Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › Porto Conte, riunione a porte chiuse: polemiche
S.C. 13 novembre 2014
Desogos, Balzani e Maffei chiedono che le riunioni della Commissione paritetica insediatasi a Sant'Anna siano a porte chiuse. Per i consiglieri comunali e il sindaco Mario Bruno non se ne parla: massima trasparenza sui lavori
Porto Conte, riunione a porte chiuse: polemiche


ALGHERO - Polemiche e dichiarazioni al vetriolo quelle che seguono la riunione d'insediamento della Commissione paritetica per il nuovo comune di Porto Conte che ha eletto il consigliere Pietro Sartore presidente e Davide Maffei segretario [LEGGI]. I tre rappresentanti del comitato, Desogos, Balzani e Maffei, infatti, dopo aver chiesto (ed ottenuto) che la prima riunione si svolgesse a porte chiuse nonostante la presenza di due uditori (un Consigliere comunale di minoranza e il Portavoce del sindaco) in un comunicato stampa parlano di «curioso siparietto», se la prendono con Alguer.it, reo a loro giudizio «di aver sbeffaggiato per mesi il comitato», e confermano «che i partecipanti alle successive sedute saranno esclusivamente i sei membri nominati».

Insomma, un probabile tentativo per ricercare a tutti i costi di strumentalizzare gli eventi, come spesso accade quando i comitati risultano eccessivamente politicizzati, ma tant'è: di mezzo ci sono evidenti interessi e un territorio dall'enorme valore. Il risultato è una serie di risposte a catena con le note stampa del sindaco Mario Bruno e dei tre consiglieri comunali componenti la Commissione. Tutti, come è ovvio, chiedono come prima cosa «massima trasparenza».

Il Sindaco dopo essersi detto «stupito e sconcertato» parla di sedute della Commissione paritetica che, «in carenza di una diversa disposizione normativa tutt’oggi inesistente e in ossequio ai principi generali circa il funzionamento delle Commissioni consiliari, debbano necessariamente essere pubbliche». E sottolinea come «non si comprendano infatti le motivazioni che impedirebbero la presenza di uditori in un confronto tra consiglieri comunali e membri di un comitato promotore di un nuovo ente locale, considerata la delicatezza della materia a cui dare il massimo della pubblicità e della trasparenza sulle posizioni assunte non a titolo personale».

Una presa di posizione chiara arriva anche da Pietro Sartore, Giampietro Moro ed Emiliano Piras, i tre membri della Commissione. Anche loro parlano di «fantomatico siparietto» e rimarcano ancorsa con forza, «la necessità di rendere pubbliche le sedute in modo che venga garantita la massima trasparenza sui lavori della commissione, che andranno a decidere di una materia di estrema importanza per i cittadini di Alghero tutta».

Nella foto: il commissario Giampietro Moro
Commenti
13:55
Sostituisce Natacha Lampis. Questa mattina a Sant´Anna la firma delle deleghe da parte del sindaco Mario Bruno. Indicata dalla componente-Moro della lista Alghero in Comune, rappresenta l´ala più a Sinistra della coalizione
10/12/2016
Cospicua raccolta firme ad Alghero per sottolineare l´importante lavoro portato avanti dall´ex assessore allo Sviluppo economico, Natacha Lampis, neegli ultimi due anni e mezzo di amministrazione. Al suo posto prenderà le deleghe Ornella Piras
8/12/2016 video
Via libera al regolamento per la video-sorveglianza pubblica in previsione dell´installazione delle telecamere in alcuni punti strategici della città. Approvazione unanime per valorizzare Saint Exupery e il suo legame con la città. Su Alguer.it le immagini integrali del consiglio comunale di Alghero
9/12/2016
Non piace proprio a una parte dell´opposizione la scelta dell´amministrazione comunale e del Consiglio comunale di Alghero d´istituire un periodico di informazione istituzionale. Movimenti e gruppi politici promuovo una raccolta firme
9/12/2016
Lunedì 12 dicembre, a causa di intervento tecnico, non sarà disponibile la rete telematica del Comune di Porto Torres con i relativi servizi, a partire dalle ore 9
9/12/2016
Le motivazioni che hanno portato i Segretari Generali Cisl Trasporti e Fiadel ad attivare le procedure di Legge di cui alla L.146/90 sono «tutte le inadempienze che ormai si trascinano fin dal primo aprile scorso – dichiara il segretario generale Fit Cisl, Giuliano Deliperi - ovvero dalla data di inizio di questo appalto
© 2000-2016 Mediatica sas