Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmbiente › Progetto Alghero: cronoprogramma depuratore
S.A. 21 ottobre 2014
Il sindaco Mario Bruno, alla luce della sospensione dell’autorizzazione allo scarico dell’impianto di depurazione di San Marco da parte della Provincia, ha avuto un primo incontro con l’Amministratore Abbanoa. Mercoledì a Cagliari il tavolo tecnico-operativo con Regione ed enti coinvolti nelle gestione e protezione dell’ecosistema Calich
Progetto Alghero: cronoprogramma depuratore


ALGHERO – Si tratta di un vero e proprio “Progetto-Alghero” che partirà, tra le altre cose, con una campagna di misurazione delle portate che quantifichi l’esatto regime idraulico spedito all’impianto; una mappatura dello stato delle reti idriche e fognarie che porti all’individuazione delle perdite e la conseguente gestione attiva; l’efficientamento gestionale complessivo; l’individuazione di un metodo di monitoraggio periodico da parte dell’ente. Impegni che saranno oggetto di un dettagliato Piano di Lavoro che sarà trasmesso la prossima settimana al sindaco di Alghero, contenente un cronoprogramma di studi, opere e interventi da realizzare in stretto rapporto con Sant’Anna.

Parallelamente sarà insediato nella giornata di mercoledì a Cagliari il tavolo tecnico-operativo che affronti le criticità dell’ecosistema delle zone umide del bacino lagunare del Calich. Insieme a tutti gli enti a vario titolo interessati – dagli assessorati regionali e provinciali competenti, alla Direzione generale dell’Agenzia del distretto idrografico della Sardegna e il Servizio idrico integrato – si tratterà di capire quali misure adottare per evitare lo sversamento prolungato e continuo dei reflui nel sistema lagunare, col preciso intento di proteggere e risanare l’ambiente acquatico.

Questi gli accordi presi stamane nell'incontro a Sant’Anna tra il sindaco di Alghero Mario Bruno e l’amministratore unico Abbanoa, Alessandro Ramazzotti, che accompagnati dal direttore Murtas e dai tecnici comunali del settore Opere Pubbliche ed Ecologia hanno appurato nel dettaglio le criticità tecnico-gestionali e quelle progettuali del depuratore della città, dopo la sospensione dell’autorizzazione allo scarico dell’impianto in località San Marco, comunicata dalla Provincia di Sassari in data 8 ottobre 2014 [LEGGI]. Abbanoa – l’ente che dal 2011 gestisce l’impianto di Alghero – fornirà entro i termini previsti tutta la documentazione necessaria per lo sblocco delle prescrizioni: l’ha assicurato Ramazzotti, inaugurando una nuova fase di collaborazione con il Comune e precisando come «per la città di Alghero saranno destinate risorse e competenze straordinarie».
Commenti
9:39
Positiva la risposta scritta pervenuta dall´Ufficio ambiente a firma dell´assessore all´ambiente Cristina Biancu e del dirigente del settore Claudio Vinci, all’interrogazione presentata dal consigliere comunale sardista Davide Tellini in merito alla decisione autonoma dell’azienda Ambiente 2.0 sulla distribuzione dei cestelli sulla raccolta rifiuti all’interno degli appartamenti condominiali
22:38
Un legame che si rafforza e che oggi diventa anche istituzionale nel nome del Santo patrono turritano, il martire Gavino, venerato nei due centri. Porto Torres e Camposano ufficializzano il gemellaggio con un´intesa condivisa dal sindaco Sean Wheeler, presente in questi giorni nel paese campano in occasione della festa patronale, e dal primo cittadino di Camposano, Franco Barbato
22:11
«No allo sfruttamento di terreni agricoli per la produzione di energia. Le imprese private non possono continuare a sottrarre pezzi importanti di territorio agli agricoltori sardi in nome di chissà quale interesse pubblico». Lo sostiene il consigliere regionale dei Rossomori Emilio Usula, che preannuncia un’iniziativa in Consiglio
25/8/2016
Dopo la denuncia pubblica del sindaco di Fonni Daniela Falconi, è stata chiesta dal Partito Democratico una verifica delle procedure
25/8/2016
«La Regione sostenga il consorzio e le imprese», chiede con urgenza il Consorzio Bonifica Gallura
26/8/2016
Stupisce ancora di più l’atteggiamento superficiale che continua a regnare in quel di viale Trento. Anziché ammettere gli sbagli e adottare i correttivi del caso, si preferisce trincerarsi dietro cifre parziali, utilizzate strumentalmente nel tentativo di dimostrare che, tutto sommato, le cose non stanno andando poi così tanto male
© 2000-2016 Mediatica sas