Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazione › No a botti e petardi ad Alghero: firmata l´ordinanza
A.B. 24 dicembre 2014
Il primo cittadino Mario Bruno sottolinea come, eventuali deroghe, oltre alla prevista manifestazione di fine anno organizzata dall’Amministrazione Comunale, potranno essere concesse, sulla base di richiesta scritta e motivata, nell’ambito della tenuta di manifestazioni di rilevanza pubblica
No a botti e petardi ad Alghero: firmata l´ordinanza


ALGHERO - «Nel periodo tra le ore 8 del 24 dicembre 2014 e le ore 8 del 12 gennaio 2015, è tassativamente vietato a chiunque far esplodere fuochi d’artificio, petardi, “botti” di qualsiasi tipo su tutto il territorio comunale». Questo il focus dell'ordinanza firmata mercoledì dal sindaco di Alghero Mario Bruno, che sottolinea come, eventuali deroghe, oltre alla prevista manifestazione di fine anno organizzata dall’Amministrazione Comunale, potranno essere concesse, sulla base di richiesta scritta e motivata, nell’ambito della tenuta di manifestazioni di rilevanza pubblica. I trasgressori saranno puniti con la sanzione amministrativa da 25 a 500euro.

La decisione è stata prese tenendo conto che, negli ultimi anni, si è sempre più diffusa la consuetudine, da parte di privati, nel periodo ricompreso tra il Santo Natale e l’Epifania, di enfatizzare i festeggiamenti con il lancio di petardi, botti e artifici pirotecnici di vario genere. Purtroppo, questa usanza, annualmente, a livello nazionale, ha causato alle persone infortuni di varia entità e gravità. In più, esiste un oggettivo pericolo, anche nel caso di utilizzo di petardi di libera vendita, trattandosi, pur sempre, di materiali esplodenti, che in quanto tali, sono in grado di provocare danni fisici, anche di rilevante entità sia a chi li maneggia, sia a chi ne venisse fortuitamente colpito.

Oltre che all'incolumintà di chi utilizza i botti, si pensa anche alla salute ed al riposo di chi ne è suo malgrado spettatore, visto che l’esplosione di tali prodotti può provocare notevole stress agli anziani, ai bambini, ai soggetti cardiopatici ed agli animali. Nel documento, si sottolinea come, sia pure in misura minore, il pericolo sussiste anche per quei prodotti che si limitano a produrre un effetto luminoso, senza dare luogo a detonazione quando gli stessi siano utilizzati in luoghi affollati.

In città, l’accensione ed il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti ed il lancio di razzi è sempre stato causa di disagio ed oggetto di lamentele da parte di molti cittadini, soprattutto per l’uso incontrollato da parte di persone che spesso non rispettano le precauzioni minime di utilizzo, con comportamenti che hanno provocato proteste e richieste di emissione di appositi atti interdittivi. Per questo, l’Amministrazione Comunale, ritenendo comunque insufficiente ed inadeguato il ricorso ai soli strumenti coercitivi, intende appellarsi soprattutto al senso di responsabilità individuale ed alla sensibilità collettiva, affinché ciascuno sia pienamente consapevole delle conseguenze che tale comportamento può avere per la sicurezza sua e degli altri.
Commenti
17/12/2017 video
«Con la presa d´atto del Piano di Assetto idrogeologico in consiglio comunale ad Alghero, tutti i nostri timori si sono avverati. Pronti a tutelare i nostri diritti: già dato mandato ad un legale per tutelarci». E´ lo sfogo di Tiziana Lai, Coordinatore gruppo di lavoro del Comitato Zonale Nurra, che annuncia battaglia all´indomani dell´invio del Pai a Cagliari: troppi vincoli - dice al microfono del Quotidiano di Alghero - così le aziende da lunedì scorso non valgono più nulla
16/12/2017
Il consiglio comunale all’unanimità da l’ok alla mozione presentata dalla minoranza con primo firmatario il consigliere Massimo Cossu
15/12/2017
«Dobbiamo prendere atto che dal 1995 il centrosinistra ha governato la nostra città per ben diciotto anni. E per il Latte Dolce e Santa Maria di Pisa è stato fatto davvero ben poco», dichiara il Coordinamento cittadino Forza Italia
15/12/2017
Dura presa di posizione di Desirè Manca, portavoce del Movimento 5 stelle nel Consiglio comunale di Sassari, in riferimento «all´attacco ricevuto ad opera di un consigliere del Partito democratico durante il lavoro in aula di martedì»: «Attacchi vili e ingiustificati alla mia persona in Aula consiliare, ho presentato regolare denuncia e mi tutelerò nelle sedi opportune»
16/12/2017
Giovedì pomeriggio, si sono riunite per la prima volta le sei Commissioni consiliari nell’incontro presieduto dal presidente del Consiglio comunale Rino Cudoni, con la collaborazione del segretario comunale Michele Sanna. Presenti anche i capigruppo Maria Giagoni, Mario Russu e Gigi Astore. All’ordine del giorno, il completamento degli assetti finalizzati alla piena funzionalità delle stesse
© 2000-2017 Mediatica sas