Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaCronaca › Si è spento Angelo Charlie Salis
A.B. 27 dicembre 2014
Il noto San de bou, da sempre gestore di un caratteristico baretto dietro la Cattedrale di Santa Maria, era da tempo ricoverato nel Reparto di Medicina dell´Ospedale Civile di Alghero
Si è spento Angelo Charlie Salis


ALGHERO – In città lo conoscevano tutti. Chi per averci giocato a calcio in gioventù (ma spesso lo si poteva notare ai bordi di qualche campo, perchè il pallone era da sempre una delle sue più grandi passioni) e chi perchè, prima o poi, «se sei algherese, un bicchiere da Charlie te lo devi fare».

Si è spento sabato Angelo Salis, conosciutissimo in città come “Angelino San de bou” o anche come “Charlie”, per la sua spiccata somiglianza con l'attore americano Charles Bronson. Aveva un piccolo circolo in Via Ardoino, nella via che dava sul retro della Cattedrale di Santa Maria.

Salis, da tempo ricoverato nel Reparto di Medicina dell'Ospedale Civile di Alghero, è morto a causa di un male incurabile. I funerali di Angelo si terranno domenica 28 dicembre, alle ore 11.30 nella chiesa di San Giovanni Bosco.

Nella foto: Angelo Salis in una foto conviviale
Commenti
9:45
Tre anni e quattro mesi chiesti dal pm Porcheddu per Daniele Degli Esposti e Andrea Delogu, entrambi accusati di bancarotta in concorso. Nel processo sono imputati anche Vittorio Casale, Francesco Vizzari e il proprietario Gianni Marocchi. Nuova udienza il 23 febbraio
21/1/2017 video
Dal Comune consigliano la massima prudenza negli spostamenti sia a piedi che in macchina limitandosi ai casi di stretta necessità. Forte vento con danni enormi e problemi in città col traffico in tilt. Le immagini amatoriali
23/1/2017
Un´anziana, con problemi di mobilità, è caduta nella camera da letto della sua casa di Samassi ed è stata soccorsa dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Sanluri, chiamati da un vicino
21/1/2017
Pomeriggio di follia per un 21enne extracomunitario, che è finito in manette con l´accusa di violenza, resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento
23/1/2017
I carabinieri della Compagnia di Dolianova lo hanno individuato a casa di una zia a Capoterra. L´appello anche del sindaco di Sestu sulle pagine di Facebook
© 2000-2017 Mediatica sas