Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroTurismoTurismoCap d’Any ad Alghero: si va verso il tutto esaurito
Daria Chiappe 20 dicembre 2014
Stando ai dati di sabato 20 dicembre, prenotate l’89percento delle strutture registrate su “Booking” e il 60percento degli hotel a quattro stelle. Atteso l’overbooking tra Natale e Capodanno. Le parole di Stefano Visconti del Consorzio turistico Riviera del Corallo
Cap d’Any ad Alghero: si va verso il tutto esaurito


ALGHERO – Si preannuncia un fine d’anno "boom" in Riviera del Corallo, che già da diverse settimane registra il tutto esaurito in buona parte delle strutture ricettive. Tra queste, ad essere stati immediatamente occupati, i bed and breakfast, specie quelli centrali, capaci di offrire tariffe più vantaggiose, se pur legate alla fascia dell’alta stagione. Buona tuttavia anche la situazione dei pochi hotel aperti in città (circa otto), che con i loro 1500 posti letto messi a disposizione sono riusciti ad oggi ad occupare il 60percento della capienza totale.

Un buon risultato, se si pensa che la maggior parte delle richieste vengono effettuate tra Natale e Capodanno, giorno in cui è difficile trovare posto ad Alghero. A dichiararlo Stefano Visconti, presidente del Consorzio Turistico Riviera del Corallo, il quale spiega che trattandosi di «un mercato interno, ovvero di sardi che non hanno bisogno di prenotare per tempo un aereo, le richieste per il Capodanno giungono alle strutture alberghiere sempre a ridosso del 31 dicembre, giorno in cui le stanze disponibili vengono occupate per il 100percento, contro il 65percento del 30 dicembre e del 1 gennaio». Le tariffe per camera, spiega poi, si aggirano intorno alla quota media di 140 euro negli hotel a 4 stelle, alla quale è possibile aggiungere circa 80 euro a persona per godere anche del Cenone presso la stessa struttura alberghiera.

Ma a confermare la notevole affluenza che anche quest’anno investirà la Riviera del Corallo durante la notte di San Silvestro c'è anche uno dei più noti siti di prenotazioni online, Booking, dal quale emerge che l’89percento delle stanze in vendita nelle strutture registrate, tra B&B, alberghi, appartamenti, agriturismo e affittacamere, non sono più disponibili. A parte quindi qualche buco libero ancora presente in città, i ritardatari dovranno accontentarsi di pernottare a non meno di 11 chilometri di distanza da Alghero, dove ancora qualche camera risulta invenduta.

Più a rilento procede invece la raccolta di adesioni per il Cenone di Capodanno da parte dei ristoranti cittadini, ancora alle prese con la preparazione dei menù o addirittura indecisi se aprire o meno. Un dubbio questo scaturito dalla convinzione diffusa tra gli imprenditori che la crisi non condurrà quest’anno un numero sufficiente di persone in ristorante. Effettivamente, tra i locali che hanno deciso di organizzare la cena di San Silvestro, ad oggi pochi risultano già al completo, con menù compresi tra i 45 e 100 euro.

Non è chiaro quindi come il pubblico del 31 dicembre trascorrerà l’ultimo dell’anno, ma certo è che ad Alghero sarà numeroso. Il merito va probabilmente riconosciuto, come accenna Visconti, «all’anticipo con il quale l’Amministrazione comunale ha pubblicizzato quest’anno il Cap d’Any, anche se tuttavia il Capodanno dal punto di vista delle presenze ad Alghero non è mai stato deludente». «E il problema è proprio questo – conclude poi Visconti portando avanti il discorso – non si può pensare di puntare solo al Capodanno e al fatto che gli introiti di dicembre delle strutture ricettive derivino solo dal trentunesimo giorno, perché finiti i botti, ad Alghero regna il deserto del Sahara».
Commenti
15:09
La nave approderà lunedì mattina nella rada della Riviera del Corallo, per ripartire attorno alle ore 17.30, con destinazione Olbia
13:04
Domani mattina, novanta passeggeri sbarcheranno dalla nave da crociera Serenissima per visitare le bellezze dell’Oristanese
19:31
Aumenti da record negli ultimi anni ed un trend di crescita che proseguirà nei prossimi: il mercato crocieristico in Sardegna sta facendo registrare numeri mai visti prima, persino in controtendenza con i riscontri nazionali, che per il 2016 decretano un segno meno del 10percento, secondo i dati diffusi oggi all’Italian Cruise Day di La Spezia
29/9/2016
L’incontro sulla Legge agriturismo, in programma domani a Cabras ed organizzato dalla Coldiretti Oristano, è stato rinviato a data da destinarsi
© 2000-2016 Mediatica sas