Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroEconomiaAeroporto › Alghero: aeroporto in crescita costante
A.B. 25 ottobre 2014
Al 30 settembre, lo scalo Riviera del Corallo ha registrato una crescita del 2,1percento, che diventa un ragguardevole 6percento se si confronta il traffico totale del 2013 con quello di quest’anno (il più cospicuo di sempre)
Alghero: aeroporto in crescita costante


ALGHERO - Continuano ad arrivare conferme sull’ottimo andamento della stagione turistica in Sardegna, specie sul versante internazionale. Secondo i dati pubblicati dall’Assaeroporti, al 30 settembre scorso è già stata abbondantemente superata quota 6milioni di passeggeri (esattamente 6134931) che hanno volato da e per l’Isola, cioè ben 188513 in più rispetto allo stesso periodo del 2013. Il dato del traffico aereo sui tre scali principali (Alghero, Cagliari ed Olbia) è il più alto mai fatto registrare sui cieli sardi ed è molto significativo (+3,2percento) rispetto a quello fatto registrare l’anno scorso, ancor di più se paragonato agli anni addietro: 335mila passeggeri in più rispetto allo stesso periodo del 2012, 920mila circa in più rispetto al 2010, un milione e 125mila circa in più rispetto al 2008. Se negli ultimi tre mesi saranno quanto meno confermate le performace dell’anno scorso, si registrerà il nuovo record di traffico aereo da e per la Sardegna.

Lo scalo algherese presenta una crescita costante (+2,1percento), decisamente connessa con il trend dei voli internazionali. Il Riviera del Corallo ha registrato complessivamente il traffico totale più cospicuo di sempre: 1313423 passeggeri, dei quali 811516 nazionali e 497884 internazionali (quota mai raggiunta e +6percento rispetto al 2013). Dati incoraggianti per Cagliari, che nonostante una forte riduzione delle tratte internazionali, registra comunque un segno positivo (+1,5percento). Su Elmas hanno volato sino al 30 settembre 2917007 passeggeri, dei quali 2264178 nazionali (vicino al record del 2012) e 643735 internazionali (in linea col recente passato). Numeri decisamente positivi ad Olbia, con un +6,6 per cento rispetto al 2013. Il Costa Smeralda ha sfiorati i 2milioni di passeggeri (esattamente 1904501), dei quali 830335 stranieri (90 mila in più del 2013, pari al +12per cento), 200mila più del 2012 e addirittura 360mila in più rispetto al 2010.

«I dati pubblicati da Assaeroporti - afferma l’assessore regionale del Turismo Francesco Morandi - sono una riprova dei dati su arrivi e presenze registrati dal sistema di rilevamento ed elaborazione dati regionale (il “Sired”): la Sardegna è di nuovo tra le mete turistiche più competitive del Mediterraneo, con un appeal crescente sui mercati internazionali e un forte richiamo di visitatori provenienti dalle regioni italiane. La stagione si è finalmente “allungata” da marzo a novembre - aggiunge - grazie all’importante lavoro degli operatori del settore che, credendo nella qualità del prodotto Sardegna, sono riusciti a infondere dinamicità all’offerta e, grazie anche all’accessibilità al territorio, alla possibilità di raggiungere l’Isola facilmente, tutto l’anno, specie grazie all’aumento delle tratte. Ora - conclude Morandi - è il momento di andare oltre, migliorando, per esempio, su tematismi e motivazioni al viaggio, servizi e misure di accompagnamento alle imprese e investimenti sui mercati internazionali, sfruttando anche gli effetti dell’Expò».
Commenti
8/12/2016
Lo dichiara il presidente Pigliaru a proposito degli investimenti annunciati dalla compagnia low cost in Sardegna e, in particolare, sulla rinnovata attenzione per il Riviera del Corallo
17:34
Tutto ciò ha comportato immensi vantaggi per Alitalia, che s´è vista riempire gli aerei dai passeggeri che usavano i voli low cost e da quelli della CT2, ma ha isolato la Sardegna
7/12/2016
«Definitivo il mio proscioglimento dall´indagine penale, perchè i fatti in ordine ai reati ipotizzati non sussistono», dichiara l´ex direttore della Società di gestione dell´aeroporto di Alghero che si appella alla Corte dei Conti e alla Regione contro gli attuali vertici
© 2000-2016 Mediatica sas