Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Centri antiviolenza: pronti i fondi della Regione
A.B. 30 ottobre 2014
La Giunta è pronta ad integrare i fondi per il 2014 ed a fare le verifiche sulle attività svolte, ma i criteri di ripartizione non sono in discussione
Centri antiviolenza: pronti i fondi della Regione


CAGLIARI - L'Assessorato Regionale della Sanità valuterà la possibilità di integrare in via straordinaria il fondo per i Centri Antiviolenza ed i Centri di Accoglienza delle donne maltrattate e dei minori per il 2014. Lo ha reso noto lo stesso Assessorato, dopo la protesta di mercoledì mattina da parte di una delle tre associazioni del cagliaritano, ricordando che i criteri di ripartizione dei fondi fissati a suo tempo dalla Giunta Regionale sono stati ampiamente condivisi e supportati dalla commissione consiliare competente.

Criteri che prevedono per i Centri Antiviolenza che la quota sia ripartita per il 40percento in parti uguali quale contributo minimo per la gestione e per il 60percento in funzione del numero delle donne prese in carico in ragione di quanto rilevato dal monitoraggio 2012, che sarà opportunamente integrato. Per le Case di Accoglienza, la quota complessiva è ripartita per il 40percento in parti uguali, quale contributo minimo alla gestione, e per il restante 60percento in funzione delle donne ospitate e dei tempi di permanenza nella struttura, mentre mancano i dati relativi all’utenza di riferimento, alle attività svolte ed alla rendicontazione delle spese sostenute.

Per il 2013, alle associazioni dell'area di Cagliari sono andati 259mila euro, ovvero il 25percento dello stanziamento complessivo (un milione di euro), fra Centri Antiviolenza (134500euro) e Centri di Accoglienza (124906euro). La stessa percentuale sul totale dei finanziamenti, circa il 25percento, andrà all'area di Cagliari per il 2014, anche se l'Assessorato verificherà la possibilità di stanziare altre risorse valutando anche le attività svolte nel corso degli anni. Infine, l’Assessorato ha precisato come i ritardi nell'erogazione dei fondi per il 2013 siano dovuti al mancato stanziamento da parte della precedente Giunta Regionale.
Commenti
19:15
Si scontrano quotidianamente con la necessità di spostarsi e con la difficoltà di trovare un volo piuttosto che una nave che con prezzi ragionevoli consenta loro di attraversare il mare. Questo mare così bello e cristallino che fa della mia terra d´origine la prima in Italia nella classifica delle più belle spiagge della penisola, ha rappresentato da sempre un grande limite in termini di pari opportunità per i Sardi
18:54
Se vogliamo nuove infrastrutture e nuova qualità anche nella vitale materia dei Trasporti, dobbiamo cogliere ogni opportunità perché le ragioni della Sardegna siano ben presenti alle Istituzioni nazionali ed internazionali
19:00
Il G7 è un evento planetario, che sia stato organizzato a Cagliari è già di per sé un risultato che offre alla città una risonanza internazionale. Ma l’ottimo lavoro di Pigliaru permette alla Sardegna, nell’intesa costruita insieme a Corsica e Baleari, di porre sul tavolo il tema dello svantaggio dell’insularità e pone le premesse per ridefinire tutta la conseguente politica europea sui trasporti
21/6/2017
Il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru ha firmato il decreto di nomina del nuovo assessore dei Lavori pubblici. L´attuale direttore generale dell´Assessorato sostituisce il dimissionario Paolo Maninchedda
22/6/2017
Ieri mattina, è stata approvata in Consiglio regionale la mozione delle opposizioni (primo firmatario Luigi Crisponi dei Riformatori sardi) sul paventato accorpamento delle Camere di commercio
21/6/2017
«La Sardegna chiede ulteriori soluzioni migliorative. La Conferenza delle Regioni non concede l´intesa al Codice», ha dichiarato ieri l´assessore regionale degli Affari speciali, che ha rappresentato la Giunta nella riunione della Conferenza delle Regioni a Roma
© 2000-2017 Mediatica sas