Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaCronaca › Accusò i Luzzatti, calunnia confermata
Red 7 novembre 2014
La Corte d´Appello di Sassari ha confermato, anche in secondo grado, quanto emerso nella prima udienza: la denuncia contro i Luzzatti era falsa. L'ex moglie del figlio del presidente della Sogeaal è stata condannata per calunnia
Accusò i Luzzatti, calunnia confermata


ALGHERO - E anche la Corte d'Appello, presieduta dal Magistrato Plinia Azzena, ha confermato che D.M. (40enne algherese) aveva mentito. Per questo arriva a ribadire quanto deciso in primo grado col reato di calunnia e la condanna di 10 mesi e 20 giorni sospesa con la condizionale.

La vicenda risale alla sera del primo marzo 2010 quando a casa di Carlo Luzzatti la nuora, oggi ex-moglie del figlio Matteo, aveva accusato lo stesso Presidente della Sogeaal di aver subito un'aggressione. Non solo il padre, ma anche il figlio, secondo quando la donna accusava, l'avrebbe picchiata e spinta fin quasi a cadere dalle scale. A far emergere la verità sono stati i filmati delle telecamere presenti nella casa in campagna dei Luzzatti. Materiale visionato dai carabinieri che, come detto, ha mostrato i fatti per come erano veramente accaduti.

In questo modo ha vinto, anche in secondo grado, la verità con la messa in scena che è crollata grazie alle indagini portate avanti dai militari a cui in un primo momento era arrivata la disperata denuncia della donna. Una denuncia, alla fine, totalmente inventata.
Commenti
24/4/2017
Nei giorni scorsi, gli agenti delle Volanti di Nuoro, dopo una rapida indagine, hanno deferito all’Autorità giudiziaria un uomo residente in Penisola per il reato di truffa on-line ai danni di un giovane nuorese. Quest’ultimo, dopo essere entrato su un sito on-line di incontri, era stato telefonicamente convinto da un´aitante e sedicente escort, prima dell’incontro, a versare la somma di 100euro sulla sua carta prepagata
24/4/2017
Ieri sera, gli agenti della Sezione Volanti, hanno denunciato in stato di libertà per ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso, un 23enne ed un 24enne, entrambi sassaresi e già noti alle Forze dell´ordine
© 2000-2017 Mediatica sas