Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSportCalcio › Calcio: Fertilia sotto choc e l’Alghero arriva gasato al derby
Antonio Sini 7 gennaio 2015
Domenica si gioca al Mariotti la stracittadina fra due formazioni che in classifica sono appaiate al terzultimo posto. Chi vince spera, chi perde avrà il destino segnato
Calcio: Fertilia sotto choc e l’Alghero arriva gasato al derby


ALGHERO - Il Fertilia pare abbia smarrito lo smalto che l’aveva tenuta lontana dalle zone caldissime della classifica. I 17 punti sinora raggranellati sono poca cosa in chiave futuristica. La salvezza, che è l’obiettivo della squadra, con questi numeri diventano un miraggio. Sul banco degli imputati il mese terribile di dicembre appena trascorso, l’inizio del nuovo anno e con esso il girone di ritorno del campionato di Eccellenza. Solo sconfitte nel cammino dei gialloblu, e quello che più preoccupa è che in attacco si manifesta una difficoltà crescente derivata dall’assenza di un puntero di razza, o se si preferisce da un attaccante in grado di trasformare le occasioni da gol che il Fertilia costruisce, talora con facilità, talvolta con grossi sforzi del collettivo.

I giovani a tratti dimostrano limiti che i risultati conseguiti sul campo avevano mimetizzato. Ora giocare da squadra in odore di play-out crea non poche apprensioni a un gruppo che annovera nelle sue fila troppi ragazzi che potrebbero giocare nella squadra juniores. All’inizio della stagione era una scommessa puntare sui giovani e tale rimarrà sino alla fine del campionato, con tutti i rischi ad essa collegati. Non aver l’abitudine di giocare in climi roventi potrebbe giocare brutti scherzi alla squadra di Gigi Lavecchia, che lamenta l’assenza di un portiere, di un difensore e di un attaccante di provata esperienza.

C’è all’orizzonte il derby con il 1945 Alghero, in programma domenica. Una partita delicatissima, almeno vista in chiave futuristica. Il Fertilia affronta l’Alghero con il fardello di cinque sconfitte di fila, i giallorossi sono “in tira”, in trend positivo che dura da sette turni di campionato, con all’attivo due pareggi e cinque vittorie, di cui quattro di fila. Una partita che nessuno vorrebbe perdere, ma che entrambe le squadre devono vincere per far correre la classifica e lasciare il numero scaramantico 17, che inchioda il Fertilia da cinque turni e accarezza l’Alghero da una sola giornata. Ma 17 punti in classifica è magro bottino, posto che la salvezza matematica si acquisisce a quota 40, e il solo dato che lascia spazio alle certezze e che alla fine del campionato, mancano ancora 15 partite e in palio ci sono 45 punti.

Per la prima volta, dopo alcuni anni di scontri nel derby, con un saldo netto a favore del Fertilia, i favoriti sono nettamente i cugini giallorossi. I tifosi gialloblu lo dicono apertamente. Un modo per esorcizzare la paura? Un modo per affrontare la partita con uno stato d’animo disilluso, quasi a giustificazione del proverbiale ”lo avevo detto!”? Invece, questa volta si ha l’impressione che il derby sarà vero, giocato alla pari, con gli stessi affanni e le stesse legittime ambizioni. E difficilmente una squadra annienterà l’altra, ma saranno le giocate del singolo che faranno la differenza, in un derby che comunque sempre povero è.

Nella foto: l'allenatore-giocatore del Fertilia Gigi Lavecchia
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas