Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaTasse › «Più servizi e decoro col contributo del Turismo»
S.O. 24 ottobre 2014
Nessun danno per la categoria secondo l’Assessore alle attività produttive Natacha Lampis che intende garantire servizi efficienti per tutti, anche per gli imprenditori
«Più servizi e decoro col contributo del Turismo»


ALGHERO - «Lo strumento che vogliamo sperimentare consente ai Comuni di andare nella direzione intrapresa dalla maggior parte dei comuni a vocazione turistica: garantire a tutti, cittadini e turisti, benefici con servizi efficienti e di qualità. Non ci sarà alcun danno per il comparto turistico della città. E nessuna posizione “contro” la categoria. L'Amministrazione deve favorire il benessere di tutti i cittadini, compresi gli stessi imprenditori. I comuni che applicano la tassa di soggiorno in Italia rappresentano il 50% dei posti letto del panorama nazionale; comuni a vocazione turistica, dove l'applicazione dell'imposta non ha indebolito la competitività delle imprese».

Sono alcuni dei passaggi dell'assessore alle Attività Produttive, Natacha Lampis, nella sua relazione in occasione della seduta di consiglio comunale che approva con 15 voti favorevoli, 2 astenuti e 7 contrari il nuovo regolamento per l'istituzione della tassa di soggiorno [GUARDA]. Un contributo ambientale ostacolato dagli albergatori e dall'opposizione [LEGGI] ma accolto con favore dai cittadini [SONDAGGIO]. «In estate, nel corso della fase di concertazione, abbiamo accolto le richieste dei nostri imprenditori decidendo di rinviare l'applicazione dell'imposta ad ottobre e poi a gennaio a causa dei problemi che si sarebbero verificati nelle prenotazioni già incamerate. Oggi purtroppo non è più possibile pianificare sulla base dei trasferimenti di fondi dallo Stato e dalla Regione: sono sempre meno e i tagli si susseguono sul quel poco che ci viene trasferito. La scelta è quindi dettata da esigenze di bilancio e dallo stato disastroso del nostro decoro urbano. Dal 2015 spariranno i finanziamenti per i progetti di cura del verde urbano, risorse che consentivano di avviare lavori di manutenzione e riqualificazione delle aree verdi».

«Abbiamo avuto il coraggio di fare scelte di campo nette, ma con lo sguardo rivolto al bene della città: il gettito incamerato dall'imposta sarà destinato al decoro urbano. Verranno a mancare risorse fondamentali e non possiamo permetterci di farci trovare impreparati. Ribadiamo e rafforziamo la nostra intenzione di svolgere un'azione parallela alla tassa di soggiorno con una seria lotta all'evasione e al sommerso, confermiamo nel regolamento appena approvato dal Consiglio Comunale le clausole per le esenzioni, differenziazioni per fasce d'età e per condizione sociale, tariffe modulate per alta e bassa stagione, stagionalità: sono impegni assunti nella fase di concertazione che mettiamo in atto. Tenendo sempre presente l'interesse generale».
Commenti
14:11
«Per la risoluzione bonaria delle controversie non è previsto alcun esborso monetario», precisano dagli uffici del gestore unico
21/7/2016
Sarà aperto il tavolo di verifica e accertamento delle differenti situazioni, se necessario con un supplemento d´istruttoria, con l´obbiettivo di bloccare definitivamente gli slacci e attivare le procedure di conciliazione, revisione o dilazione delle somme non corrisposte
© 2000-2016 Mediatica sas