Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaOpinioniPoliticaLa Sardegna torna indietro di dieci anni
Marco Tedde 28 ottobre 2014
L'opinione di Marco Tedde
La Sardegna torna indietro di dieci anni


La politica sarda torna indietro nel tempo a dieci anni fa: con Renato Soru segretario regionale del Pd, come ampiamente previsto, e un suo ex assessore alla guida della Giunta regionale. L’inventore della devastante tassa sulle imbarcazioni, delle "intese" che hanno prodotto centinaia di migliaia di metri cubi di cemento in deroga al rigoroso Ppr riprende in mano il partito e già influenza la linea politica ad una Giunta immobilista e immobilizzante.

E’ difficile capire come, in spregio alla retorica sui doppi incarichi, potrà svolgere il difficile e impegnativo compito pur stando a Bruxelles. Ma auguri soprattutto al Pd e a Pigliaru: ne hanno veramente bisogno. La nuova occupazione della scena politica sarda da parte di Soru rischia di creare serie difficoltà a Pigliaru, che ostenta una presunta capacità di rendersi indipendente dai partiti.

Con Soru, che utilizza un pentagramma politico diverso, verrà suonato dal Pd un altro spartito. L'auspicio è che non si corra il rischio di catapultare la Sardegna in una esperienza simile a quella vissuta nel quinquennio soriano, che i sardi col voto del 2009 avevano sonoramente bocciato.

*Vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale
Commenti
30/6/2016
«Si tratta di una conferma indiretta degli impegni che Regione e Governo stanno costruendo per il Patto della Sardegna con la progettazione e la costruzione della rete interna fondamentale a carico di Snam e della tariffa nazionale», dichiara il senatore del Pd Silvio Lai
29/6/2016
E’ sconcertante che il massimo rappresentante dei sardi, totalmente assente nelle fasi calde della vertenza, si limiti a serafici comunicati da Bruxelles, senza il minimo rispetto per quattrocento persone che vedono sfumare il proprio posto di lavoro
29/6/2016
Michele Pais e i salviniani algheresi mettono in evidenza la recente delibera della Corte dei Conti sul Piano delle partecipate presentato dall´Amministrazione comunale
29/6/2016
Una Città trascurata, in balia di una amministrazione schiava della sua instabilità, dove il Primo Cittadino ha fatto di tutto per isolarsi e perdere tutti i contatti e le “simpatie” delle “amministrazioni amiche”
© 2000-2016 Mediatica sas