Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaArte › Arte: un Santo Stefano Col segno di Poi
Antonio Burruni 25 dicembre 2014
Domani verrà inaugurata nelle sale del Museo naturalistico del territorio di Villanovaforru la personale dell´artista algherese Efisio Niolu, visitabile fino a domenica 25 gennaio 2015
Arte: un Santo Stefano Col segno di Poi


ALGHERO - “Sartegna Contemporanea” non si ferma neanche per le feste natalizie ed anzi, fa un regalo agli appassionati d'arte. Infatti, offrirà a tutti un nuovo appuntamento con l’arte e la cultura. Si potranno visitare gratuitamente le sale permanenti e le cinque mostre temporanee in colaborazione con “Arte 52”, e partecipare alla festa inaugurale, in pieno spirito festoso, della mostra di Efisio Niolu, che espone una pittura evocativa e geometrica.

Come affermato dai suoi critici, l'artista algherese riesce, attraverso l’uso pittorico della carta intelata inizialmente infranta da fratture e da strappi, ad elaborare un iconismo arcaico e atavico, di cui è possibile rintracciare affinità con la grande tradizione isolana. L’inaugurazione della personale “Col segno di poi” è in programma venerdì 26 dicembre, alle ore 17, nelle sale del Museo Naturalistico del Territorio “G.Pusceddu” e si potrà visitare fino a domenica 25 gennaio 2015. Al vernissage, si accompagnerà la conclusione della personale“Tra sogno e realtà” di Francesco Piseddu.

«Efisio Niolu è, allo stesso tempo, “classico” e “romantico” - spiega il critico d'arte Ivo Serafino Fenu - rarefatta griglia segnica, misura, rigore compositivo da un lato; sottili variazioni cromatiche, accostamenti raffinati e vibranti campiture, trasparenze liquide e profonde dall’altro. Così, la sua ricerca procede, in direzione “ostinata e contraria”, rispetto alle mode effimere di molta estetica contemporanea».

Nella foto: un particolare di un'opera di Efisio Niolu
Commenti
14:09
Giovedì, a San Pietroburgo, verrà firmato l’Accordo di collaborazione pluriennale tra la Regione autonoma della Sardegna, il Museo statale Ermitage, il Mibact-Polo Museale della Sardegna, la Fondazione di Sardegna ed il Comune di Cagliari con l’obiettivo di favorire lo scambio di esperienze, l’attuazione di momenti di approfondimento scientifico, lo studio e realizzazione di eventi ed esposizioni
© 2000-2018 Mediatica sas