Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaFinanziamenti › Opere definanziate e cantierabili. 30 mln di euro per i comuni sardi
S.A. 24 dicembre 2014
Al fondo, che è riservato solo ed esclusivamente ai Comuni le cui opere delegate sono state definanziate ai sensi della legge 24, potranno accedere i Comuni della Sardegna che saranno in grado di bandire le gare entro il 31 marzo 2015
Opere definanziate e cantierabili
30 mln di euro per i comuni sardi


ALGHERO - Sono disponibili i primi 30 milioni di euro per i Comuni sardi le cui opere delegate sono state definanziate così come previsto dalla legge 24 del 2014 (articolo 2): con decreto dell'assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci (il numero 437 del 22 dicembre scorso) è stato infatti istituito il fondo per rifinanziare le opere definanziate, purché siano immediatamente cantierabili. Al fondo, che è riservato solo ed esclusivamente ai Comuni le cui opere delegate sono state definanziate ai sensi della legge 24, potranno accedere i Comuni della Sardegna che saranno in grado di bandire le gare entro il 31 marzo 2015.

«Qualora il Fondo appena costituito risultasse insufficiente a soddisfare le richieste di tutti i Comuni, provvederemo a incrementarlo con le risorse derivanti dal Fondo Pluriennale Vincolato per soddisfare le esigenze di tutti i Comuni», assicura l'assessore Paci. I Comuni che non dovessero riuscire ad andare a gara entro il 31 marzo non dovranno restituire le somme già anticipate dalla Regione.

Per quanto invece riguarda le opere che sicuramente non andranno a gara entro il 31 marzo, è in corso un monitoraggio costante e attento da parte della Regione. «Apriremo al più presto con i Comuni interessati tavoli bilaterali per giungere comunque alla realizzazione delle opere in tempi congrui - annuncia l'assessore dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda - Da parte della Regione c'è massima apertura e disponibilità al confronto e al dialogo».
Commenti
26/7/2016
Per fare domanda e partecipare al bando c´è tempo fino a 21 ottobre. Rientrano i fabbricati del Centro storico di Cagliari e Pirri e quelli che sorgono nella zona immediatamente limitrofa
© 2000-2016 Mediatica sas