Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaCronacaEnogastronomia › Copagri Sardegna contro il Vermentino veneto
A.B. 7 gennaio 2015
Dopo lo scandalo del Cannonau veneto spacciato per sardo, l´associazione denuncia la vicenda all’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della Repressione Frodi
Copagri Sardegna contro il Vermentino veneto


CAGLIARI - “Copagri” dice no al Cannonau veneto spacciato per sardo, in generale alle truffe ai danni dei prodotti isolani, e si prepara a dare battaglia. La questione ha tenuto banco per le feste natalizie, quando sono state messe in commercio bottiglie di “Cannonau di Sardegna Doc” prodotte dalla “Cantina di Cazzano di Tramigna”, in Veneto, con l'etichetta che, al posto della Sardegna, riportava l'immagine della Sicilia.

«A parte l’evidenziazione della Regione Sicilia nell'etichetta, che si commenta da sola, tutto fa supporre che si tratti di una vera e propria truffa – dichiara il presidente regionale di “Copagri Sardegna” Ignazio Cirronis – che va perseguita a norma di legge. Il disciplinare di produzione del Cannonau di Sardegna Doc prevede che le uve siano prodotte in Sardegna e solamente nella nostra Isola. Va precisato inoltre che, con la modifica del disciplinare approvata nel 2011, si è stabilito che anche l’imbottigliamento del cannonau debba avvenire all’interno della Sardegna».

Inoltre, «a suo tempo – rileva il coordinatore regionale di Copagri Pietro Tandeddu – su proposta dell’allora assessore dell'Agricoltura Francesco Foddis, il ministro delle Politiche agricole Paolo De Castro emanò uno specifico decreto (dell'11 dicembre 2007 e tuttora vigente), dove si prevede che l’utilizzo del vitigno cannonau e sinonimo cannonao sia riservato all’esclusiva designazione e presentazione dei vini Doc e Docg della Regione Sardegna». Copagri Sardegna non si ferma qui. L'associazione agricola ha denunciato questa (che sembra un'autentica truffa) alla direzione regionale dell’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della Repressione Frodi dei Prodotti Agroalimentari affinché questa provveda ad effettuare gli opportuni accertamenti e prenda le conseguenti decisioni.
Commenti
22:56
Sabato, l’Emiciclo è stato letteralmente invaso. Alla solita vasta proposta di prodotti a chilometro zero, sono stati affiancati una serie di iniziative, che hanno riscontrato il favore di una vasta platea di pubblico
19:04
Inizia mercoledì la prima edizione de “Il mondo del Pecorino Romano Dop. Le origini del gusto”, la manifestazione organizzata dal Consorzio di Tutela del Pecorino Romano Dop
© 2000-2016 Mediatica sas