Val di Sole”, del “Fontal” di Cavalese sposati ad “Akenta Brut”, ultimo nato della cantina Santa Maria La Palma, protagonista del progetto di affinamento nelle profondità marine dell’area protetta di Capo Caccia–Isola Piana. Gli ospiti dell’incontro hanno conosciuto le peculiarità turistiche di Alghero: il centro storico, che evidenzia l’impronta catalana della città, circondata da mura a picco sul mare ed arricchita da un elegante porto turistico; la Riviera del Corallo, che dal centro cittadino si sviluppa per chilometri di spiagge e calette fino a Capo Caccia, custode delle Grotte di Nettuno, meraviglia geologica.

Il programma non poteva escludere appuntamenti con la gastronomia locale proposta dagli associati della Sardegna a Ristoranti Regionali–Cucina Doc, che conta iscritti in nove regioni. All’agriturismo “S’ena Frisca” di Tissi, si è gustata l’eccellente cucina dello chef patron Riccardo Piras, mentre al ristorante “La Speranza”, sulla litoranea Alghero Bosa, si è registrato il felice incontro con le specialità di Tonino Demartis figura storica della ristorazione algherese che ha presentato un menù catalano. A chiusura dei tre giorni di “educational”, la visita della cantina Santa Maria la Palma, 4milioni di bottiglie prodotte ogni anno, in prevalenza da uve Vermentino vinificate per diverse etichette, degustate al ristorante “Da Bruno” di Fertilia, con la supervisione dello chef patron Bruno Meloni. Nel gennaio 2015, sarà San Michele all’Adige ad ospitare il “girone di ritorno” con Alghero ed a mettere in vetrina le bellezze artistiche e naturali del Trentino. Il ruolo da protagonista sarà riservato, anche per questo appuntamento, all’enogastronomia, carta vincente dell’offerta turistica di entrambe le regioni autonome.

Nella foto: Mario Peretto presidente della Cantina Santa Maria la Palma, il giornalista trentino Giuseppe Casagrande, Donatella Meloni, Marinella Argentieri, Bruno Meloni e Danilo Moresco titolare del ristorante Da Pino
Commenti
22:42
Domenica 2 ottobre, Baradili ospiterà una manifestazione tra enogastronomia, ambiente, cultura e sport
19:04
Oggi la registrazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. Soddisfazione del Comitato promotore culurgionis d’Ogliastra Igp, Cna Ogliastra, Cna Sardegna, Confartigianato Nuoro-Ogliastra e Confartigianato Imprese
16:59
Il 15 e 16 ottobre appuntamento a Mamoiada per vivere La Vendemmia tra cultura, viticoltura ed enogastronomia negli eventi a cura di Méskes Turismo
28/9/2016
Via alla quinta edizione del concorso enologico B’NU. La scadenza per partecipare è il 31 ottobre. Il Concorso si terrà a Nuoro nel mese di novembre
27/9/2016
Gli stand saranno allestiti in via Cavour e Piazza Fiume. Si parte dalle ore dodici di Venerdì 30 per una 48 ore di cibo, birra e musica
© 2000-2016 Mediatica sas