Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmbiente › Progetto Alghero: cronoprogramma depuratore
S.A. 21 ottobre 2014
Il sindaco Mario Bruno, alla luce della sospensione dell’autorizzazione allo scarico dell’impianto di depurazione di San Marco da parte della Provincia, ha avuto un primo incontro con l’Amministratore Abbanoa. Mercoledì a Cagliari il tavolo tecnico-operativo con Regione ed enti coinvolti nelle gestione e protezione dell’ecosistema Calich
Progetto Alghero: cronoprogramma depuratore


ALGHERO – Si tratta di un vero e proprio “Progetto-Alghero” che partirà, tra le altre cose, con una campagna di misurazione delle portate che quantifichi l’esatto regime idraulico spedito all’impianto; una mappatura dello stato delle reti idriche e fognarie che porti all’individuazione delle perdite e la conseguente gestione attiva; l’efficientamento gestionale complessivo; l’individuazione di un metodo di monitoraggio periodico da parte dell’ente. Impegni che saranno oggetto di un dettagliato Piano di Lavoro che sarà trasmesso la prossima settimana al sindaco di Alghero, contenente un cronoprogramma di studi, opere e interventi da realizzare in stretto rapporto con Sant’Anna.

Parallelamente sarà insediato nella giornata di mercoledì a Cagliari il tavolo tecnico-operativo che affronti le criticità dell’ecosistema delle zone umide del bacino lagunare del Calich. Insieme a tutti gli enti a vario titolo interessati – dagli assessorati regionali e provinciali competenti, alla Direzione generale dell’Agenzia del distretto idrografico della Sardegna e il Servizio idrico integrato – si tratterà di capire quali misure adottare per evitare lo sversamento prolungato e continuo dei reflui nel sistema lagunare, col preciso intento di proteggere e risanare l’ambiente acquatico.

Questi gli accordi presi stamane nell'incontro a Sant’Anna tra il sindaco di Alghero Mario Bruno e l’amministratore unico Abbanoa, Alessandro Ramazzotti, che accompagnati dal direttore Murtas e dai tecnici comunali del settore Opere Pubbliche ed Ecologia hanno appurato nel dettaglio le criticità tecnico-gestionali e quelle progettuali del depuratore della città, dopo la sospensione dell’autorizzazione allo scarico dell’impianto in località San Marco, comunicata dalla Provincia di Sassari in data 8 ottobre 2014 [LEGGI]. Abbanoa – l’ente che dal 2011 gestisce l’impianto di Alghero – fornirà entro i termini previsti tutta la documentazione necessaria per lo sblocco delle prescrizioni: l’ha assicurato Ramazzotti, inaugurando una nuova fase di collaborazione con il Comune e precisando come «per la città di Alghero saranno destinate risorse e competenze straordinarie».
Commenti
21/4/2018
Atto storico del Comune di Alghero che tenta di chiudere una vergogna aperta pluridecennale, con insediamenti abusivi sulla costa di Porto Conte. Nonostante la prescrizione nel processo, rimane la lottizzazione senza autorizzazione e il dirigente pubblica l´atto con cui vengono annesse al patrimonio pubblico le 133 piazzole
19:21
Tutto questo si poteva evitare sia da una parte con un po´ più di attenzione e dall´altra con meno ostruzionismo e buon senso. Pazienza, se ne prende atto e si aspetta l´ok della Regione
16:14
L´area di 13ettari della pineta litoranea Li Cucutti sarà gestita da Forestas grazie alla convenzione della durata quindicennale siglata venerdì tra l´agenzia regionale ed il Comune
14:41
«Noi del circolo Pd di Porto Torres chiediamo all´amministrazione maggiore attenzione alle segnalazioni che i cittadini quotidianamente fanno attraverso i partiti o personalmente sui social, per denunciare i tanti problemi presenti nel nostro territorio comunale»
21/4/2018
«Il Wwf, vista l’ordinanza d’ingiunzione pubblicata nell’albo Pretorio del Comune di Alghero, plaude all’azione intrapresa dal dirigente del settore Demanio del Comune di Alghero Guido Calzia che mira ad acquisire al patrimonio comunale l’area di Sant’Imbenia nel Comune di Alghero», dichiara il delegato Wwf per la Sardegna Carmelo Spada
21/4/2018
I carabinieri della compagnia di Porto Torres guidati dal capitano Romolo Mastrolia in collaborazione con i militari dei Noe - Nucleo operativo ecologico - hanno denunciato un portotorrese e due cittadini rom per abbandono di rifiuti pericolosi all’interno del campo nomadi
© 2000-2018 Mediatica sas