Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaCommercio › Tavolini, i giorni della verità. Oggi e domani il Consiglio
S.A. 29 dicembre 2014
Licenziare il documento entro la fine dell´anno era il primo obiettivo della giunta Bruno. Una corsa contro il tempo sbagliata secondo la minoranza
Tavolini, i giorni della verità
Oggi e domani il Consiglio


ALGHERO - Due giornate decisive (a partire da questo pomeriggio alle 15) per la nuova regolamentazione del suolo pubblico ad Alghero. Dopo il via libera libera dalla competente commissione consiliare presieduta da Monica Pulina con i voti della maggioranza e l'astensione delle opposizioni, oggi e domani il regolamento approda in aula [LEGGI].

Licenziare il documento entro la fine dell'anno era il primo obiettivo della giunta Bruno, così da arrivare all'imminente scadenza per le concessioni con le nuove regole in materia. Una corsa contro il tempo sbagliata secondo la minoranza che non ha presentato emendamenti al testo dell'esecutivo. Al contrario della maggioranza che ha presentato un documento a firma dei 4 capigruppo. Critiche, in particolare dal Movimento Cinque Stelle: «è bene soffermarsi sul fatto che quella stessa maggioranza due giorni dopo, esattamente il 24 dicembre (auguri), ha protocollato un documento, a firma dei quattro capigruppo, con la proposta di 21 (dico ventuno!) emendamenti che modificano sostanzialmente il documento passato in Commissione, appena due giorni prima».

«Cosa dovremmo pensare? Ne erano sicuri? Ne sono sicuri? Ne saranno sicuri? Chiamarla improvvisazione ci sembra un eufemismo, è la dimostrazione della più totale inadeguatezza e leggerezza nell’affrontare un problema di questa complessità» proseguono i pentastellati algheresi che giudicano gli emendamenti «disconnessi e confliggenti». Dal Movimento descrivono quella della maggioranza un tentativo di riscrivere ex-novo, purtroppo maldestramente, un articolo inserito in un complesso quadro normativo. E ne chiedono il ritiro
per prendere «il tempo necessario» e «produrre qualcosa di presentabile».
Commenti
13:03
Il titolare della ditta avrebbe, in più circostanze, acquistato dallo stesso soggetto, già autore di reati contro il patrimonio, diversi oggetti preziosi provenienti da furti in abitazione, procedendo alla loro fusione prima dei dieci giorni dall’acquisto
28/6/2016
Si tratta di un Pick-Up & order point, un mini store con ritiro merci creato al numero 173 di viale Marconi. Un investimento di 4 milioni di euro per una superficie complessiva di 3.200 metri quadri distribuiti su due piani
© 2000-2016 Mediatica sas