Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteCoste › Grotte di Nettuno, al via i lavori da 1 mln di euro
S.A. 9 dicembre 2014
Il promontorio di Capo Caccia nella costa algherese è a rischio da tempo. Il bando di gara è stato vinto da una ditta di Trento
Grotte di Nettuno, al via i lavori da 1 mln di euro


ALGHERO - Inizieranno a breve i lavori di "mitigazione rischio frane" nelle Grotte di Nettuno di Alghero. Il promontorio di Capo Caccia, Lo Frontuni come lo chiamano i pescatori algheresi, è a rischio da tempo, tanto da costringere la Capitaneria di Porto ad emettere ordinanze di divieto di transito sotto le parti a rischio.

Le osservazioni geologico - strutturali indicano che la parete rocciosa compresa tra la Punta semaforo e la Escala di Cabirol è potenzialmente interessata da fenomeni di distacco e di crollo di porzioni di roccia. Per questi motivi, a gennaio di quest'anno il commissario in carica aveva disposto la progettazione di un intervento, approvato a maggio dello stesso anno. Un mese dopo è seguito il bando di gara da 1 milione di euro, affidato nelle scorse settimane ad una ditta di Trento, l'Eurorock srl.

L’opera prevede interventi di demolizione di massi in parete a picco sul mare con azioni effettuate da maestranze specializzate che dovranno agire necessariamente “su corda”, utilizzando tecniche di ingegneria naturalistica, demolendo volumi di roccia pericolosi, decespugliando le pendici, immettendo iniezioni di resine in parete, effettuando opere di ancoraggio della parete utilizzando speciali tecniche di perforazione e di chiodatura della roccia. Le grotte resteranno chiuse fino al completamento dei lavori. La consegna avverrà nei prossimi giorni e l'obiettivo è concludere in tempi stretti, prima dell'avvio della stagione turistica. I proventi delle grotte, d'altronde, rappresentano la prima entrata destinata alla programmazione di eventi e manifestazioni in città.
Commenti
7/12/2016 video
Interventi e bonifiche mai realizzate, nonostante i rischi ambientali emersi già all'indomani del rogo. Tornare dopo oltre un anno nel luogo del disastro è come fermare il tempo nelle grandi incompiute del territorio algherese. Le immagini 14 mesi dopo il rogo
7/12/2016
Il sindaco Mario Bruno ringrazia pubblicamente l´assessore regionale all´Urbanistica per aver accolto con favore la richiesta di proroga alle scadenze di adozione dei Piani di Utilizzo dei Litorali, consentendo così a tutti i titolari di concessioni demaniali l´apertura della stagione balneare da aprile: «E´ un ulteriore stimolo a proseguire con sempre più determinazione nell´approvazione degli strumenti urbanistici, che in molti casi scontano notevoli ritardi dal passato»
© 2000-2016 Mediatica sas