Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaDisservizi › Problema acqua ad Olmedo: il sindaco non ci sta
A.B. 31 ottobre 2014
Il primo cittadino Marcello Diez respinge al mittente le responsabilità sui problemi di approvvigionamento idrico del suo comune
Problema acqua ad Olmedo: il sindaco non ci sta


OLMEDO - «Ancora una volta in questo paese, chi è impegnato quotidianamente a risolvere, tra mille difficoltà, problemi primari, quali quello idrico, deve assistere alle beffarde sparate di chi, invece, è disposto a tutto pur di riscuotere facili consensi, facendo leva sulla esasperazione dei cittadini che subiscono forti disagi». Inizia così la replica del sindaco di Olmedo Marcello Diez, che respinge al mittente le responsabilità sui problemi di approvvigionamento idrico del suo comune, a partire dalle dichiarazioni rilasciate quattro giorni fa dal consigliere d’Opposizione Toni Faedda [LEGGI]. «Pur nella consapevolezza che molti cittadini conoscono le cause dai quali scaturiscono gli annosi problemi di approvvigionamento idrico della parte alta del nostro paese – prosegue il primo cittadino - ci teniamo a ricordare come gli stessi sono stati realmente affrontati, in questo mandato così come negli ultimi mandati amministrativi».

Il sindaco Diez illustra l’iter dei lavori, partendo dall’Amministrazione Pinna, dove lui rivestiva i ruoli di assessore ai Lavori Pubblici e vicesindaco, che «per fronteggiare le carenze idriche della parte alta del paese, nel marzo 1999 progettò la realizzazione di un serbatoio idrico in località Nuraghe Mannu, che fu ultimato nel giugno 2002 e collaudato solamente a settembre 2006» ed arrivando all’Amministrazione Ruiu (che aveva come assessore proprio Toni Faedda) che, «con molta rilassatezza, ultimò l’opera pubblica, lasciata cadere dagli stessi nel dimenticatoio, al punto che oggi, in tempi di tagli pesanti, in cui le risorse finanziarie a disposizione del Comune non sono certo quelle di quel periodo, servono oltre 100mila euro per sistemare il serbatoio mai attivato».

Un impegno certamente gravoso, «al quale l’Amministrazione Diez non ha voluto sottrarsi sin dal primo insediamento, nel giugno 2011, attivandosi con il gestore del servizio idrico, Abbanoa, per ottenere sia l’impegno amministrativo a sistemare il serbatoio, sia l’impegno finanziario per farsi carico, insieme al Comune di Olmedo, degli oneri necessari». Il sindaco ricorda come, «dopo lunghe ed intense negoziazioni», sia riuscito ad ottenere un co-finanziamento dell’importo necessario e che ad agosto abbia sottoscritto il nullaosta per l’esecuzione dei lavori, con una conclusione auspicata nel breve periodo. «Questi sono i risultati di chi lavora quotidianamente per il bene comune, mettendo al centro della propria agenda amministrativa i problemi primari. Problemi che nei due mandati precedenti erano considerati tutt’altro che primari, al punto che non solo non è stato fronteggiato il disagio dei tanti cittadini coinvolti, ma è stato creato un danno all’intera cittadinanza, costretta, oggi, a farsi carico nuovamente di un’opera già realizzata e lasciata usurare per la totale negligenza di chi, probabilmente, aveva ben altri interessi da perseguire – sottolinea Diez, che conclude – Questa Amministrazione sta facendo tutto il possibile per risolvere i problemi idrici nel paese, tenendo contro, che alla base degli stessi vi sono spesso le continue rotture ad una condotta idrica colabrodo, la cui manutenzione non compete ai Comuni».

Nella foto: il sindaco di Olmedo Marcello Diez
Commenti
18:09
Le analisi dell´Asl, effettuate su campioni prelevati il 22 agosto, indicano parametri fuori norma per quanto riguarda i valori alluminio e ferro
24/8/2016
I risultati dei campionamenti effettuati nella rete idrica di Fertilia confermano il rientro. Lo hanno certificato le analisi effettuate dai laboratori Abbanoa sui campioni d’acqua prelevati ieri
© 2000-2016 Mediatica sas