Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaAeroporto › Luzzatti-Borlotti, Gip respinge richiesta archiviazione
S.O. 24 ottobre 2014
Il pubblico ministero dott. Porcheddu aveva chiesto l'archiviazione ma il giudice per le indagini preliminari, la dott.ssa Lupinu, ha ritenuto di procedere con i capi di imputazione. La prima udienza a gennaio
Luzzatti-Borlotti, Gip respinge richiesta archiviazione


ALGHERO - Sarà il dott. Marras, Giudice presso il Tribunale di Sassari, a decidere sull'intricata querelle che da anni coinvolge il presidente della società di gestione aeroportuale di Alghero, Carlo Luzzatti, e l'ex direttore generale Sogeaal, Umberto Borlotti. A giudizio per il delitto di cui all'art 595, comma 3 c.p. per diffamazione, Luzzatti dovrà presentarsi presso la sezione penale sassarese il prossimo 29 gennaio.

Il pubblico ministero dott. Porcheddu aveva chiesto l'archiviazione ma il giudice per le indagini preliminari, la dott.ssa Lupinu, ha ritenuto di procedere con i capi di imputazione.

La presunta diffamazione nasce in seguito ad alcune infuocate dichiarazioni della Sogeaal conseguenti al secondo licenziamento di Borlotti, in cui si faceva esplicito riferimento «all'utilizzo improprio di denaro e carte di credito aziendali; la constatazione di svolgimento e l’autorizzazione al pagamento per servizi che non risultano essere in realtà mai stati resi a Sogeaal; lo svolgimento di delicate attività in nome e per conto della Società senza averne delega o poteri; l’arbitraria computazione, da parte dell’ex Direttore Generale, di premi e bonus retributivi a sé stesso erogati» [LEGGI].

Nella foto: Borlotti e Luzzatti

prima pubblicazione giovedì 23 ottobre
Commenti
17:27
La compagnia low cost aggiudicataria del bando per la Continuità territoriale dall´aeroporto di Alghero su Milano e Roma studia insieme all´assessorato regionale ai Trasporti una soluzione per superare i rilievi mossi da Bruxelles ma il 9 novembre si avvicina
16:46
La continuità territoriale aerea non è a rischio, chi lo dichiara fa un danno enorme ai sardi e alla Sardegna. Ci sono tutti i margini per giungere in tempi rapidi a una mediazione con l’Europa che salvaguardi il diritto fondamentale alla circolazione delle persone e, al tempo stesso, la libera concorrenza
14/10/2017
I sardi sono cittadini dell’Unione Europea e hanno lo stesso diritto degli altri alla mobilità: è una questione di pari opportunità ed è la pretesa, che riteniamo del tutto legittima, su cui si basa il nostro disegno di Continuità territoriale
© 2000-2017 Mediatica sas